giovedì 3 ottobre 2019

LA VERITA' SUI CAMBIAMENTI CLIMATICI


              15. LA VERITÀ  SUI CAMBIAMENTI CLIMATICI
                      Quello che abbiamo il dovere di sapere.

Che desolazione vedere migliaia di studenti bighellonare per le strade, o seduti ai bar con birre o alcolici di buon mattino, a ridere e scherzare o anche sfilare con slogan assurdi dietro incentivo del…Ministero della scuola! Che grande opera educativa e culturale!  Si comincia bene! E per che cosa? Per chiedere l’eliminazione di CO2 nell’atmosfera, in pratica di anidride carbonica, pur sapendo dai veri scienziati che non è affatto quello il vero motivo del cambiamento climatico. Infatti quasi 100 scienziati italiani e altri 400 provenienti da 13 paesi più industrializzati di tutto il mondo hanno scritto recentemente al Segretario Generale dell’ONU e alle più alte cariche dei vari Stati una critica scientifica secondo cui non è affatto dimostrata l’origine antropica del riscaldamento globale e che, mentre è doveroso agire contro l’inquinamento per quanto sta nella possibilità dell’uomo, è altrettanto doveroso sapere, ad esempio, che l’emissione di CO2 tanto deprecata, cioè l’anidride carbonica è indispensabile per la vita del nostro pianeta a tal punto che risulta essere un gravissimo danno
cercare di ridurre, oltretutto a prezzi altissimi per le varie Nazioni, le emissioni di anidride carbonica come se da questa dipendesse la “salvezza” del pianeta che, a dir loro, sta andando in rovina. In conclusione, scrivono questi scienziati: “considerata l’importanza che hanno i combustibili fossili come risorsa energetica dell’umanità, suggeriamo che non si aderisca a politiche di riduzione acritica della immissione di anidride carbonica nell’atmosfera con l’illusoria pretesa di governare il clima”. (lettera del 19 giugno 2019 di 97 scienziati italiani presieduti da una Commissione di 10 membri).

Ma allora, viene da chiedersi, come si spiega il fenomeno dei ghiacciai che si sciolgono con pericolo anche per la sopravvivenza del nostro pianeta? Risponde lo scienziato Zichichi, uno dei promotori di questa iniziativa tra scienziati anche per tranquillizzare politici e cittadini ai quali è stato fatto un lavaggio del cervello senza precedenti, affermando che l’inquinamento dovuto all’uomo incide solo per il 5% mentre il restante 95% dipende da fenomeni naturali legati al sole, cioè alle mutazioni termiche che avvengono col passar dei secoli, più calde o più fredde a seconda della distanza dell'ellisse terrestre dal sole. Da questo si può trarre un’importante conclusione e cioè capire come l’ordine dell’universo sia di una tale perfezione da chiamare in causa direttamente l’intervento di Dio Creatore perché se l’ellisse terrestre si spostasse un po’ di più in vicinanza del sole o lontano da esso, la terra si ridurrebbe in poco tempo a un ammasso o di cenere o di ghiaccio! Tutto si muove dentro un perfetto e sofisticato equilibrio voluto non certo dagli scienziati, che si sono trovati il mondo già bell’è fatto con tutte le sue leggi, ma da una “Mente Suprema” che presiede e mantiene, in un certo senso, questo equilibrio che permette la vita sulla terra che gli scienziati hanno solo il compito di studiare e difendere lungo i secoli dalle varie minacce senza interferire a suo danno.

Ciò detto, è altrettanto vero che, per quanto l’uomo si impegni, la nostra povera terra è costantemente soggetta a terremoti, maremoti e improvvise calamità, che ci fanno toccare con mano la nostra totale impotenza. Infatti uomini saggi come don Ferdinando Rancan, avevano anche il coraggio di affermare apertamente che noi stessi e anche il pianeta viviamo in uno stato non di perfezione ma di precarietà, di provvisorietà, a maggior ragione perché ultimamente “La terra è diventata un deserto di pietra senza vita perché l’uomo ha cancellato l’Amore dalla Terra. Pretendiamo che la natura segua il suo corso nel cosmo mentre l’uomo si vanta di andare contro natura nel suo corpo? La natura si ribella all’uomo perché l’uomo si ribella a Dio”

Ma intanto i furbi potenti massoni che ci comandano, ci spaventano e mobilitano le masse servendosi di una ragazzina e di molti idioti adulti anche laureati, vogliono raggiungere uno scopo ben preciso che è l'incameramento di milioni di euro stanziati dai vari Stati illudendoli che con il denaro sia possibile eliminare la CO2, comandare ai pianeti, al sole, alle stelle (sic!) Mentre invece impiegano quel denaro per i loro loschi affari e obiettivi, non ultimo per riempire di velenose scie chimiche il cielo per i loro esperimenti, ma questo è top secret! Infatti Trump che aveva capito l’inganno, non ha mai voluto saperne di stanziare un dollaro per il clima, tra lo scandalo generale come se fosse il responsabile di tutti i disastri.

Tra questi obiettivi iniqui che le lobby vogliono raggiungere ci sono finalità assai pericolose soprattutto per l’economia italiana, cioè  la demonizzazione dei nostri migliori prodotti agricoli e culinari perché ottenuti con troppa dispersione termica, secondo le loro menti bacate, la proibizione di confezionare e usare quel arredo, quei beni, quegli oggetti e confort che hanno costituito l’eccellenza del nostro made in Italy e del nostro prestigio nel mondo, oltre che la fonte del nostro guadagno, benessere e intraprendenza culturale. Infatti mentre aumentano a dismisura i prezzi dei carburanti necessari anche per i trattori e camion agricoli, con il conseguente aumento del prezzo di tutti i prodotti agricoli, ci stanno facendo il lavaggio del cervello per convincerci che é una prelibatezza nutrirsi di insetti, scorpioni e scarafaggi, vestirsi di cartone pressato a buon prezzo perché confezionato a mano da una massa di poveri imbecilli che per 3 euro l’ora accettano di mettersi in ginocchio davanti al potente di turno che li mantiene in vita per un piatto di minestra. È per questo che servono i negri... per abbassare il costo del lavoro e deprezzare i nostri talenti, oltre che per altre finalità inique come il meticciato, il mescolamento delle razze e pertanto dei costumi, della religione, della fede che vogliono annacquare in un globalismo senz’anima.

Ben diverso era il lavoro che avevano intrapreso i nostri eroici missionari, come i Comboniani dediti alla promozione ed evangelizzazione dell’Africa sin dal 1850, i quali, fra mille difficoltà a costo della vita, erano partiti con questo meraviglioso motto “SALVARE L’AFRICA CON L’AFRICA”, cioè aiutare gli africani ad emanciparsi senza spostarli dalla loro terra, se non per pochi di essi, a turno, al fine di poter studiare e laurearsi in Italia per poi tornare ed insegnare alla loro gente in Africa, aprendo scuole, ambulatori, centri sportici ecc. Non era assolutamente nel programma dell’eroico santo fondatore Daniele Comboni, di trasferire l’intero Continente in Europa! Pura follia. Mentre adesso tutto questo viene realizzato secondo il piano luciferino detto Kalergi per opera di quel PD e di quella parte comunista della chiesa che ha deciso di abbracciare questi “delitti” per interesse, per potere o successo in pieno accordo con le lobby europee.

Vogliono distruggere l’Italia, perchè non vale nulla, e lo dicono apertamente ormai i nostri nemici interni ed esterni, mentre è solo invidia della nostra superiorità anche morale oltre che culturale, artistica e scientifica. E’ ora di svegliarci dal letargo in cui ci hanno infilato per troppi anni, da quel pericoloso complesso di inferiorità di crederci sempre al di sotto di tutti gli altri e non è vero!  Adesso dobbiamo affrontare forze potenti ma da soli non ce la facciamo. Per questo dobbiamo tornare a Dio, se vogliamo vincere e uscire da questo tunnel infernale. “Se Dio è con noi, chi contro di noi?” Dobbiamo tornare a quel Gesù, vero uomo e vero Dio venuto sulla terra per ricordarci che siamo figli di Dio, e non schiavi, fatti a sua immagine e somiglianza, da Lui amati e pertanto dobbiamo usare bene dei talenti che Lui ci ha dato anche per difenderci.  Dio non ci abbandona se noi non lo abbandoniamo! Dio si è fatto uomo in Gesù Cristo non per salvarci dalla plastica o dalla paura della morte, ma perché potessimo realizzare il meglio  di quello che siamo per la nostra libertà, per la nostra patria, per la nostra bella fede cattolica, fonte di promozione anche umana, per il futuro dei nostri figli  senza paura del dolore e della morte che fanno parte della nostra vita, perché questa è solo un passaggio che ci apre la porta del nostro incontro con Dio  fonte della nostra gioia e felicità.

Aumentiamo la nostra fede e il nostro coraggio forti anche delle parole del nostro Santo Padre emerito, papa Benedetto che ha scritto: “Solo quando incontriamo in Cristo il Dio vivente, noi conosciamo che cosa è la vita. Non siamo il prodotto casuale e senza senso dell’evoluzione. Ciascuno di noi è il frutto di un pensiero di Dio. Ciascuno di noi è voluto, amato e necessario. Non vi è niente di più bello che essere raggiunti, sorpresi dal Vangelo, da Cristo. Non vi è niente di più bello che conoscere Lui e comunicare agli altri l’amicizia con Lui, nostro Dio che si è fatto uomo.”

                                                                     patrizia@patriziastella.com


Nessun commento:

Posta un commento