Libri Fede & Cultura scontati del 40%

martedì 27 gennaio 2015

Il volto dell'Anticristo

La disputa su Francesco

Egregi Direttori della rivista “La Croce”:
Mario Adinolfi, Costanza Miriano, don Maurizio Botta, Marco Scicchittano

innanzitutto un grazie sincero per il convegno di sabato 17 gennaio a Milano presso il Palazzo della Regione in difesa della famiglia al quale ero presente anch’io con un pullman strapieno da Verona, Brescia e Bergamo. Avete avuto perfino l’incoraggiamento a proseguire da parte del Presidente della
Regione, l’On. Maroni nell’ambito dell’Expo. Complimenti vivissimi e tanti auguri per tutto.

Detto questo, vi pregherei di far arrivare a Giovanni Marcotullio, vostro giornalista, questa mia lettera in riferimento a un suo articolo sulla vostra rivista “La Croce” dal titolo:
 “LA DISPUTA SU FRANCESCO. IL GRANDE DRIBBLING DEI PAPI” con sottotitolo seguente:  Vittorio Messori e Antonio Socci, con toni tra loro diversi, hanno preso in qualche modo di mira il magistero dell’attuale pontefice. Ma i successori di Pietro sanno sempre stupire e far “abboccare” i difensori alle loro finte. Giocano con la fantasia dei fuoriclasse.

Mi meraviglia non solo il tono forte da “inquisizione spagnola” che l’autore usa nei confronti dei due giornalisti di cui sopra, colpevoli, secondo lui, di “prendere di mira il magistero dell’attuale Pontefice”, a tal punto da paragonarli a Lutero nelle sue contestazioni contro Papa Leone X (no comment!), ma mi stupisce ancor di più il fatto che anche fra quei cattolici buoni e fedeli come voi si sia infilato quel certo “fondamentalismo ottuso e arrabbiato” che impedisce proprio l’uso di quella libertà di coscienza e di espressione che è sempre stata caratteristica e prerogativa del sano cattolicesimo, tanto decantata dal grande Benedetto XVI e perfino da Papa Francesco, anche se in modi totalmente diversi che varrebbe la pena di approfondire con i dovuti “distinguo”.

            Chi mai si è indignato così tanto nel mondo cattolico per difendere, ad esempio, i due grandi Papi precedenti, Giovanni Paolo II e soprattutto Benedetto XVI, bersagliati da dentro e fuori la Chiesa, denigrati, minacciati, emarginati, derisi? A tal punto che il loro Magistero è stato ignorato perfino dai Vescovi e vietato nei Seminari per favorire la teologia protestante e la teologia marxista della liberazione, con le conseguenze disastrose che stiamo toccando con mano da interi decenni. Quella teologia della liberazione senza Dio che, assieme ai suoi promotori, era stata condannata da S. Giovanni Paolo II perché pericolosa per la fede, e che invece adesso è stata “riesumata”, decantata e imposta da papa Francesco in totale dispregio dell’insegnamento dei suoi predecessori e con grave pericolo per la nostra Fede Cattolica.

Socci nel suo libro “Non è Francesco” ha fornito delle prove serie, gravissime e inconfutabili di quanto afferma, cioè del dubbio che Bergoglio sia veramente Papa, prove che nessuno dentro il Vaticano o negli alti vertici della Chiesa gerarchica si è permesso di contestare o smentire. Perché? Sarebbe stato così facile mettere a tacere il povero Socci, esponendolo alla gogna davanti al mondo intero o denunciandolo pubblicamente per queste sue eventuali menzogne o fantasticherie! Invece a quanto pare non ci sono prove né testimoni che attestino il contrario e pertanto egli manifesta apertamente e con vera apprensione e preoccupazione i suoi fondati dubbi di credente, consapevole che qui non c’è in gioco la nomina di Renzi piuttosto che di Berlusconi, ma la stessa volontà di Dio sul suo “Eletto e Consacrato”. E con Dio non si scherza! A Dio non la si fa! Senza dire di Messori, il quale, con grande prudenza, com’è il suo stile, si è semplicemente permesso di affermare che questo Papa è imprevedibile…. o poco più.  Salvati cielo!

Ma voi, cari amici cattolici, come potete pensare che noi, cattolici praticanti come voi che amano Gesù Cristo e la Chiesa, possiamo essere così arroganti da pretendere di criticare il “Magistero dell’attuale Pontefice” senza un reale e grave motivo? Se lo facciamo andando contro corrente come voce di chi  grida nel deserto non è certo per motivi di stupido orgoglio, o di sterile contestazione, ma perché siamo interiormente convinti, con moltissima sofferenza, che questo Papa sta portando, parole sue: “La Chiesa fuori della Chiesa, verso la modernità.” Vale a dire verso quel modernismo pericoloso combattuto da San Pio X e riemerso con forza dopo il Concilio. E non si venga a dire che sono i media a manipolare i suoi discorsi! E’ lui stesso a lanciare al momento giusto messaggi ambigui e ben mirati davanti ai quali noi abbiamo il dovere di dire: “NON POSSUMUS!”.

Prima di applaudire tutti all’unisono Papa Francesco esaltandolo come pecore belanti telecomandate dai poteri occulti, perché non cercate di far uso della ragione (Benedictus docet!) e di vedere se il Magistero e il comportamento di questo Papa è in sintonia con quello perenne della Chiesa? E’ un’operazione che TUTTI DOVREBBERO FARE ALLA LUCE DELLO SPIRITO SANTO con grande umiltà, prima di sentirsi paladini di un Papa che, attraverso il suo comportamento da “Capo-Scout”, davvero disdicevole per la sua altissima dignità e carica, sta seminando ovunque confusione, errore e sconcerto, rilasciando interviste al limite della volgarità, a tal punto che sembra tutto studiato apposta per declassare e denigrare sia il Papato che la stessa Chiesa Cattolica mettendola in ridicolo davanti al mondo intero. E poi questa specie di “obbligo morale” di dovergli obbedienza cieca e reverenziale, pena quasi la scomunica, lascia davvero sconcertati e allibiti!

Neppure Gesù Cristo ha mai chiesto un’obbedienza cieca e irrazionale davanti alle sue leggi e alla Sua stessa Persona divina, ma ha voluto dare dei segni, delle prove e testimonianze affinchè il nostro atto di fede fosse consapevole, pieno, convinto, libero, razionale. E noi dovremmo obbedire a questo enigmatico Papa che semina errori, confusioni, dubbi, perfino scandali attirando folle urlanti in una sorta di delirio preternaturale? Sai Baba sapeva fare questo e di più!
  1. Un Papa che saluta la folla nelle Filippine col gesto delle corna a mo’ di benedizione satanica. Da quando questo volgarissimo gesto fa parte della tradizione della Chiesa?
  2. Un Papa che mai si inginocchia durante la consacrazione nella Messa e che cerca di fuggire durante l’esposizione del Santissimo. Al limite si siede, però mai lo si è visto inginocchiato!
  3. Un Papa che mai, assolutamente mai, ha pronunciato quella bellissima giaculatoria-saluto tipica dei cattolici, Vescovi e Papi in testa: “SIA LODATO GESU’ CRISTO”.
  4. Un Papa che fa dichiarazioni pubbliche di una volgarità inaudita, parlando di “pugni”, “calci nel posteriore”, paragonando la maternità coraggiosa a quella dei “conigli”, praticamente un invito alla contraccezione, come anticipazione degli argomenti del prossimo Sinodo di ottobre.
  5. Un Papa che ha ignorato il prezioso Magistero sulla famiglia di S. Giovanni Paolo II, che ha sigillato come definitiva la dottrina della Chiesa sulla famiglia, per aprire un Sinodo ambiguo e inaffidabile che sta già dando frutti deleteri nelle diocesi del mondo.
  6. Un Papa che è fiero di essere proclamato "Capo delle religioni mondiali", una sorta di “Guru mondiale”, con lo scopo di riunire tutte le religioni nella "Nuova Chiesa Unita" NCU, per raggiungere non la fede cristiana ma la pace. Con il progetto di porre la sede centrale addirittura in Vaticano, in dispregio e sfida alla Sede di Pietro! Figuriamoci quale pace senza Cristo! Ci penserà l’Islam a “far rinsavire” i deliranti, issando la sua bandiera sul cupolone!

E per far questo Bergoglio sta girando il mondo per attirare a se (non a Cristo) quanta più gente possibile per convogliarla tutta verso questa specie di “ONU DELLE RELIGIONI” come la chiamano, voluta dalla massoneria. Infatti la massoneria dopo aver corrotto seminaristi e sacerdoti, ricattato Vescovi e Cardinali, manipolato Liturgia e Dottrina, dissacrato famiglia, donna, vita, ecc. adesso sembra che sia riuscita a prendere possesso anche del Soglio di Pietro.

E’ forse così scandaloso affermare che siamo in un’epoca che si potrebbe definire senza tanti scrupoli “IL VOLTO DELL’ANTICRISTO”? Dal momento che tutto si rivolta contro Gesù Cristo, la Chiesa cattolica e il Cristianesimo con migliaia di martiri ogni anno! O vi sembra forse che stiamo navigando tutti verso l’Isola felice con un timoniere esperto come Papa Francesco che conosce bene la rotta?  Il fatto che la Chiesa è di Cristo e che le porte degli Inferi non prevarranno, non ci dispensa dal dovere di saper leggere dentro gli eventi e di pregare molto, soprattutto il Santo Rosario, anche alla luce delle rivelazioni di grandi mistici quali la Emmerich, Padre Pio, i messaggi di Fatima, santa Faustina ecc. che mettono in guardia da questo brutto periodo storico che stiamo vivendo, chiedendo luce allo Spirito Santo per saper riconoscere “I segni dei tempi”, e testimoniare con eroismo e lungimiranza la nostra fede nel Signore Gesù.

14 commenti:

  1. bergoglio è l'anticristo, tra qualche mese, dirà che l'Eucarestia è solo il ricordo della cena di Cristo, e non il suo corpo!!! Questa sarà l'ultima delle bestemmie contro la vera dottrina di Cristo. E dopo aver rinnegato anche Medjugorie, ci sarà la più grande scissione della chiesa cattolica romana. Prete contro prete, vescovo contro vescovo e fedele contro fedele. Ci saranno guerre atomiche, disastri naturali immani, un grande segno nel cielo, 2 profeti che giungeranno a guidare il popolo di Cristo, ed infine rinasceremo per l'eternità!!! Siano lodati Gesù e Maria.

    RispondiElimina
  2. Buongiorno solo alcune precisazioni
    1.le corna come le chiama nella lingua sei segni,x i non udenti intendo,significano Ti voglio bene
    2.che ne sa se non abbia problemi ad inginocchiarsi?ha mai sofferto lei di problemi alle ginocchia?io si anche se giovane!non credi che Dio fulmini chi non si inginocchia x validi motivi!
    3.Gesù Cristo si loda con la vita e non solo a parole.le formule non hanno valore assoluto!
    4.indire un sinodo sulla famiglia x valutare la situazione attuale non mi sembra diabolico.è una realtà con cui ci si confronta ogni giorno.mi pare che a sinodo concluso a dispetto di tutte le idiozie messe in giro il Papa stia ancora valutando su un suo pronunciamento.sui conigli il Papa voleva semplicemente dire che non si è più bravi degli altri xché si fanno tanti figli e mi sembra che l'esempio che aveva fatto fisse calzante.di paternità e maternità responsabile ne han parlato a lungo i suoi predecessori!
    5.il concilio vaticano secondo parla espressamente di semi del Verbo nelle altre religioni.cercarr un dialogo su cosa ci unisce sui temi di vitale importanza x l'umanità intera non è diabolico, al contrario.non dimentichi che Papa GiovanniPaolo Ii ha pregato nel 1986 ad assisi con i rappresentanti delle varie religioni, preghiera ripetuta da Benedetto XVI.della visita in sinagoga di Giovanni Paolo e della preghiera nella moschea blu ad instambul di Benedetto x fare 2 esempi!


    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ha alcun problema ad inginocchiarsi.
      Quando pratica la lavanda dei piedi ci riesce benissimo.
      Anche io lo amavo questo papà poi ho aperto gli occhi, ho messo insieme i tasselli e mi son documentata. La Chiesa cadrà ma chi ha la fede nel cuore non cadrà mai!

      Elimina
    2. Il fervore crudo e impietoso, a tratti crudele con cui si giudica il successore di Pietro definendolo addirittura Anticristo mi ricorda molto l'indignazione profonda dei cari farisei ligi a leggi e regolamenti verso quel tale chiamato Gesù che scombinava le cose mangiando coi peccatori, promettendo si pagani il regno e lavorando di sabato...

      Elimina
  3. Creare ponti tra le diverse confessioni non significa amalgamare le religioni e farne un tuttuno, significa semplicemente cercare un dialogo così come fece S. Francesco nostro Patrono.. O per caso vuole insinuare anche che S. Francesco faceva parte della massoneria? Purtroppo la mentalità sua sig.ra Patrizia e quella di tanti che la pensano come lei è tipica dei cristiani fondamentalisti.. Le divisioni stesse le ha create l'uomo, non Gesù, ai tempi di Cristo si creò una sola Chiesa Cristiana, le divisioni le ha portate il demonio! E poi ognuno deve essere libero di professare la fede che vuole, esattamente come dice Papa Francesco e come disse Gesù quando si rivolse agli apostoli con amore dicendo loro: "Se volete, potete andare e non seguirmi più". Il vero cristiano non impone nulla, ma testimonia Gesù, ama e semina pace! Cosa ci vedete di massonico in questo? Mi sa che dovete rispolverarvi la Bibbia prima di scrivere certe cose.

    RispondiElimina
  4. Aggiungo che nel momento in cui in Parlamento si discuteva dei diritti sulle coppie gay e si è corso il rischio pure che i bambini venissero dati in adozione agli omosessuali privandoli della loro libertà di scelta ,il nostro Papa nulla diceva in proposito. Avrebbe dovuto urlare all'abominio , lottare affinchè ai bambini non venisse tolto il diritto di avere entrambi i genitori e invece nulla. In quella occasione ho capito che questo Papa è un falso Papa.

    RispondiElimina
  5. Bergoglio non sa nulla di Dottrina Cattolica, perchè, non credendovi, non l'ha mai studiata...Si sa, in Argentina, all'epoca, bastava entrare in seminario e ne uscivi prete...Era sufficiente seguire la cosiddetta "teologia della liberazione"...

    RispondiElimina
  6. Il fervore di giudizio a tratti tinto di odio per questo papa mi ricorda moltissimo l'indignazione di certi farisei verso le stramberie incomprese di un certo Gesù Cristo. Che mangiava coi peccatori e faceva lavorare in giorno di sabato... Attenti, il linguaggio e la chiesa del giusto non è il linguaggio e la chiesa dell'amore. Amore e Giustizia sono molto lontani nel cuore dell'uomo. Chi ha orecchie per intendere ...

    RispondiElimina
  7. al mio paese quando si sentono queste sciocchezze si dice... ma va a ciapà i ratt!!

    RispondiElimina
  8. Salvate il Cristo dalla Chiesa cattolica!
    Propongo la lettura di questo testo, scaricabile gratuitamente per cinque giorni.
    https://www.amazon.it/dp/B073K313NT/
    Non facciamoci illusioni! L'Italia è destinata al fallimento e ormai anche se si bloccassero le migrazioni, i costi per quelli che sono già sul territorio sono sostenibili soltanto aumentando il debito pubblico e questo non può continuare per sempre.
    Almeno cerchiamo di capire i motivi che ci hanno portato a questo punto.

    RispondiElimina
  9. prima tutti saranno convertiti, e dopo un periodo di pace , allora avverrà l'abominio.

    RispondiElimina
  10. questo papa non ha alcuna difficoltà ad inginocchiarsi infatti si è inginocchiato facilmente quando è entrato in una moschea musulmana

    RispondiElimina
  11. Condivido le perplessità su Bergoglio. Ho una famiglia numerosa accolta x amore di Dio e le sue parole sul numero dei figli: tre il numero suggerito,mi ha offesa e disorientata. Poi, grazie ad altre parole, gesti e interviste di Bergoglio ho ripiegato su Benedetto XVI e Giovanni Paolo II. Restano i miei fari di luce. Chissà Benedetto cosa non dice x il bene della nostra Chiesa.Preghiamo tanto, cari amici e fratelli e non scoraggiamoci, Maria ci protegge!

    RispondiElimina