Libri Fede & Cultura scontati del 40%

sabato 26 gennaio 2013

Ci vogliono rovinare


Dai loro frutti li riconoscerete


Che tutto il mondo stia irreversibilmente collassando è ormai chiaro, ma noi abbiamo il dovere di chiederci che cosa sta succedendo soprattutto in casa nostra, in Italia, e in molte altre Nazioni d’Europa che sembra stiano sprofondando addirittura nel baratro della fame e della disperazione, come non si ricorda a memoria d’uomo in tempo di pace. E a nulla
serve consolarsi pensando che si tratta di crisi a livello mondiale, in una sorta di rassegnazione impotente da “mal comune, mezzo gaudio!”
In Italia le centinaia di aziende medio piccole che ogni giorno falliscono o sono costrette a chiudere con gravi ripercussioni su altrettante famiglie, a loro volta tassate in maniera spropositata soprattutto con quest’ultimo governo tecnico sono un dato davvero allarmante! Essere costretti a buttar via i nostri genuini prodotti, made in Italy, quando neppure coprirebbero il nostro fabbisogno nazionale, perché la nefasta Unione Europea vuole imporci merce sconosciuta e carissima dall’estero, privilegiando multinazionali che la fanno da padroni in casa nostra è assai eloquente. E se è vero che stanno costringendo la più importante azienda siderurgica italiana, l’Ilva, a chiudere i battenti lasciando a casa oltre cinquantamila dipendenti con motivazioni pretestuose, perché sembra in realtà che in quel luogo strategico vogliano costruire una base militare Nato o simile, allora, c’è davvero di che preoccuparsi, perché hanno in programma di portarci alla rovina. E per quale motivo? Lo spiegheremo.
Infatti, dopo che l’UE ci ha derubato della nostra sovranità nazionale, politica, religiosa, economica, monetaria, agricola, culturale, etica ecc., adesso vuole controllare, anzi spiare ogni nostro movimento, ogni spesa, o progetto, col rischio di portarci via anche la gioia di vivere, perché ci lasciano nell’incertezza su tutto: sul lavoro, sulla casa, sulla salute, sulla famiglia, sulla pensione, a tal punto che sembra di essere prigionieri di un cupo fondamentalismo che richiama i tempi di Stalin.
A dire il vero ci stiamo rendendo conto che l’Italia è in grave crisi solo da quando il nostro benessere economico ha iniziato a barcollare, perché la gente parla di rovina e di catastrofe solo davanti a due cose estreme: le calamità naturali, quali terremoti, alluvioni ecc. e la mancanza di soldi con cui mantenere il proprio benessere. In realtà queste crisi economiche macroscopiche di cui non si intravede la fine sono sintomatiche di altre crisi più gravi, anche se meno evidenti, di carattere etico-morale, basti pensare solo a divorzio e aborto legalizzati, che da decine di anni corrodono dall’interno sia l’uomo che la società in cui vive, fino a farlo crollare, perché l’uomo non è solo frutto di biologia o di economia, come vogliono farci credere i media, ma è composto anche di anima spirituale, e quando un “valore morale portante” precipita, anche tutti gli altri, prima o poi, sono destinati a subire la stessa sorte.
I mali inferti alla famiglia dall’uso deresponsabilizzato della sessualità, la facilità con cui si lascia il coniuge, la privatizzazione dell’amore umano e della coppia, stanno portando alla mancanza di fiducia nel vincolo più importante che è la famiglia, indispensabile per dare senso alla vita, al lavoro, ai sacrifici, alla festa. E tutto poi si corrompe. Davanti alla gravità di questa situazione, non è sufficiente una buona Costituzione che difenda la nostra libertà e i nostri valori (per dirla con Benigni), perché per stilare una Costituzione retta, super partes, occorrono menti umane rette, super partes, che abbiano come obiettivo il Bene comune e la Giustizia e non interessi partigiani, e dove andranno ad attingere costoro la luce e la forza per raggiungere tali nobili obiettivi se non chiedendolo umilmente a Dio, fonte di ogni Bene? “Se il Signore non costruisce la casa, invano si affaticano i suoi costruttori” dice la Sacra Scrittura.
Ma chi ricorre più all’aiuto di Dio, ammalati come siamo di laicità, cioè di ateismo? Siamo infatti così abituati a pendere dalle labbra dei nostri politici per tutti i nostri problemi, che abbiamo dimenticato di ricorrere alla Parola di Dio, anzi siamo convinti che non bisogna tirare in ballo Dio quando si tratta di vile denaro, di inflazione, di disoccupazione, di Costituzione ecc. perché è compito che riguarda solo la politica, l’economia, e non la fede. Massima stoltezza perché Gesù dice: “Cercate prima di tutto il regno di Dio e la sua giustizia e tutte queste cose vi saranno date in aggiunta! (Mt. 6,25-34)
Dopo che l’uomo si è allontanato da Dio, rifiutandolo, sfidandolo e facendogli capire che non ha bisogno di lui per costruire la città degli uomini, nè del suo amore, nè dei suoi Comandamenti perché sta a lui legiferare su ciò che è bene e male, il Buon Dio, da vero Signore rispettoso delle sue creature, si è ritirato, e ci ha lasciato da soli a zappare faticosamente e inutilmente la terra, in balia delle tenebre.[1]
Talmente soli e incapaci che il nemico di Dio e dell’uomo, il diavolo, si è fatto strada nel frattempo e sta imperversando sul mondo attraverso una fitta rete di lobby dei Poteri cosiddetti ‘Forti’ più o meno occulti, che si fanno un baffo non solo dei Dieci Comandamenti ma della stessa cultura antropologica fondata sulla Legge Naturale: sono i potenti Soci del Bildeberg, o di altre lobby tipo la Trilaterale o la Goldman Sachs, per non parlare delle varie massonerie che manovrano occultamente il potere.
Questi Soci che si sentono potenti perché assai ricchi, assieme ai loro adepti sparsi per il mondo, consenzienti, o ricattati o imbrogliati che siano, in barba a tutte le Costituzioni, Governi e Parlamenti, si riuniscono periodicamente a porte blindate per decidere le sorti dell’umanità, non certo perché sta loro a cuore il nostro benessere, ma solo in vista di sottometterci definitivamente al cosiddetto “Nuovo Ordine mondiale”, dopo averci costretto a rinnegare quello “Vecchio”, sul quale è stata fondata L’Europa cristiana che, nel rispetto della diversità e sovranità delle singole Nazioni, ha portato l’intero Continente ai massimi livelli di civiltà, cultura, benessere, scienza, arte e spettacoli come faro di luce nel mondo.[2]  
A questi Soci, infatti, nulla importa della fame nel mondo o della disoccupazione o malattia o altro, (anzi, secondo loro, più di mezza umanità dovrebbe scomparire, perché fonte d’inquinamento) e se ne ridono anche delle Religioni in genere, Buddismo, induismo, scintoismo, islamismo, ebraismo ecc., però temono una sola religione, quella che essi hanno preso di mira perché da abbattere: la Religione Cattolica, perché sanno benissimo che, fra tutte, è la sola, vera Religione Rivelata da Dio, e pertanto costoro non sono laici, come dicono, ma sono diabolici, perché è solo il diavolo che odia Dio a tal punto da odiare anche l’uomo, sua immagine, e tutte le meraviglie da esso compiute.  Sono caduti nelle reti del diavolo perché, accecati dal miraggio del potere, hanno accettato la sua vecchia ma sempre attuale e perfida proposta: “Vedi come è bello il mondo? Io ti darò tutto questo se, prostrato, mi adorerai!”
Poveracci! Pessimo affare adorare Satana perché se all’inizio ti può adescare furbescamente concedendo ciò che chiedi, in realtà è come attirarsi addosso tutta la somma del male e della brutalità esistenti nel mondo per poi continuare nella disperazione per tutta l’eternità, perché Satana non è una sorta di divinità interreligiosa globalizzata da scegliere e adorare liberamente tra le altre allo scopo di ricavarne dei vantaggi, (come molti credono, purtroppo), assolutamente no! Satana, cioè Lucifero, e altri demoni con lui, sono ex Angeli che hanno scelto il rifiuto di Dio sin dal momento della creazione e pertanto odiano il loro Creatore per tutta l’eternità, e in questo odio scatenato fanno di tutto per attirare anche gli uomini, fatti a immagine e somiglianza di quel Dio-Amore che essi continuano a odiare.[3]
Ebbene si! Proprio la Religione Cattolica dà molto fastidio ai Poteri forti e al diavolo, a motivo di quel Dio, Uno e Trino che ha rivelato sé stesso ai Profeti come Amore, e a motivo di quella odiosa Istituzione umano-divina che è la Chiesa Cattolica; quella Chiesa che si ostina a difendere la dignità dell’uomo ricco o povero, sano o malato perchè immagine di Dio, secondo il principio biblico di maschio e femmina, ma lo priva della “libertà!” di decidere della sua vita e del suo sesso, quella Chiesa che è sorretta dal potere di Gesù Cristo, ma che è destinata ad essere sopraffatta, secondo le previsioni dei Soci, da un “Potere” ancora più grande che è il “Nuovo Ordine Mondiale” di vedute assai più ampie e libertarie, davanti al quale perfino i Soci più ‘onnipotenti’ si inginocchiano!

Ma come abbattere la presenza bimillenaria, pressoché indistruttibile, della Chiesa che continua a ‘pontificare’ nonostante i colpi sferratile da ogni parte? In due modi ben mirati: [4]
  • foraggiando scrittori, registi e artisti affinché mettano in ridicolo la figura di Gesù Cristo, sedicente Figlio di Dio, oltraggiandolo a piacere, fino a ridurlo a un povero impostore e peccatore tra i tanti, a tal punto da far vergognare e confondere perfino i sacerdoti e i cattolici più ferventi!
  • ma soprattutto grazie all’aiuto sempre più corposo e manifesto di altri Soci dei Poteri Forti di matrice ecclesiastica o para-ecclesiastica, che si muovono abilmente all’interno della Chiesa e che, fingendosi col Papa, in realtà lo tradiscono in complotti luciferini ben studiati come quello denunciato da sacerdoti eroici, detto “omoeresia”, costituito cioè da potenti lobby omosessuali anche all’interno della Chiesa che la vogliono destabilizzare e rovinare![5]  
E anche se questo problema riguarda la Chiesa cattolica in minima percentuale perché di peggio avviene tra i pastori protestanti sposati e ancora peggio nella società civile, scuole, club sportivi ecc. laddove su 10.000 persone coinvolte, soltanto da tre a cinque vedono implicati preti cattolici, l’opinione pubblica ne parla come se l’unica colpevole al mondo fosse la Chiesa cattolica, costretta a fare pubblici e scandalosi “mea culpa”, prostrata in ginocchio davanti a una società falsa, perversa e corrotta.[6]
Infatti, la prova del nove per capire se una iniziativa, o lobby, o gruppo, o movimento, o setta… è di matrice satanica è proprio la presenza della perversione del sesso, sublimato e imposto come bene assoluto per poter distruggere e spadroneggiare poi su tutto il resto, teologia, metafisica, pedagogia ecc. a tal punto che è impossibile praticarlo senza stordirsi con l’ausilio di droghe potenti.[7] E che altro è la teoria del ‘Genere’ che si vuole imporre come norma di vita, se non un’aberrazione sessuale satanica?

Ma nel progetto della Nuova Massoneria, oltre alla distruzione della Chiesa gerarchica, c’è anche quella di tutta la civiltà cristiana, iniziando da quelle Nazioni che si sono distinte per aver vissuto e diffuso la cultura cattolica: Spagna, Portogallo, Irlanda, Italia (osso più duro a motivo della presenza del Papato), a partire dalla Grecia! Perché proprio dalla Grecia, ci si domanda, essendo di religione ortodossa più che cattolica? Per il fatto che la Grecia è “colpevole” di essere stata, in un certo senso, la culla del pensiero cristiano, per aver saputo rivendicare l’importanza della ragione sul mito, facendola diventare fondamento del realismo cristiano diffuso poi in tutta Europa.  Ergo è stata punita per prima, secondo le indicazioni del “Grande Maestro” di Loggia, su diktat del diavolo.
Ma tutte le Nazioni europee dovranno essere un po’ alla volta spogliate di ciò che resta del cristianesimo (cioè ridotte alla fame), per essere ammesse a far parte del Nuovo Ordine Mondiale, così come state obbligate a fare, con le buone o le cattive, per entrare negli artigli diabolici dell’Unione europea la quale, con il suo ‘dio-euro’, le sta tiranneggiando e umiliando, imponendo obiettivi assurdi e irraggiungibili, col pretesto di azzerare il debito.[8]  Riprendere la propria sovranità nazionale è d’obbligo se si vuole uscire da questo vortice oscuro. E l’ideologia della sinistra comunista ha molti punti in comune con gli obiettivi dei Poteri forti, tra cui: il regime dittatoriale che nega la democrazia, e l’odio viscerale contro i valori cristiani abilmente coperto da una coltre di falso perbenismo di facciata che arriva anche a strumentalizzare la religione. Se questi due si dovessero alleare, siamo spacciati!!
Vediamo in breve un confronto tra i Dieci Comandamenti di Dio e le dieci leggi massoniche.

LO STRAVOLGIMENTO DEI DIECI COMANDAMENTI E DELL’ANTROPOLOGIA.

IO SONO IL SIGNORE DIO TUO
1.      Non avrai altro Dio fuori di me.
2.      Non nominare il nome di Dio invano
3.      Ricordati di santificare le feste.
Dopo che l’Unione Europea ha caparbiamente rifiutato nella Costituzione ogni riferimento alle radici cristiane dell’Europa, dopo che ha soppresso il peccato di bestemmia come reato, permettendo di offendere, dissacrare e bestemmiare, a norma di legge, Dio stesso, nella Persona amabilissima del Verbo, Gesù Cristo, e del suo Vicario in terra, il Papa, i Poteri forti massonici e quelli di sinistra, hanno pensato di “salvare l’Italia” declassando il “Giorno del Signore”, la Domenica, da dedicare alla preghiera, al riposo e alla famiglia, per ridurlo a giorno feriale, organizzando essi stessi incontri politici di lavoro in quei giorni, per darne l’esempio. E mentre i cristiani perseguitati nel mondo si impegnano con eroismo a santificare la festa andando a Messa la domenica a costo della vita, in Italia, la domenica è diventata giorno di shopping, di fatica e di nevrosi, per ricominciare, più stanchi che mai, il lunedì.

4.      Onora il Padre e la madre
Come si possono onorare, se sono spariti dal nuovo vocabolario massone che ha in odio tutto ciò che sa di amore e di rapporto interfamigliare! Infatti sono stati soppressi i dolcissimi nomi di “mamma e papà” per privilegiare abominevoli definizioni quali ‘genitore A e B’, frutto di strane accoppiate omo, bis, plus ecc. che pretendono di essere uguagliate alla vera e unica famiglia, quella voluta non dalla Chiesa e neppure dalla società civile, ma da Dio stesso sin dal momento della creazione dell’uomo! Quella famiglia composta da una mamma e da un papà che è l’habitat naturale, unico e indispensabile per la sana crescita del bambino, e senza la quale si manifestano squilibri, depressioni e nevrosi fino al suicidio. Parlare di adozioni di bambini ai gay quando solo il 5% delle coppie regolari eterosessuali che lo richiedono riesce ad ottenere l’adozione di un bambino con grandi sacrifici, è demenziale e segno di perversione! Il diritto del bambino deve essere prioritario rispetto ai capricci degli adulti.

5.      Non uccidere
Quando si arriva al punto che intere Nazioni ritengono una conquista, un diritto l’uccisione a norma di legge di bambini innocenti nel grembo della madre, ci si meraviglia del fatto che l’Europarlamento abbia deciso di estendere l’aborto anche dopo la nascita del bambino, sano e perfetto, non si sa bene fino a quale età? E’ la legalizzazione dell’infanticidio! Una volta aperta questa sanguinaria breccia, ci si deve aspettare di tutto: eutanasia, suicidio, omicidio, tutto legalizzato e giustificato solo dalla legge del più forte. Le migliaia di embrioni umani destinati agli usi o ibridi più ripugnanti ne sono una conferma. Il diavolo, oltre che padre della menzogna è anche “omicida!”.

6.      Non commettere atti impuri
Cosa c’è di più bello dell’innamoramento? Del cuore che batte davanti alla persona amata, di una carezza attesa per molto tempo e ricevuta poi come dono prezioso, dello scambio dei cuori e dei corpi di due sposi che si promettono aiuto e fedeltà reciproca qualunque cosa accada. Ecco cosa vuol dire non commettere atti impuri, cioè avere una così grande considerazione del proprio corpo e di quello dell’altro da non considerarlo merce di scambio, ma tesoro prezioso da custodire solo per l’amato, e per sempre.
E infatti la cosa peggiore in assoluto di queste manovratori occulti dell’uomo è il rifiuto dell’amore e della bellezza, a tal punto da disprezzare perfino il corpo, la propria identità sessuale, ben definita sin dai primi mesi della gestazione, che essi vorrebbero confondere e profanare in una serie di accoppiamenti inverosimili, compreso il rapporto incestuoso o zoofilo, se richiesto dalla tendenza.
L’ex ministro Fornero, su mandato del governo tecnico, voleva inserire fin dalle scuole primarie queste “ultime scoperte antropologiche” della teoria del genere che solo la fantasia bacata del diavolo può suggerire. E come se non bastassero le lezioni di sessualità nelle scuole che hanno dato frutti di aborti precoci, di droga, alcool e depressione tra i minori, arrivare adesso al punto da inculcare nella mente debole degli adolescenti queste idiozie, questi dubbi sulla loro identità sessuale, considerandola un optionall intercambiabile, e il rapporto sessuale come un giochetto da sperimentare con chiunque, può creare nella loro psiche traumi insanabili, o abitudini perverse, peggio della bomba atomica. Questa società della menzogna prima promuove la perversione e poi finge di rimediare gridando allo scandalo!

7.      Non rubare
Un cedimento non arriva mai da solo, ma è sempre accompagnato da un crollo generale di valori. Infatti mai come in questo periodo di immoralità sessuale, si sono registrati tante ruberie, imbrogli, accaparramento di potere a danno altrui ecc. e proprio da chi ha responsabilità di governo, da chi usa e abusa del potere conferitogli dal popolo per rubare e crearsi leggi su misura. Se dovessimo per coerenza assecondare legalmente tutte le tendenze, e non solo quelle sessuali, come propostoci dai nemici dell’uomo, dovremmo aprire anche alle tendenze al furto, alla cleptomania, all’imbroglio legalizzato, all’omicidio, purchè vinca il migliore, cioè il più furbo, cioè il peggior delinquente!

8.      Non dire falsa testimonianza
“Il demonio è padre della menzogna e omicida”, dice la Scrittura, e costoro sono degni seguaci di questo loro maestro perché presentare la perversione come bene assoluto è… senza parole!

9.      Non desiderare la donna d’altri
10.  Non desiderare la roba d’altri
Sono le conseguenze della pornografia e di certe mode che, seguendo falsi modelli, stimolano i ragazzi al desiderio del possesso incondizionato e irrazionale, tutto e subito, senza attese né responsabilità.

***

E con queste premesse di distruzione totale della società che ha stravolto non solo le leggi di Dio ma perfino l’antropologia, la sessualità, l’identità, la natura, in pratica tutto l’uomo, vorremmo che la nostra economia andasse a gonfie vele? Che vivessimo tutti felici e contenti in un’orgia mondiale globalizzata bevendo, mangiando, accoppiandoci con chicchessia, e godendo, per giunta, dei frutti della terra e magari anche delle benedizioni del Cielo?
Fate quello che volete, dice il Padre Eterno, ma io le mie benedizioni non ve le do! E allora sono guai seri! Questa società del caos dove educatori, manager, medici o politici sono autentici zombi, privati soprattutto dell’amore perché si considera il partner solo come complice occasionale per rapporti sessuali orgiastici, talmente contro natura da dover ricorrere all’uso di droghe o alcool per poterli affrontare, non può che dare i suoi frutti nefasti di violenza, aggressività e disordine, e non sarà certo in grado di darsi una buona Costituzione e ancor meno un buon governo. È la stessa natura che si ribella all’uomo, perché l’uomo si è ribellato a Dio!

 “Coraggio! Io ho vinto il mondo!” “E chi è che vince il mondo, se non chi crede che Gesù è il Figlio di Dio?” (1 Gv. 5.5) Siccome la battaglia che si profila è contro il potere del diavolo, noi dobbiamo puntare soprattutto sul potere che ci conferisce Gesù Cristo attraverso la preghiera e la Santa Messa, Sacramento nel quale Egli stesso si rende presente nell’Ostia consacrata, prega con noi e ci infonde la Sua forza divina contro gli attacchi del diavolo. La Messa settimanale, straordinaria, per la salvezza dell’Italia e delle nostre famiglie, meglio di sabato pomeriggio per metterci sotto la protezione della Vergine Maria anche con la recita del Santo Rosario, sarà la nostra arma vincente. Con la forza conferitaci dalla preghiera cristiana, vedremo poi come muoverci politicamente.  Passa-parola!

NOTE

[1] Vedi la Dottrina sociale della Chiesa e le varie Encicliche: Pacem in terris, Centesimus Annus ecc.
[2] Daniel Estulin, Il club Bilderberg, la storia segreta dei padroni del mondo, Arianna Ed.
[3]  Catech. della chiesa cattolica, Sez. II^, Cap. I°, Par. 5, Il cielo e la terra, gli Angeli.
    Gino Oliosi, Il demonio come essere personale, una verità di fede, Ed. Fede & Cultura
   Roberta Grillo, Il principe di questo mondo, il diavolo nella storia, nelle religioni, ecc. ed. Ares
   Gabriele Amorth, e autori vari, L’azione del maligno, come riconoscerlo e liberarsene, ed- Fede & Cultura.
[4] E. Roccella, L. Scaraffia, Contro il cristianesimo, l’Onu e l’Unione europea come nuova ideologia, ed. Piemme.
[5] Dariusz Oko, Con il Papa contro l’emoeresia, http://www.conciliovaticanosecondo.it
[6]  Dariusz Oko, opera citata.
[7]  Clotilde Berson, L’eletta del dragone, da sacerdotessa di Satana a crocifissa in loggia, ed. Segno
[8] Roberto de Mattei, L’euro contro l’Europa, vent’anni dopo il trattato di Maastricht, ed. Solfanelli

2 commenti:

  1. Complimenti un analisi precisa, completa di documentazione inoppugnabile. Ne faccio un posto sul mio blog Ascolta Tua Madre all'indirizzo http://blog.libero.it/Rober5/.

    Grazie

    RispondiElimina
  2. ... e tutto questo, favorito enormemente dall'instaurazione dell'euro - il che, in sé, non è peraltro una cosa sconveniente -, lo ha voluto strenuamente un cattolico adulto, uno dei nove fratelli Prodi, che, more solito, non aveva capito niente perché pensava di aver capito tutto ... l'ambizione acceca! Dio ci liberi dal rubare ma prima di tutto ci liberi dall'ambizione!

    RispondiElimina