Libri Fede & Cultura scontati del 40%

sabato 15 dicembre 2012

Anno della Fede n. 3 – Il Big Bang


ANNO DELLA FEDE N. 3 – IL BIG BANG
Credo in Dio, Padre Onnipotente, Creatore del cielo e della terra, di tutte le cose visibili…

Doveroso chiarimento: ritengo opportuno chiarire qualche dubbio postomi a seguito di queste lettere che esulano dall’argomento della fede per invadere il campo della scienza, come se compito del cristiano fosse solo quello di pregare Dio alla cieca, estraniandosi dal resto del mondo. Si tratta di argomenti accessibili a tutti, e non solo prerogativa per

martedì 20 novembre 2012

Anno della Fede n. 2


“Credo in un solo Dio, Padre Onnipotente,
Creatore del cielo e della terra”.

Quale uomo, di qualunque espressione religiosa presente sulla terra, perfino i miscredenti, non si è rivolto a Dio, invocando il suo aiuto, se non altro perché in preda a momenti di disperazione? Credere in ‘qualcosa’ o in ‘qualcuno’ è un atteggiamento che ciascuno di noi compie, spesso inconsapevolmente, anche molte volte in una sola giornata: si crede nell’efficacia di una medicina, pur non conoscendola, nelle parole di un docente o di un genitore,

venerdì 26 ottobre 2012

Anno della Fede n. 1

IL CREDO E L’ATTO DI FEDE

Premessa:
Questi articoli di approfondimento della nostra fede che mi sono stati richiesti in occasione dell’Anno della Fede, non hanno la pretesa di voler esaurire i vari argomenti dal punto di vista della teologia, della dottrina sociale o della pedagogia, tuttavia, pur tenendo in considerazione tutte queste discipline, si basano, almeno questo è il mio proposito, sul cosiddetto ‘senso comune’ cioè

lunedì 15 ottobre 2012

Messa profanata


Lettera aperta
È ormai così grande la confusione che regna sovrana nelle coscienze della gente circa il bene e il male, il lecito e l’illecito, il giusto e l’ingiusto, il sacro e il profano, che non c’è da meravigliarsi di vedere non solo arene o stadi ma perfino chiese gremite di gente in occasione di celebrazioni liturgiche fuori della norma, come quella di domenica scorsa nella chiesa di S. Fermo in Verona dove l’aspetto principale della Santa Messa non era costituito dalla dignità del Sacramento, ma dalla spettacolarità del flamenco. Un flamenco ballato da

mercoledì 19 settembre 2012

Pedofilia e gender 2

Pedofilia e gender - seconda parte
La sfida del gender




Giovedì 16 febbraio 2012 presso la Sala Polifunzionale della Presidenza del Consiglio dei Ministri in Roma il Ministro del lavoro e delle politiche sociali, Elsa Fornero, come prima mossa del suo mandato cosa ha avuto a cuore di promuovere e incentivare? Forse incontri politici su come risolvere la disoccupazione giovanile, o il rientro dei nostri migliori ‘cervelli’ dall’estero, dando impulso a piccole e medie imprese che

mercoledì 22 agosto 2012

Fermiamo la soppressione legalizzata dei concepiti


CONFERENZA

"FERMIAMO LA SOPPRESSIONE LEGALIZZATA DEI CONCEPITI" 

NO194.ORG 
CONFERENZA

Sabato 8 Settembre, ore 17.00 
Presso Antico caffè letterario GIUBBE ROSSE 
Piazza della Repubblica,13 - FIRENZE

ORGANIZZATA DALL' ASSOCIAZIONE NO194  ( www.194.org) 

INTERVERRANNO :

AVV. PIETRO GUERINI - PRESIDENTE E PORTAVOCE NAZIONALE NO194

CAV. MAURO MAZZONI - VICE PRESIDENTE NAZIONALE CENTRO ITALIA NO194

MONS. IGNACIO BARREIRO CARAMBULA - DIRETTORE DELL' UFFICIO DI ROMA HUMAN LIFE INTERNATIONAL  

DOTT. FABRIZIO LASTEI - PORTAVOCE NAZIONALE MOVIMENTO POLITICO 
CATTOLICO MILITIA CHRISTI                                                          

DOTT. FRANCESCO LANATA' 
MEDICO DI OSTETRICIA  E GINECOLOGIA  

A FINE CONFERENZA SARA' OFFERTO UN APERITIVO.

lunedì 13 agosto 2012

Il caso Alex Schwarzer


IL CASO ALEX SCHWAZER
LETTERA APERTA

Dopo che l’opinione pubblica ha sepolto l’ex campione Alex Schwazer sotto una montagna di pietre per aver fatto uso di doping in occasione delle olimpiadi, dopo averlo progressivamente finito non solo nella sua carriera sportiva ma anche in quella professionale e personale perché hanno ucciso la dignità della sua persona in un modo sproporzionato rispetto alla sua colpa, sento il dovere di farmi eco delle voci di sostegno in favore del ragazzo, tra cui le dichiarazioni pubbliche rilasciate dal dott. Paolo Mezzelani di Verona, medico docente, internista e psichiatra: perché non avere l’onestà di guardare anche agli aspetti positivi di questo ragazzo?
Ce ne sono molti perché lui, dopo aver compiuto quel gesto, sia pur biasimevole, in un momento di grande e comprensibile confusione dovuta anche al fatto di non essere

lunedì 18 giugno 2012

La terra d'Italia trema


LA TERRA D’ITALIA TREMA
APPELLO ALLE AUTORITÀ RELIGIOSE
Davanti alle scosse sempre più frequenti che si avvertono, ora qua, ora là, su tutto il territorio italiano, in particolare ultimamente nella zona dell’Emilia, si possono dare le più varie e anche contrastanti motivazioni: dalle spinte telluriche dall’Africa verso nord, agli esperimenti nucleari sotterranei, dalla presenza di forze diaboliche provocate dalla malvagità degli uomini, agli ammonimenti di Dio che è quasi costretto a

domenica 3 giugno 2012

Crociata di preghiera per il Papa e la Chiesa


Gentili Amici,
in questi giorni di feroce e ostile insidia alla Chiesa e al Papa, in questi momenti in cui si eliminano con violenza i suoi più fedeli e onesti collaboratori, in cui si mettono in piazza con totale spregio di ogni onestà questioni riservate e private in nome di un falso diritto all'informazione, in quest'ora di accanimento fiscale neo-savoiardo  e neo-cavouriano contro l'autonomia della Chiesa di Cristo, in questi angosciosi momenti di tradimenti da parte delle persone più importanti e vicine al Santo Padre, con fatti e con parole e ideologie ereticali, noi rinnoviamo la nostra adesione, affetto e obbedienza incondizionati al Papa Benedetto XVI, il Dolce Cristo in terra, l'unico garante dell'unica fede salvifica. Lo facciamo indicendo una crociata di preghiera per la Chiesa e per il Papa. Perché siano difesi dai nemici esterni ma soprattutto da quelli interni, dai Giuda traditori sempre più numerosi e avvinghiati ai più alti posti di potere in seno alla Chiesa stessa. Questa crociata spirituale durerà tutto il mese di giugno con l'offerta di una decina del rosario, il mistero doloroso di Gesù coronato di spine, preceduta dalla seguente preghiera. Chi aderisce a questa crociata spirituale invii la sua adesione con nome e cognome che sarà pubblicato qui sotto sul sito www.fedecultura.com, www.lavocedidoncamillo.com e tutti i siti e blog amici. Alla fine della crociata invieremo a Papa Benedetto XVI i frutti spirituali della nostra offerta di preghiera in una lettera con in calce tutte le adesioni.

Padre, Onnipotente e Santo,
mettiamo nelle Tue mani la Chiesa Universale e il Sommo Pontefice. Che Egli senta la vicinanza di noi, figli Suoi. Consolalo di fronte alle tribolazioni che è chiamato a vivere in questo momento storico così grave. Illuminalo con la purezza del Tuo Spirito.
Noi umilmente ti offriamo i nostri sacrifici quotidiani. Te li doniamo nella Comunione dei Santi, attraverso le mani della Madre Celeste. Ti supplichiamo di non porre il Tuo sguardo sui nostri peccati, ma di perdonarci per i meriti di Tuo figlio, Gesù Cristo.
Padre Glorioso, annienta gli empi progetti dei nemici del Papa, con la forza del Tuo Amore.
Per questo, noi Ti preghiamo.


Firmato:

  1. Prof. Giovanni Zenone - Direttore di Fede & Cultura
  2. Danilo Quinto - giornalista
  3. Magdi Cristiano Allam - Eurodeputato Io amo l'Italia
  4. Gianpaolo Barra - Direttore de Il Timone
  5. Riccardo Cascioli - Direttore La Bussola Quotidiana
  6. P. Giovanni Cavalcoli - Accademico Pontificio
  7. Giano Colli - bastabugie.it
  8. Antonello Brandi - Laogai Research Foundation
  9. Padre Giacobbe Elia - esorcista
  10. Giovanna Pittitto - Avvocato, Parma
  11. Ettore Bonalberti

mercoledì 16 maggio 2012

Suicidi e disperazione


IL NUOVO ORDINE MONDIALE
Nonostante tutti gli sforzi compiuti dai media per farci credere che il governo sta facendo il massimo per risolvere la crisi nella sua globalità, in realtà siamo consapevoli che l’Italia, come la Grecia e altri paesi del sud Europa, stanno per essere inesorabilmente trascinati verso il precipizio economico a forza di debiti, spese e tasse che sono lievitate in modo abnorme. Il fatto è che le solite anonime lobby finanziarie europee dopo

lunedì 7 maggio 2012

Contro la violenza islamica riscopriamo la fede cristiana



Molto vera, reale, documentata e allarmante l'analisi che sempre più frequentemente ci offre Magdi Cristiano Allam nei riguardi dell'Islam e della sua violenza! E’ ora di dire basta! Soprattutto dopo l’ennesima strage di cristiani in Nigeria e in Kenia e in quasi tutta l’Africa! In effetti non esiste un Islam moderato perchè la violenza fa parte del loro DNA ed è sancita nel Corano che ogni buon musulmano deve vivere alla lettera e imparare a memoria sin da piccolo.
Purtroppo la situazione della nostra cultura diciamo cristiana occidentale nei confronti dell'Islam sembra essere paralizzata, impotente e del tutto incapace di reagire e ancor meno di difendersi. 
Primo: perchè sembra manchi la consapevolezza della gravità della questione, almeno finchè non piomberanno (e sarà presto) anche in Europa e in Italia con i loro soliti sistemi, e allora sarà

lunedì 16 aprile 2012

La donna nel risorgimento italiano

Nell’occasione del 150.mo anniversario dell’unità d’Italia, si è parlato molto anche del ruolo della donna nella ricostruzione dell’Italia, ruolo che i mass media hanno voluto evidenziare presentando figure femminili legate per lo più al campo socio-politico, o perché compagne di uomini politici di spicco, o perché sostenitrici dei partigiani alla fine della seconda guerra mondiale, la cosiddetta ‘rivoluzione rossa’, di cui nessuno osa parlare,[1] o perché hanno sostenuto battaglie culturali in nome di un’emancipazione femminile rivelatasi spesso falsa perché sganciata dalla responsabilità e dal rispetto del proprio ruolo femminile. Quell’Italia del Risorgimento spesso preda di sterili proteste, o di rivoluzioni inutili o di accaparramento di poteri a scapito dei poveri.[2]

            Assoluto silenzio invece sull’operato di altre donne italiane che negli ultimi due secoli hanno contribuito in maniera

lunedì 19 marzo 2012

Il celibato sacerdotale

Gli spiacevoli episodi di pedofilia commessi da alcuni sacerdoti, ingigantiti dai media come se il clero cattolico fosse l’unica categoria sulla terra a macchiarsi di questi peccati, ha indotto alcuni esponenti della cultura a trarre delle conclusioni del tutto gratuite e infondate, e cioè: queste cadute sessuali così biasimevoli sono dovute al fatto che i sacerdoti cattolici sono costretti a vivere il celibato nella castità perpetua con frustrazioni tali da essere poi indotti a cercare per vie proibite quello che potrebbero invece ottenere per vie normali, vale a dire un regolare

giovedì 1 marzo 2012

I preti e la pedofilia



I PRETI E LA PEDOFILIA
(Articolo scritto in marzo 2010 che ripropongo perchè sempre di attualità)

PRIMA PARTE: IL CORAGGIO DI UN’ANALISI

Clicca per info
Se c’è un peccato orrendo, per il quale Cristo stesso non ha risparmiato condanne gravissime, tipo quella di invitare i colpevoli addirittura a scomparire in fondo al mare con una grossa pietra al collo piuttosto che essere di scandalo a uno di ‘questi piccoli che credono in me’, è proprio quello della pedofilia, perché è come ‘uccidere’ un innocente dentro l’anima con traumi e conseguenze irreversibili per tutto il resto della sua vita. Se queste sono le gravissime parole di Cristo, com’è possibile, ci si chiede, che tali peccati vengano commessi addirittura da certi suoi ministri, sacerdoti o religiosi, che sono le persone che più di tutte devono difendere e prendersi cura della gioventù, dei deboli e degli indifesi?
            Vista la gravità della situazione ci sembra doveroso tentare almeno un’analisi per non cadere,

lunedì 13 febbraio 2012

Liberare l'amore

Clicca per info e acquisti
Gesù ci promette lo Spirito Santo, dicendo che ci spiegherà la verità tutta intera. Ma solo più avanti spiega i contenuti di questa verità, dicendo che lo Spirito “convincerà il mondo in quanto al peccato, alla giustizia e al giudizio”. Poi spiega brevemente questi contenuti: “in quanto al peccato perché non credono in me, in quanto alla giustizia perché vado al Padre e non mi vedrete più, in quanto al giudizio perché il principe di questo mondo è già stato giudicato”. Il tutto è piuttosto criptico, poco attraente rispetto ad altri contenuti del Vangelo, come l’amore, la misericordia, il comandamento nuovo, ecc. Forse per questo è molto difficile trovare un commento a questo passo del Vangelo. Eppure è quello che lo Spirito deve fare in noi: c’è tutto il Vangelo! Per convincerci dei peccati al plurale non c’è bisogno dello Spirito, mentre qui c’è un peccato che senza lo Spirito Santo non si coglie. Parlare dei mali e dei peccati ingenera pessimismo, mentre scoprire che siamo peccatori apre il cuore al dono della nuova giustizia e ci libera dal giudizio, dal dipendere dal giudizio degli uomini, dalle lotte di potere anche familiari, dalla paura di sbagliare, dai paragoni, dal giudicare gli altri, ecc. San Paolo scopre di essere peccatore nel mezzo dello zelo per le sue chiese, e si libera da un’angoscia di morte (cfr 2 Cor, 1, 8-9), fino ad esclamare “Mi vanterò quindi ben volentieri delle mie debolezze! (2 Cor , 12, 9). Chi non coglie il suo cuore peccatore non lo può aprire, come il solco della parabola al dono gratuito della nuova giustizia, dove Dio dà all’uomo non quello che è dell’uomo ma quello che è di Dio! Ma il tutto si vede dal convincimento di giudizio, che in definitiva è il dono del comandamento nuovo, in cui si ama fino all’ultimo peccatore e ci ritrova uniti in Cristo più che in ogni altro “gruppo primario” in cui tutti cercano immagine e salvezza anche a costo cella vita. Se il legame che ci unisce in Cristo non è “primario” rispetto ai legami sociali in cui cerchiamo immagine davanti agli altri, si vanifica tutto il Vangelo; le parole della catechesi rimangono esterne e volatili. Le comunità dei primi cristiani erano “primarie”, tante parrocchie non lo sono e ci cerca “amore” fuori, in ogni gruppo, anche perverso. Per fortuna ci sono molti esempi di comunità primarie cristiane, che attraversano indenni il deserto del secolarismo.
Il libro sviluppa i tre “convincimenti” penetrando in modo sorprendete e mirabile nel cuore dell’uomo per aprirlo al Vangelo vivo. Fa vedere gli idoli su cui ci appoggiamo nel peccato, anche nella vita dei cristiani; il mondo nuovo che nasce nel Cristo risorto, per chi crede; la forza trasformatrice del comandamento nuovo di Gesù.


UGO BORGHELLO Liberare l’Amore. La comune idolatria, l’angoscia in agguato, la salvezza cristiana, presentazione di Mons. Bruno Forte, 4 edizione, Ares, Milano 2009.

giovedì 9 febbraio 2012

La verità vi farà liberi e felici!

LA VERITÀ VI FARÀ LIBERI… E FELICI!

In questa nostra epoca storica caratterizzata nel campo sociale da una forma di buonismo incondizionato all’insegna della massima tolleranza, e nel campo religioso da una massiccia dose di qualunquismo che si vuol nobilitare col nome di ‘ecumenismo’, si rischia in realtà di mettere sullo stesso piano sia le azioni buone con quelle malvagie, sia la religione vera, quella rivelata da Cristo, con altre forme di “fede religiosa”, a tal punto che in alcune città, tra cui Verona, è stata sostituita in

lunedì 23 gennaio 2012

Monti e i poteri forti

Trilaterale, Bilderberg, Goldman Sachs, BCE, Massoneria
Ha fatto scalpore la dichiarazione – smentita tuttavia chissà perchè in un secondo momento – di Padre Gabriele Amorth, decano degli esorcisti ed esperto di poteri occulti, al giornalista Bruno Volpe e pubblicata da “Pontifex-Roma”, secondo il quale il nostro Presidente del Consiglio sarebbe un “capo massone, che vuole distruggere la Chiesa o affamarla. Piaccia o meno, – continua padre Amorth – è uno strumento nelle mani di Satana, come la crisi finanziaria http://www.pontifex.roma.it/index.php/interviste/religiosi/10175-don-amorth-monti-capo-massone-e-strumento-di-satana-in-uneuropa-quasi-atea-medjugorje-una-grazia . In tutti i casi, al di là di certe voci autorevoli o dei giudizi che noi stessi siamo costretti a dare nei confronti di chi ha in mano le “sorti” della nostra Nazione, una cosa è certa: l’On. Monti appartiene come socio responsabile almeno a tre delle Istituzioni mondiali definite “Poteri forti”, cioè la Bilderberg, la Goldman Sachs, la Trilaterale e

domenica 22 gennaio 2012

La cattedra dei non credenti


Sembra che abbia avuto risonanza quell’iniziativa del Card. Martini quand’era Arcivescovo di Milano, di proporre in diocesi una “cattedra” per i non credenti, dalla quale potevano esprimere il loro pensiero, non solo pubblicamente, perché questo lo stavano già facendo da tutte le cattedre del mondo, in particolare dai vari Parlamenti europei, ma da una cattedra particolare che era sempre stata riservata a teologi, biblisti o comunque, a maestri e pastori della fede cattolica. Cattedra ecclesiastica che in questi ultimi decenni ha visto insediati non solo atei, ma anche protestanti, ortodossi, musulmani, buddisti, induisti, ecc., insomma tutto un variegato mondo di esponenti

sabato 14 gennaio 2012

L'unico vero Indignato


A S. EMINENZA REVERENDISSIMA CARD. SCOLA,
ALLE EMINENZE,  ECCELLENZE REVERENDISSIME DELLA NOSTRA AMATA ITALIA

Come accaduto a Parigi, anche qui a Milano vogliono rappresentare uno squallido spettacolo blasfemo contro la figura di Cristo, ma non sarebbe una novità, purtroppo, quella di oltraggiare nostro Signore Gesù Cristo soprattutto in questo ultimo decennio, se non fosse ideato in maniera talmente spudorata e dissacratoria, diciamo pure diabolica (perché alla fine, in segno di dispregio, si butta sul Viso di nostro Signore come appare dal dipinto di Antonello da Messina, proprio la materia tipica del diavolo, cioè lo sterco), che non è più possibile per un cristiano, a maggior ragione per un Pastore, rimanere in silenzio senza incorrere in gravissime colpe di omissione che potrebbero avere gravissime conseguenze anche per l’intera nostra Nazione.
E se è vero che in molti casi certa propaganda infame è stata messa a tacere più dal silenzio che dalla protesta, è altrettanto vero che in questo caso di inaudita gravità, il silenzio sarebbe segno di colpevolezza, un venir meno alle proprie responsabilità di Pastori che hanno il dovere di intervenire con forza e determinazione, anche

venerdì 13 gennaio 2012

Harry Potter e il neopaganesimo

Periodicamente appaiono articoli e recensioni che decantano le meraviglie educative contenute nelle circa 3.300 pagine dedicate a Harry Potter e alle sue magiche imprese, definendole addirittura:  “la più grande opera mai scritta sulla crescita e l’educazione”.  
            Accanto a queste voci osannanti che accomunano il lavoro della Rawling a quello di Tolkien, esistono altre voci che la critica dominante ignora o mette sotto silenzio, voci che non hanno timore di rilevare la preoccupante negatività di un’opera che rischia di essere complice di una secolarizzazione neo-pagana sempre più invadente nella cultura occidentale.  Confesso sinceramente di non aver letto il

domenica 8 gennaio 2012

Filosofia e rivoluzione



Risposta al prof. Francesco Alberoni

Su “Il giornale” di lunedì 17 ottobre 2011 il prof. Alberoni nella sua rubrica di prima pagina sostiene che l’unico rimedio “salvagente” da adottare in un mondo volgare e trasgressivo come quello di oggi è la filosofia, in quanto ha lo scopo di valorizzare gli aspetti più nobili dell’uomo contribuendo, attraverso una costruzione critica e razionale, alla realizzazione di una società più giusta, per una umanità migliore.
            Sinceramente avrei da obiettare su questa affermazione, non tanto perché io non stimi la filosofia, anzi, ne sono sempre stata un’appassionata sostenitrice, ma siccome è dal pensiero che nascono poi le più grandi “realizzazioni” pratiche, sia nel bene che nel male, nutro i miei dubbi sul fatto che tutta la filosofia nella sua globalità, per il solo fatto che è scienza del pensiero e induce alla riflessione, possa portare sempre

mercoledì 4 gennaio 2012

Cari Vescovi siamo sconcertati!

Chi ha fede in Gesù Cristo e conosce la dottrina cattolica, è consapevole che i Sacerdoti hanno ricevuto per mandato divino un “Sacramento” che è “l’Ordinazione sacerdotale”, cioè una Consacrazione così elevata che “conferisce loro una speciale effusione dello Spirito Santo, e li configura a Cristo nella sua triplice funzione di Sacerdote, Profeta e Re, allo scopo di essere “guida e pastori” del popolo di Dio”[1].
Con la successiva Consacrazione Episcopale poi, viene conferita la pienezza del sacramento dell’Ordine, “Il Sommo Sacerdozio” come veniva chiamato fin dai primi tempi della Chiesa e come ribadisce la “Lumen Gentium 20/3”: “I Vescovi sono i successori degli Apostoli per divina istituzione, quali Pastori della Chiesa per una missione che proviene da Cristo e che prevede l’esercizio del potere, come partecipazione al potere dello stesso Cristo”[2].
La parola “potere” in questo caso significa “governo”, cioè il Vescovo non solo ha il diritto, ma