Libri Fede & Cultura scontati del 40%

martedì 23 febbraio 2016

Correggere anziché calunniare

Interviste al dott. Gandolfini
Nel Vangelo c’è un passo dove Gesù afferma che se qualcuno sbaglia, venga corretto a tu per tu, se poi non ascolta, chiama due testimoni ecc. ecc. Ebbene, la pioggia di insulti e di calunnie caduta sulla testa del presidente del Comitato “difendiamo i nostri figli”, dott. Gandolfini per aver pronunciato una frase poco felice riguardo le unioni gay giorni addietro, non escluso sia stata appositamente manipolata dal giornalista, insulti piovuti da sedicenti bravi

Papa Bergoglio, fede e politica

E’ sotto gli occhi di tutti la gravità di quanto sta accadendo in Italia su tutti i livelli, politico ed ecclesiastico: leggi inique anticostituzionali imposte da un Parlamento-dittatore contro la volontà popolare; silenzio totale dei Vescovi forse per lasciar posto a un Papa che parla troppo; un recente Sinodo sulla famiglia ambiguo e irregolare che ha creato più dubbi nei fedeli di quanti non ne abbia risolti (vedi Stefano Fontana, Matrimonio e famiglia, Chiesa al bivio, per seguire i lavori del

lunedì 15 febbraio 2016

La dittatura avanza

Cari amici,
nel consegnarvi in allegato l’ultima parte della sintesi del convegno tenutosi a Verona il 20 gennaio su “La dittatura del relativismo e l’oscuramento della ragione”, relazione del prof. Mons. Antonio Livi sintetizzata da un suo alunno, il prof. Alessandro Beghini, non posso fare a meno di accennare a quella “dittatura del relativismo” ben concreta e terribile che stiamo vivendo e soffrendo da mesi: la legge Cirinnà!

Si tratta di una vera dittatura che ci vogliono imporre a tutti i costi e al di sopra di ogni buon senso, nonostante le manifestazioni pubbliche di milioni di cittadini in piazza e di altrettanti dalle loro case, nonostante le centinaia di migliaia

lunedì 1 febbraio 2016

Vaticano e Family Day

Dopo il successo del family day, frutto del sacrificio e della fede del popolo cristiano, non quello che appare sui giornali o sulle tv, ma che si rimbocca le mani in silenzio per mantenere la propria famiglia, vale la pena leggere questo scritto allarmante di Antonio Socci, senza pregiudizi, ma animati solo da grande amore per questa nostra povera Chiesa di Gesù, ridotta nelle mani dei suoi nemici interni.
Non abbassiamo la guardia, ma continuiamo a pregare molto perché venga bloccata questa iniqua legge “Cirinnà”, adesso che i suoi promotori saranno ancora più incattiviti a motivo di questa inaspettata e tenace reazione del popolo italiano fedele a Dio e alla Costituzione.
Neppure dobbiamo perdere la fede a motivo dei nostri Pastori che hanno abbandonato in massa il loro gregge, - Dio li giudicherà severamente – perché lo Spirito Santo darà a ciascuno di noi forza e luce per non