giovedì 18 giugno 2020

MESSAGGIO IMPORTANTE IN OCCASIONE DELLA FESTA DEL SACRO CUORE DI GESU'


             Messaggio importante in occasione della festa 
                               del Sacro Cuore di Gesù.

In occasione delle due grandi festività del Sacro Cuore di Gesù, venerdì 19 giugno, e del Cuore Immacolato di Maria, sabato 20 giugno, siamo tutti invitati a pregare con viva forza PER RIPARARE AGLI ABOMINI COMMESSI DAI SATANISTI con i loro riti sacrileghi che cadono nella notte tra il 20 e il 21 giugno, ricorrenza del solstizio estivo che, fatalità, cade proprio alla fine della emblematica convocazione di Conte per i cosiddetti STATI GENERALI a Villa Panfili. Infatti esperti dei poteri esoterici affermano che Villa Panfili che ha accolto gli ospiti del nostro governo italiano, della UE e altri, rappresenta il nuovo BILDEBERG, cioè il luogo dove si radunano i potenti massoni del mondo per decidere, nel loro delirio di onnipotenza, le sorti dell’umanità, non certo a nostro favore. Siamo davvero in buone mani?

Meta da raggiungere per costoro è il cosiddetto “Nuovo Ordine Mondiale” dove far convogliare tutta l’umanità, o il cosiddetto “Nuovo Umanesimo” di cui tanto si parla, una meta politica e pseudo-religiosa dove viene detronizzato Gesù Cristo per acclamare a un unico ipotetico “dio” che garantisca la pace mondiale. Come se avere la pace volesse dire aver risolto tutti i problemi, materiali e spirituali, civili ed ecclesiastici. Come se eliminare Gesù Cristo, Figlio di Dio, soprattutto da parte di chi è stato chiamato a rappresentarlo in terra, fosse segno di libertà e progresso quando invece è accettare la schiavitù del diavolo. “Chi non è con me, è contro di me, dice Gesù”, vale a dire o con me o col diavolo, senza mezzi termini.

Ma come? Tu, uomo, pigmeo insignificante che hai avuto la vita da me, Dio tuo Padre, che oggi sei al mondo e domani sei polvere, tu, verme della terra, pretendi di eliminare il tuo Dio che ti ha creato e ti ha messo in un luogo di meraviglie, del quale neppure sei degno? Eliminare il nostro unico e vero Dio Creatore e Signore di tutte le cose, per il quale hanno vissuto, lavorato, sofferto e dato la vita milioni di cristiani, è solo segno di catastrofe mondiale inimmaginabile!!  Se la pazienza e misericordia di Dio è infinita, altrettanto grande e potente sarà la sua ira se l’uomo non si pente e non torna a riconoscere l’unico vero Dio! Grandi saranno i castighi per chi si inchina davanti al nemico di Dio, Satana, per avere beni effimeri, come denaro, potere e piaceri diventando suo schiavo con l’offerta della sua anima per tutta l’eternità. E la compagnia di satana all’inferno è così terribile che ha fatto tremare di orrore quei santi che hanno avuto da Dio il permesso di vederlo.

Purtroppo non solo la società civile ma anche buona parte di quella ecclesiastica, col falso papa Bergoglio in testa, non fa più mistero di voler condurre l’umanità al Nuovo Ordine Mondiale, attraverso accordi scritti e incontri interreligiosi inquietanti come quello del 5 ottobre 2019 e del 14 maggio 2020, nei quali è già stato estromesso il Figlio di Dio, Gesù Cristo per intronizzare la statuina di una dea pagana, la Pachamama, madre terra, anziché puntare sulla Madre del Cielo, Colei che ha il potere dei schiacciare la testa al diavolo. Questi sono peccati gravissimi contro lo Spirito Santo che attirano inevitabilmente l’ira di Dio su tutta l’umanità e che abbiamo il dovere di riparare con la preghiera cristiana e non pagana!

Davanti a un pericolo catastrofico, peggiore di tutte le guerre che hanno afflitto la nostra patria in questi ultimi secoli, perché non si tratta di una lotta tra i popoli, come in precedenza, ma di una lotta preternaturale fra il potere delle tenebre, Satana, e il potere della Luce, Gesù Cristo, davanti a questa eventualità DIO NON MUOVE PER NOI UN DITO SE NON SIAMO NOI A SUPPLICARLO UMILMENTE E INCESSANTEMENTE, come è ovvio che sia. 
E mentre in tempo di bonaccia, mai o raramente ci ricordiamo di pregare nostro Signore, ascoltare la Sua Parola, accogliere i Sacramenti che sono interventi divini che ci danno forza spirituale davanti alle difficoltà, accade che, quando l’acqua tocca la gola, pretendiamo che Dio venga in nostro soccorso istantaneamente, mettendolo sotto accusa se non obbedisce subito ai nostri comandi. Ma Dio non è un maggiordomo al nostro servizio! Dio è Dio! Creatore e Signore di tutte le cose, che giudicherà ognuno di noi subito dopo la nostra morte, che ci ha amato fino al punto da inviare il Suo Figlio Gesù a morire per noi in croce, popolo ingrato, indifferente e perfino crudele; è Dio Padre che vuole dai suoi figli, se non la gratitudine, come dovrebbe essere per un figlio nei confronti di suo padre, almeno la consapevolezza della sua esistenza e del suo amore per noi, pronto sempre a perdonarci, come il padre del figlio prodigo, a patto che siamo noi a supplicare il suo perdono con umiltà e senza pretese arroganti.

Per questo motivo, in vista di gravissimi pericoli che ci sovrastano, invitiamo tutti i cristiani e le persone di buona volontà, a supplicare in ginocchio i SACRI CUORI DI GESU’ E DI MARIA SANTISSIMA, DA OGGI E PER SEMPRE, perché questo regno satanico che sta distruggendo l’uomo come immagine e somiglianza di Dio, la vera Chiesa, la nostra bella Italia, le nostre famiglie, le nostre aziende, e tutta l’umanità, venga sconfitto e precipitato per sempre negli abissi dell’inferno, per far emergere definitivamente il regno di Dio Salvatore del mondo, regno di giustizia, di pace, di prosperità e di bellezza, preludio del Paradiso.

Iniziamo da venerdì 19 giugno, festa del Sacro Cuore, con rosari, litanie al Sacro Cuore e preghiere qui sotto allegate, atti di consacrazione e di riparazione ecc. fino a lunedì 22 giugno. Le trame del diavolo devono essere annientate, distrutte a forza di preghiere cristiane e non pagane!
Resta comunque inteso che questa devozione sublime rivelata a Santa Margherita Maria Alacoque dallo stesso Gesù che ha mostrato il suo amore per noi attraverso l’immagine del Suo Cuore trafitto dalle spine dei nostri peccati, RIMANE SEMPRE VALIDA PER QUALUNQUE GIORNO DELL’ANNO, SOPRATTUTTO OGNI PRIMO VENERDI’ DEL MESE, dove Gesù ci assicura la sua Grazia speciale se ricorriamo a Lui con la Confessione, Santa Messa e Santa Comunione.       
                      Coraggio.   Passaparola



CONSACRAZIONE AL SACRO CUORE DI GESU’
                     RE DELL’UNIVERSO

O Gesù dolcissimo,
Redentore del genere umano,
riguarda a noi umilmente prostrati
dinanzi al tuo altare.
Noi siamo tuoi e tuoi vogliamo essere,
e per poter vivere a te più strettamente congiunti,
ecco che ognuno di noi oggi,
spontaneamente, si consacra al tuo
Sacratissimo Cuore come Re dell’universo.

Molti purtroppo non ti conobbero mai,
molti, disprezzando i tuoi comandamenti,
ti ripudiarono.
O benignissimo Gesù, abbi misericordia
degli uni e degli altri e tutti quanti attira
al tuo Cuore santissimo.

O Signore, sii il Re non solo dei fedeli che
non si allontanarono mai da te,
ma anche di quei figli prodighi che ti abbandonarono;
fa che questi quanto prima ritornino alla casa paterna,
per non morire di miseria e di fame.

Sii il Re di coloro che vivono nell’inganno dell’errore
e per discordia da te separati;
richiamali al porto della verità e all’umiltà della fede,
affinché in breve si faccia un solo ovile sotto un solo Pastore.

Elargisci Signore, incolumità e libertà sicura
alla tua Chiesa; elargisci a tutti i popoli
la tranquillità dell’ordine; fa che da un capo all’altro
della terra risuoni quest’unica voce:
sia lode a quel Cuore divino
da cui venne la nostra salvezza.
A lui si canti gloria e onore nei secoli dei secoli. 
                                       Amen


ATTO DI RIPARAZIONE AL SACRO CUORE DI GESU’
(di papa Pio XI con aggiornamenti)

Gesù dolcissimo, il cui immenso amore per gli uomini viene con tanta ingratitudine ripagato di oblio, di trascuratezza, di disprezzo, ecco che noi, prostrati innanzi a te, intendiamo riparare con particolare onore, tanta indegna freddezza e le ingiurie con le quali viene ferito dagli uomini l’amatissimo tuo Cuore.
      Memori però che noi pure altre volte ci siamo macchiati di tanta indegnità, e provandone vivissimo dolore, imploriamo anzitutto per noi la tua misericordia, pronti a riparare, con volontaria espiazione, non solo i peccati commessi da noi, ma anche quelli di coloro che, errando lontano dalla via della salvezza, non accettano di seguire Te, come Pastore e guida, ostinandosi nella loro infedeltà calpestando le promesse del Battesimo.
                         Diciamo insieme:       Perdona Signore

Le tante insidie e perversioni che inducono alla corruzione alle anime innocenti
                          (tutti) Perdona Signore

L’immodestia e l’oscenità dell’abbigliamento, degli spettacoli e della moda.
                          (tutti) Perdona Signore

I delitti contro la vita nascente nel grembo delle madri e tutti gli altri abomini contro la vita umana. 
                            (tutti) Perdona Signore

Le bestemmie contro il tuo Santo Nome, la profanazione dei giorni festivi, dei 10 Comandamenti e il disprezzo per i 7 Sacramenti da Te istituiti.
                          (tutti) Perdona Signore

La profanazione dell’UNICA famiglia voluta da Dio per sostituirla con altre indegne proposte;
                          (tutti) Perdona Signore

Le colpe di quelle Nazioni contro i diritti dei popoli che reclamano la loro dignità come persone, la loro libertà religiosa, la difesa dei valori non negoziabili, ecc.    
                          (tutti)  Perdona Signore

Madre di Misericordia, proteggi e difendi la Santa Chiesa dal relativismo, dall’eresia, dall’apostasia, dallo gnosticismo, e da ogni attacco del demonio.
Regina della Pace, ti consegniamo l’Italia, l’Europa e il mondo intero perché tu la protegga dal maligno e la custodisca nella sua identità cristiana.
Accogli, te ne preghiamo, o Gesù, per intercessione della beata Vergine Maria riparatrice, e di tutti i Santi, questo nostro ossequio di riparazione, unito a quella soddisfazione che tu stesso offristi sulla Croce al Padre e che ogni giorno rinnovi sugli altari.
Conservaci fedeli al Tuo servizio, alla Tua volontà divina fino alla morte, per poter giungere a quel “Regno dei Cieli” dove Tu, col Padre e con lo Spirito Santo, vivi e regni per tutti i secoli dei secoli.      AMEN


PREGHIERA DI CONSACRAZIONE AI SANTISSIMI CUORI
DI GESÙ, GIUSEPPE E MARIA

Cuori Sacratissimi di Gesù, Giuseppe e Maria,
ci rivolgiamo a Voi con questa supplica
per chiedere l’aiuto e la protezione
su di noi e su tutti i nostri cari.

Consapevoli dei rischi e dei pericoli
in cui si trovano le nostre famiglie
e considerando con timore e sofferenza
che questa situazione si fa sempre più grave,
osiamo alzare i nostri occhi a Voi,
Cuori Sacratissimi di Gesù, Giuseppe e Maria,
per chiedere di venire in soccorso
delle nostre famiglie
e di racchiuderle nei Vostri Sacri Cuori
perché siano protette e custodite.

Aiutateci Gesù, Giuseppe e Maria!
Conservateci l’unità, la fede, l’amore,
la rettitudine, la fedeltà,
la liberazione dai vizi più pericolosi.
Salvateci dai mali e dalla rovina morale,
spirituale e fisica, dalla perdizione eterna.

A questo fine ora consacriamo TUTTI NOI
E LE NOSTRE FAMIGLIE ai vostri Sacri Cuori
perché siamo salvati da ogni pericolo
dell’anima e del corpo.
Cuori Sacratissimi di Gesù, Giuseppe e Maria
pregate per noi.       Così sia


INNO AL SACRO CUORE DI VECCHIA MEMORIA

Sacro Cuor d’amor ferito
D’amor santo i cuori accendi,
e partecipi li rendi
della manna tua vital.

O d’amor inclita fonte,
d’acqua limpida sorgente,
carità per sempre ardente,
espiatrice d’ogni mal.

Dolce Cuor del mio Gesù
Fa ch’io t’ami sempre più.   (bis)





LITANIE DEL SACRO CUORE DI GESU’

Signore pietà                    bis
Cristo pietà                      bis
Signore pietà                    bis
Cuore di Gesù, Figlio dell’Eterno Padre                abbi pietà di noi  
Cuore di Gesù, formato dallo Spirito Santo
 nel grembo della Vergine Maria                                           “
Cuore di Gesù, sostanzialmente unito al Verbo di Dio          ecc.
Cuore di Gesù, infinitamente maestoso
Cuore di Gesù, Tempio Santo di Dio
Cuore di Gesù, Tabernacolo dell’Altissimo
Cuore di Gesù, abitazione di Dio e porta del cielo
Cuore di Gesù, fornace ardente di carità
Cuore di Gesù, santuario di giustizia e di carità
Cuore di Gesù, traboccante di bontà e di amore
Cuore di Gesù, abisso di tutte le virtù
Cuore di Gesù, degnissimo di ogni lode
Cuore di Gesù, sovrano e centro di tutti i cuori
Cuore di Gesù, nel quale sono tutti i tesori 
della sapienza e della scienza
Cuore di Gesù, nel quale abita tutta la pienezza della divinità
Cuore di Gesù, nel quale il Padre si è compiaciuto
Cuore di Gesù, dalla cui pienezza noi tutti abbiamo attinto
Cuore di Gesù, desiderio dei colli eterni
Cuore di Gesù, paziente e misericordioso
Cuore di Gesù, generoso verso coloro che ti invocano
Cuore di Gesù, sorgente di vita e di santità
Cuore di Gesù, propiziazione per i nostri peccati
Cuore di Gesù, ricoperto di obbrobri,
Cuore di Gesù, spezzato per causa dei nostri peccati
Cuore di Gesù, obbediente fino alla morte
Cuore di Gesù, trafitto dalla lancia
Cuore di Gesù, sorgente di ogni consolazione
Cuore di Gesù, nostra vita e risurrezione
Cuore di Gesù, nostra pace e riconciliazione
Cuore di Gesù, vittima dei peccatori
Cuore di Gesù, salvezza di quanti sperano in te
Cuore di Gesù, speranza di quanti muoiono in te
Cuore di Gesù, felicità di tutti i Santi

Agnello di Dio che togli i peccati del mondo,     perdonaci, Signore
    “                          “               “                        ascoltaci Signore
      “                    “                       “                    abbi pietà di noi.

Preghiamo:
O Dio, fonte di ogni bene, che nel Cuore del tuo Figlio
ci hai aperto i tesori infiniti del tuo amore,
fa che rendendogli l’omaggio della nostra fede
adempiamo anche al dovere di una giusta riparazione.
                           Per Cristo nostro Signore.   Amen













venerdì 29 maggio 2020

LA GIOIA DI VIVERE, L'ABOMINIO DELLA DESOLAZIONE

LA GIOIA DI VIVERE
L’ABOMINIO DELLA DESOLAZIONE
BREVE CATECHESI

PREMESSA: Questo scritto, frutto di preghiera e riflessione, è solo per i cristiani o comunque per tutte quelle persone che vogliono approfondire la bellezza della nostra fede cattolica che ha il suo fondamento sul perno fondante che è Gesù Cristo e sul Sacramento per eccellenza che Lui ci ha voluto consegnare: la santa Eucaristia, considerando che purtroppo ormai c’è molta ignoranza sulle questioni della nostra fede, nonostante siano sempre a disposizione nel catechismo della Chiesa Cattolica, perché nessuno o pochi sacerdoti la insegnano, soprattutto nella sua verità storica, teologica rivelataci da Gesù Cristo, e non sotto l’aspetto di una sociologia ecologica.
Perfino molti seminaristi credono di sapere di tutto e di più, e forse è anche vero perché spaziano da elucubrazioni filosofiche a quelle teologiche di autori che di cattolico nulla hanno, però ignorano le basi fondamentali della nostra Fede con le conseguenze disastrose di peccare di dissacrazione e di sacrilegio, forse perché non hanno più la consapevolezza della sacralità dei sacramenti che conferiscono quella Grazia particolare detta “sacramentale” che ci permette di vivere le tre virtù teologali di Fede, Speranza e Carità, oltre alle quattro virtù cardinali: Prudenza, Giustizia, Fortezza e Temperanza, e alle molte virtù umane, tra cui primeggia per il cristiano la virtù della castità, oggi così derisa e sottovalutata.
L’occasione per questo approfondimento è capitata a seguito del “coronavirus” che ci ha visti rinchiusi in casa e privati di quel nutrimento spirituale eccezionale che è “la Santa Messa, o Santa Eucaristia”, di cui molti cristiani hanno sentito fortemente la mancanza. L’aver constatato l’abbandono dei nostri pastori che hanno chiuso i battenti di quasi tutte le chiese del mondo, anziché spalancarle ai fedeli davanti a simili calamità, è stato di una gravità inaudita che ha comunque spinto la gente a serie riflessioni su quanto sta accadendo nella chiesa cattolica, da parecchi anni in balia delle tempeste diaboliche più terribili.
Nel cercare di affrontare questo non facile e combattuto tema, in pratica sulla Chiesa in tempesta, mi scuso se faccio esempi molto semplici, frutto della mia esperienza pluridecennale come educatrice-catechista, ma spero siano efficaci per dare l’idea concreta della situazione attuale dalla quale non si potrà uscire se non prendendone chiara consapevolezza col Rosario sempre alla mano!
Che lo Spirto Santo illumini la nostra mente e il nostro cuore.   

LA GIOIA DI VIVERE
Chi di noi non ha sperimentato un profondo sospiro di sollievo gustando l’ebrezza della libertà (anche se vigilata!!) dopo la prigionia del coronavirus! Ritrovarsi per strada con amici, anche senza poterci riabbracciare come vorremmo, ma per scambiarci un saluto affettuoso dopo un lungo periodo di difficoltà.
Chi non ha respirato a pieni polmoni godendo di quella solita passeggiata fra il verde che prima era diventata quasi noiosa, mentre adesso è come un viaggio a Cortina!
Chi non si è sentito rinvigorire mentre è tornato a farsi i capelli dal suo parrucchiere dopo due mesi, o dal dentista o dal fisioterapista, luoghi che prima erano solo fastidiosi!
Chi non si è sentito sobbalzare il cuore dalla gioia quando ha potuto riabbracciare il suo Gesù nella Santa Messa potendolo ricevere di nuovo nell’Ostia Santa? Nonostante assurdi protocolli di intesa fra Stato e Chiesa che rasentano la dissacrazione di cui parlerò più avanti.
Chi non ha versato qualche lacrimuccia nascosta di commozione mentre ha riaperto il suo negozio pieno di polvere nonostante l’incertezza del futuro, o è rientrato a lavorare in fabbrica correndo dalla gioia mentre prima era tutta una lamentela per la pesantezza del lavoro.

Quanto è bello il mondo in cui viviamo, quanto grande sei Tu, mio Dio che lo hai creato così meraviglioso e lo hai messo a nostra disposizione perché lo “dominassimo” per il bene dell’umanità. Fa che non perdiamo mai quel dono soprannaturale della “SAPIENZA” infuso con i Sette Doni dello Spirito Santo nel giorno della nostra Cresima che ci aiuta a capire la verità e profondità degli eventi che ci sovrastano, al di sopra della loro apparenza, dandoci la forza di essere autentici “guerrieri” pronti a combattere tutte le battaglie che si stanno affacciando all’orizzonte per la difesa della nostra vita, libertà, fede, famiglia, patria e di tutto quel bellissimo patrimonio di natura e di bellezza che ci hai messo a disposizione.
Porta in cielo, o Gesù le anime di quelli che hai voluto associare alla tua passione durante questa epidemia, vera o pilotata che sia, sempre grande tribolazione è stata per tutto il mondo. Perdona quelli che, senza mai pregare nella loro vita, si ricordano che esisti solo per accusarti delle calamità che accadono, come se tu, o Dio, fossi il responsabile di quelle sciagure che solo la malvagità umana suggerita dal diavolo può concepire: guerre, batteri micidiali, vaccini mortali, oppressione e sfruttamento dei poveri; distruzione dell’unica vera famiglia da te voluta sin dalla creazione del mondo per buttarci in pasto a delle ammucchiate sessuali deplorevoli; oscene sfilate che reclamano diritti che sono la rovina di chi li pretende; crimini contro gli innocenti nel grembo della madre ormai a milioni che gridano vendetta dal cielo e che hanno provocato più morti che per le due ultime guerre mondiali messe insieme; scandalo e abuso degli innocenti, tra cui il crimine del GENDER che rovina i bambini nel corpo e nell’anima sin dalla scuola materna.
Ecco il brano della raccomandazione dell’OMS che, pur non avendo alcun valore giuridico vincolante, purtroppo viene imposta in tutte le scuole con minacce di denuncia per i genitori dissenzienti: “Già all’asilo i bambini devono conoscere il piacere della masturbazione e scoprire il corpo dell’altro sesso. A 9 anni devono sapere come usare il preservativo e a 15 essere ben consapevoli del diritto di abortire”.
Come risposta immediata la senatrice dott. Paola Binetti ha scritto alla Lorenzin “documento indistinguibile da un manuale di corruzione dei minori, ecc.…” Manca l’ultima parte che dovrebbe dire: “A 18 anni, dopo questa valanga di esperienze sessuali senza amore, suicidio assicurato”. 

Ma peggio di tutto questo, o mio Dio, è il peccato di idolatria e apostasia voluto da Satana attraverso i suoi seguaci dentro la chiesa cattolica che porta alla rovina, forse inconsapevole, di molte anime, anche a motivo di molta ignoranza e superficialità tra gli stessi credenti in materia di dottrina cristiana che ormai prendono ogni preghiera o evento voluto dal papa come segno certo della volontà di Dio. E INVECE ATTENZIONE, PERCHE’ NON E’ COSI’. Anche i Vescovi anche il Papa devono obbedire a Gesù Cristo.
E’ per questo, cari amici, che dobbiamo aprire gli occhi, chiedere luce allo Spirito Santo per capire che ormai non si torna più indietro perchè dobbiamo affrontare la battaglia tra il potere della Luce e quello delle tenebre che si sta profilando all’orizzonte in tutta la sua drammaticità ma anche provvidenzialità, perché tutto accade per il nostro bene, per la nostra salvezza. Il coronavirus ha segnato una tappa importante nella vita di ognuno di noi a livello mondiale! perché, volente o nolente, ci ha costretti, nella sua improvvisa irruenza e gravità, a guardare dentro di noi, nella nostra vita allo scopo di arrivare a guardare un po’ più in su, verso il Cielo, alla Vita Eterna e al giudizio di Dio. Questa è stata la prima avvisaglia che ci ha mandato il Signore, che si serve anche di fatti negativi come questo del virus così violento forse scappato da qualche laboratorio, ma sicuramente per intervento satanico, alfine di volgere tutto al nostro bene, alla nostra conversione, perché questa vita è breve, passa in fretta e ci aspetta l’abbraccio paterno e amoroso del Padre PER SEMPRE o una vita da inferno con i diavoli. Questa è la nostra fede confermata da Gesù,e non si scappa!

L“ABOMINIO DELLA DESOLAZIONE” Già da tempo siamo entrati nel cosiddetto, terribile periodo denominato l’abominio della desolazione che nella chiesa cattolica ha raggiunto il suo vertice con alcune cerimonie pubbliche di una gravità inaudita. Il vero abominio infatti si riferisce prevalentemente al peccato gravissimo contro lo Spirito Santo che, a differenza degli altri peccati, non può essere perdonato perché è direttamente CONTRO IL SOMMO BENE CHE E’ DIO E LE COSE SACRE, peccato suggerito da satana per indurre gli uomini ad adorare il “principe delle tenebre”, (come da episodio del vangelo nelle tentazioni di Gesù), quel diavolo che promette beni, successo e potere, ma poi ti trascina nell’inferno dopo averti illuso che non esiste.
I fedeli, il gregge di Dio anche se abbandonato o tradito dai suoi pastori, deve avere il coraggio di dire “NO! STOP!” Se tu Pastore, Vescovo o Papa, non mi porti a Gesù Cristo, io non posso seguirti. Se il Papa non sta con Gesù Cristo, io non posso stare col Papa. Il rischio non è da poco perché ne va di mezzo la salvezza eterna della nostra anima. Papa San Giovanni Paolo II ci ha avvertito nel 1976: “NOI SIAMO DI FRONTE OGGI AL PIÙ GRANDE COMBATTIMENTO CHE L’UMANITÀ ABBIA MAI VISTO. NON CREDO CHE LA COMUNITÀ CRISTIANA L’ABBIA COMPRESO TOTALMENTE. SIAMO OGGI DI FRONTE ALLA LOTTA FINALE FRA LA CHIESA E L’ANTI CHIESA, FRA IL VANGELO E L’ANTI VANGELO”. Sono passati parecchi anni da quell’avvertimento allarmante ma adesso siamo nel pieno di questo periodo di lotta tra il potere delle tenebre e quello della Luce, cioè fra il diavolo e Gesù Cristo, profetizzato da molte fonti. Vediamone in concreto i fatti:

1.               L’accordo scritto lo scorso anno 2019 tra papa Bergoglio e l’Iman musulmano di Abu Dabhi per riunire i rappresentanti delle religioni mondiali allo scopo di pregare per la pace. Fatto che ha avuto il suo esordio lo scorso 14 maggio 2020 allo scopo di invocare l’intervento di una fantomatica divinità “interreligiosa” per debellare l’epidemia. Questi incontri interreligiosi che sembra debbano proseguire in ottobre RISULTANO GRAVEMENTE BLASFEMI perché, in nome di un Dio o un Essere supremo senza volto, si esclude l’unico vero Dio Trinitario, Padre Figlio e Spirito Santo. Non possiamo accettare nè partecipare a queste preghiere ecumeniche, perché, emarginato Gesù Cristo, vero Dio e vero uomo, c’è il rischio che venga invocato il demonio perché dove non c’è Gesù c’è il demonio. “O con me o contro di me” dice Gesù con tono perentorio. E questo non fa altro che scatenare il potere diabolico di satana, come stiamo vedendo davanti ai nostri occhi: epidemie, disoccupazione, disperazione, aumento di aborti, di infedeltà ecc.  
I cattolici sanno che possono e devono pregare solo con le preghiere cristiane di sempre rivolte a Dio Padre, a Dio Figlio che è Gesù, a Dio Spirito Santo, un solo Dio in Tre Persone, oltre che la Madonna, San Giuseppe, Angeli e Arcangeli, i Santi, i Patroni protettori, le anime del purgatorio oltre che le devozioni tipiche della tradizione cattolica. E sanno pure che, ad avvalorare le loro preghiere, ci sono i Sacramenti, in particolare confessione e Comunione, oltre che le loro opere buone. Questa è la fede di sempre.
MESSA MODIFICATA? Se è vero che la massoneria ecclesiastica vuole modificare entro fine anno anche il canone della Messa e dicono perfino la formula intoccabile della “Consacrazione” voluta così da Gesù, LA SANTA MESSA RISCHIA DI DIVENTARE INVALIDA E PERFINO SACRILEGA e pertanto noi cattolici abbiamo il dovere di fuggire da queste messe eretiche dove neppure avviene la consacrazione, pregando da casa Dio Padre Figlio e Spirito Santo, soprattutto col Santo Rosario, certi che il Signore non ci farà mancare l’aiuto necessario, né ai fedeli laici, né ancor meno ai sacerdoti che saranno chiamati a scegliere con chi stare molto probabilmente: o con la falsa chiesa di Bergoglio o con quella vera di Gesù Cristo.

2…   L’aver compiuto il 5 ottobre 2019 da parte di Bergoglio un culto idolatrico pubblico dentro il cuore della Chiesa cristiana che è San Pietro, in onore di una divinità pagana la “madre terra” detta Pachamama, portando in processione la statuina assieme ad alcuni Vescovi e Cardinali è stato di una gravità inaudita, anche se fatta passare sotto silenzio, un peccato contro lo Spirito Santo e direttamente contro IL PRIMO COMANDAMENTO “NON AVRAI ALTRO DIO FUORI DI ME”..
Nonostante le pesanti ma doverose correzioni fraterne da parte di Mons. Carlo Viganò che ha invitato il papa a riconsacrare la basilica di San Pietro dopo quella cerimonia pagana, Bergoglio va avanti per la sua strada di profanazione della nostra fede, illudendoci tra un bel discorso e l’altro da Santa Marta che lui è dentro la chiesa cattolica, “chiesa in uscita” comunque, ma vuole l’unità con le altre religioni, mentre questo è falsità eretica e impossibile da realizzare perché le altre religioni hanno obiettivi ben diversi inconciliabili tra loro e pertanto non possono che portare a conclusioni molto diverse e sicuramente lontane dalla nostra fede cattolica e dal nostro vero e unico Dio che è Gesù Cristo. Dentro la chiesa cattolica ci stiamo e rimaniamo noi cattolici da sempre, col nostro unico e vero papa emarginato e perseguitato che è papa Benedetto XVI.  Tutti gli altri sono lupi vestiti da agnello da cui stare alla larga, a meno che non si convertano.

A parere di molti credenti, è assai probabile che il coronavirus, qualunque ne sia la causa, errore di laboratorio voluto o subito o altro, possa essere stata una “risposta” malefica del diavolo a seguito di questo culto pagano che in effetti ha cominciato a serpeggiare prima larvatamente poi sempre più fortemente, da quel 5 ottobre 2019, data del culto in San Pietro alla dea pagana Pachamama.  Infatti, anche se il virus sembra provenire dalla Cina, terra del dragone!, sta di fatto che ha colpito pesantemente soprattutto l’Italia dove si è svolta la cerimonia pagana, per poi diffondersi in tutto il mondo perché tale cerimonia pubblica blasfema ha riguardato il mondo intero! Tutte coincidenze? A Dio non la si fa e questo papa venuto dalla fine del mondo sta portando negatività e calamità ovunque passa, ma soprattutto in Italia, sede del trono di Pietro per volere di Dio. Dal giorno del suo insediamento, tutta la nostra patria sta subendo un declino inesorabile e quasi invincibile come governato da forze preternaturali inarrestabili. Per questo dobbiamo pregare molto, anche per lui, Bergoglio, che si converta ma se lui non vuole, ciascuno di noi deve pensare alla propria anima. A Betlemme dopo il suo passaggio si è incendiato il luogo della natività; la colomba bianca fatta volare dalla finestra di S Pietro è stata aggredita e uccisa da un corvo sotto gli occhi dei presenti; dopo la sua visita a Fatima, il Portogallo ha subito un incendio devastante per molti giorni senza poterlo fermare; la stessa Amazzonia in nome della quale si è svolto un sinodo eretico, è stata devasta da un incendio quasi inarrestabile e tuttora ha subito un numero incalcolabile di morti per virus, anche per mancanza di igiene.

3)           Come se non bastasse, l’aver accettato passivamente, senza alcun contraddittorio da parte della CEI il protocollo d’intesa del 7 maggio tra lo Stato e la Chiesa, soprattutto nell’art. 3.4 che parla addirittura dell’uso di guanti e mascherina durante la celebrazione liturgica della Santa Messa, è di una gravità inaudita. Non solo per ingerenza indebita dello Stato nelle questioni di carattere prettamente ecclesiastico, senza obiezione alcuna da parte del card. Bassetti che ha firmato, ma soprattutto perché denota UNA MANCANZA DI FEDE ENORME NELLA PRESENZA DI GESU’ VIVO E VERO, CIOE’ DIO ONNIPOTENTE NELL’OSTIA SANTA! Hanno trattato il luogo sacro come se la Chiesa, fonte di salvezza e non di contagio fosse un qualunque teatro, e la cerimonia sacra della Santa Messa come uno spettacolo contagioso dal quale mettersi al sicuro usando orripilanti strumenti più adatti a una sala operatoria che a una Mensa eucaristica. Questo ha aperto la strada a profanazioni infami e blasfeme da parte di molti sacerdoti (non tutti) col solito tacito consenso colpevole dei Vescovi.
Se crediamo che veramente nell’Ostia Santa c’è il Corpo di Gesù che perdona i peccati e guarisce tutte le malattie, avendoci dato oltretutto moltissime prove miracolose nei secoli, come possiamo pensare che il nostro Dio onnipotente si faccia condizionare da un miserabile virus e venga a contagiarci? Quando nel passato tutte le epidemie sono state vinte attraverso Messe, Comunioni e Processioni anche in mezzo a morti e moribondi per le strade! Ma qui siamo a livelli di imbecillità da “untori” di manzoniana memoria.

LA CHIESA E IL MONDO. Molti credono che il Dio cristiano ci voglia fustigare sulla terra impedendoci di godere dei beni materiali che tanto ci attirano.  Assolutamente falso. Vi pare che Dio ci abbia dato un mondo così bello con mari e monti e tramonti e spiagge e laghi e sole e pioggia… perché ce ne restassimo a vivere nel buio delle caverne anziché goderci tutte queste meraviglie, arricchendole di opere meravigliose grazie alla nostra intelligenza e intraprendenza, anch’esse frutto della bontà di Dio?
Sentite la bellezza del Salmo n. 8:O Signore nostro Dio, quanto è grande il tuo nome su tutta la terra. Sopra i cieli si innalza la tua magnificenza. Con la bocca dei bimbi e dei lattanti affermi la tua potenza contro i tuoi avversari, per ridurre al silenzio nemici e ribelli. Se guardo il tuo cielo opera delle tue dita, la luna e le stelle che tu hai fissate, che cosa è l’uomo perché te ne ricordi, il figlio dell’uomo perché te ne curi? Eppure l’hai fatto poco meno degli Angeli, di gloria e di onore lo hai coronato: gli hai dato potere sulle opere delle tue mani, tutto hai posto sotto i suoi piedi: tutti i greggi e gli armenti, tutte le bestie della campagna; gli uccelli del cielo e i pesci del mare, che percorrono le vie del mare. O Signore nostro Dio, quanto è grande il tuo nome su tutta la terra”. Qualche brano tratto dal Magnificat: “Ha spiegato la potenza del suo braccio, ha disperso i superbi nei pensieri del loro cuore, ha rovesciato i potenti dai troni, ha innalzato gli umili…

BREVE CATECHESI DELLA DOTTRINA CRISTIANADio è uno solo: eterno, onnipotente, misericordioso. Nella sua essenza intima Egli è Padre, Figlio, Spirito Santo: tre persone uguali e distinte, nell’unico e identico Essere divino. Dio è Verità e Amore. In principio Egli creò il cielo e la terra. In particolare volle creare l’uomo a “sua immagine e somiglianza” con un’anima spirituale e immortale, capace di conoscerlo e di amarlo. Col peccato l’uomo si allontanò radicalmente da Dio, rifiutando la somiglianza con Lui, e perdendo la sua amicizia per sempre. Ma Dio non ha abbandonato l’uomo alla morte e all’inferno. Egli ha tanto amato il mondo da mandare il suo Figlio il quale, per opera dello Spirito Santo, si è fatto uomo nel grembo di Maria Vergine, e morendo sulla croce, per amore, è diventato per noi Gesù, il Salvatore.
Con la sua Risurrezione, Egli ha vinto il peccato e la morte e ha meritato per ogni uomo che si converte e crede ini Lui il perdono dei peccati, il dono della Grazia (La Filiazione divina) il premio della Vita Eterna. Salito al cielo e assiso nella Gloria, Gesù ha inviato dal Padre lo Spirito Santo, effuso sulla Vergine e gli Apostoli nel giorno della Pentecoste, ha comunicato la sua Vita alla CHIESA, unendola al suo Corpo Mistico e facendola diventare nel mondo, segno e sacramento di salvezza per tutti gli uomini.
Col Vangelo e con i sette Sacramenti, che hanno il loro culmine nell’Eucaristia, la Chiesa diffonde su tutti gli uomini fino alla fine dei tempi la Verità e la Grazia, in attesa che si manifesti la gloria dei figli di Dio nella risurrezione della carne e nella vita eterna” (da breve catechesi per cresimandi di don F. Rancan)

Gesù Cristo si è presentato sulla terra oltre duemila anni fa come il prosecutore della missione dei Profeti dell’Antico Testamento, però con un taglio netto: cioè come Figlio di Dio, vero Dio e vero uomo, portando una dottrina del tutto nuova, per certi aspetti sconvolgente perché non si ferma a qualche indicazione filosofico-politica come fatto da altri leader spirituali, ma scende nel profondo della persona e chiede la conversione totale a Lui, a Gesù Cristo, come “Via, Verità e Vita”!  Fornendo le prove della sua Resurrezione, Gesù ci ha detto che “Chi crede in me, anche se morto, vivrà” - “Chi vive e crede in me non morirà in eterno” - “Senza di me non potete fare nulla” “Chi non è con me, e contro di me” – “Chi mangia la mia carne e beve il mio sangue, avrà la vita eterna” – “Non abbiate paura dei quelli che uccidono il corpo ma non hanno potere di uccidere l’anima; temete piuttosto colui che ha il potere di far perire anima e corpo nella Geenna” – “Chi mi riconoscerà davanti agli uomini, anch’io lo riconoscerò davanti al Padre mio che è nei cieli. Chi invece mi rinnegherà davanti agli uomini, anch’io lo rinnegherò davanti al padre mio che è nei cieli”.
     Gesù, nel fornirci gli aiuti spirituali per vivere da cristiani su questa terra ricca di ogni bene di cui possiamo godere come figli di Dio, ha vincolato la nostra vita futura, il nostro destino di eternità, in pratica il Paradiso per chi crede, o l’inferno per chi non crede, alla nostra fede in LUI, come Figlio di Dio.
Questa è la nostra fede, questa è la fede della Chiesa di sempre che Gesù ha fondato e contro la quale neppure le porte degli inferi prevarranno. Tuttavia in questo periodo storico particolare, che ci piaccia o no, ci tocca vivere queste evento terribile preannunciato dalla Sacra Scrittura, dal Catechismo della Chiesa Cattolica, da Santi e da Profeti: l’apostasia della Chiesa che parte dall’interno della stessa Chiesa. E ci siamo dentro in pieno, chi nega questa realtà, chi crede che tutto vada bene o benino senza rendersi conto della drammaticità di quanto sta accadendo dentro la Chiesa e pertanto con conseguenze gravissime per l’umanità, deve chiedere luce allo Spirito Santo per non essere colto di sorpresa da eventi più grandi di lui. Dobbiamo confidare sempre di più nella grande misericordia e onnipotenza di Gesù che tutto può, perché come dissero gli Apostoli “Signore, da chi andremo? Tu solo hai Parole di Vita Eterna!”

E CHI È L’ANTICRISTO?  Siamo in pieno periodo del cosiddetto “Anticristo” di cui parla anche papa Benedetto XVI nei suoi ultimi scritti, quell’Anticristo che molti vorrebbero identificare come una persona concreta, può essere, ma è tutto ancora nebuloso. Sta di fatto che gli “anticristo” sono molti, cioè tutti coloro che rinnegano Gesù Cristo e la sua risurrezione, come dice s. Giovanni, dopo averlo conosciuto e adorato come vero Dio. Ricordiamo la profezia della Madonna de la Salette nel 1846, “ROMA, CIOE’ IL VATICANO DIVENTERA’ LA SEDE DELL’ANTICRISTO!”  I tempi stringono e presto infatti saremo chiamati a scegliere “o con Gesù o contro di Lui”. Non ci sono alternative “CHI NON E’ CON ME E’ CONTRO DI ME!” e questo momento è decisivo per la nostra salvezza eterna.
Che lo Spirito Santo mandi dal cielo un raggio della sua luce, per rinnovare la faccia della terra.


                                                  patrizia@patriziastella.com



lunedì 25 maggio 2020

LA SANTA EUCARISTIA SOTTO NUOVO ATTACCO.

Protocollo d’intesa fra Stato e Chiesa firmato il 7 maggio 2020

Come se non bastassero le profanazioni che sono state commesse in questi ultimi decenni contro la santa Eucaristia, mancava solo la stesura di un abominevole “Protocollo” di intesa tra la chiesa e lo stato firmato il 7 maggio 2020 dal presidente del Consiglio Conte e dal Presidente della CEI card. Bassetti a seguito dell’accordo per la riapertura delle chiese dopo il coronavirus, per rincarare l’elenco delle aberrazioni commesse contro questo Santissimo Sacramento istituito da Gesù Cristo per la nostra salvezza.  L’aver accolto passivamente da parte della CEI tutte le condizioni firmate dal presidente Conte senza alcun contraddittorio, compreso l’abominevole art. 3.4 che regola perfino le condizioni per la celebrazione della Messa, significa aver delegato totalmente la propria responsabilità, ma anche il potere, la sovranità e l’indipendenza della Chiesa allo Stato, in barba al Concordato del 1982 e all’art. 7 della Costituzione che stabilisce “lo Stato e la Chiesa cattolica sono, ciascuno nel proprio ordine, indipendenti e sovrani”.

Stia attenta la CEI che, di questo passo, lo Stato non si arroghi anche il diritto di pretendere la proprietà di certi beni ecclesiastici, contando sulla totale accondiscenza pacifica e idiota dei Vescovi che continuano a inchinarsi davanti alle pretese dei poteri civili massonici. Vergogna! Gli starebbe bene ai Vescovi, sempre così bonaccioni, sorridenti, superficiali e tolleranti su tutto, perdere il loro stipendio, la casa canonica, chiesa, terreni e altri beni! Così capirebbero finalmente quanto devono soffrire le famiglie italiane ridotte, anche per colpa della chiesa, senza casa e senza lavoro. Non sarebbe la prima volta, memori di ciò che accadde con il Risorgimento italiano dopo l’Unità d’Italia! GUAI A VOI SCRIBI E FARISEI IPOCRITI! VIA! FUORI TUTTI! Perché non cedete i vostri beni ecclesiastici allo Stato per accogliere i migranti, come desiderio di papa Bergoglio? Visto che delle richieste degli italiani, della loro vita e della loro anima non ve ne importa niente, provate a tirarvi in casa quelli che vi tagliano la testa in nome di Allah.

Se le più alte autorità della Chiesa hanno trattato così male Gesù Cristo, nel quale non credono più, cosa stanno a fare nei loro sontuosi palazzi vescovili, o all’interno di mura ben protette come Santa Marta? Cosa ci sta a fare la Chiesa se non parla più di preghiera cristiana, di Dio Uno e Trino, della Madonna, dei

martedì 5 maggio 2020

ESPOSTO ALLA PROCURA PER MODALITA' CORONAVIRUS


5 maggio 2020

AL SIGNOR PROCURATORE DELLA REPUBBLICA
PRESSO IL TRIBUNALE DI VERONA
Via dello Zappatore, 1– 37122 Verona


AL SIGNOR PROCURATORE DELLA REPUBBLICA
PRESSO IL TRIBUNALE DI ROMA       procura.roma@giustizia.it
PIAZZALE CLODIO    00195  ROMA


AL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 
DOTT. SERGIO MATTARELLA
PALAZZO DEL QUIRINALE   00184 ROMA 
 Protocollo.centrale@pec.quirinale.it


Spett. PROCURATORE GENERALE 
PRESSO LA CORTE DEI CONTI DI  ROMA
Viale Mazzini, 105      00195  ROMA


Oggetto: Esposto

La dott.ssa Silvana De Mari, in qualità di cittadina e di medico chirurgo, ha sollevato il problema riguardo alla competenza degli esperti ingaggiati dal governo Conte per la fase 2. in relazione alla pandemia   https://youtu.be/jCendap-w0M .  La dottoressa citata si è chiesta, come molti cittadini, se non era possibile trovare esperti sul problema Coronavirus e relativa ripresa delle attività all’interno delle strutture Statali. Infatti perché non tenere assolutamente in conto il parere di illustri medici e biologi che, a seguito di studi approfonditi, stanno continuamente fornendo dati rassicuranti, sia sulla progressiva scomparsa del virus entro l’estate, sia sull’efficacia della cura già provata per eventuali future recidive?  Vedi link nel foglio allegato. 

Ciò premesso

visto che il costo degli esperti ingaggiati dal Governo ricade sulle spalle dei cittadini, già provati dalla crisi economica e da inesistenti provvedimenti presi dal Governo, visto che il loro parere sembra assai vincolante perché si ripercuote nei provvedimenti del governo i quali si ripercuotono sulla stessa vita, libertà, futuro, ecc. di tutti i cittadini, visto infine che ogni epidemia da che mondo è mondo, ha sempre avuto un inizio e anche una fine,
                               
                              chiedo a codeste autorità,
a nome di associazioni, gruppi, famiglie e di molti cittadini italiani,

a).      di effettuare le opportune e doverose verifiche sui titoli accademici, sulla esperienza e sulla comprovata competenza del gruppo di “esperti” nominati dal Presidente Conte

b).      di recuperare i costi dei medesimi sugli stipendi dei ministri che hanno approvato tale ingaggio, qualora non sia trovata sufficiente la competenza in tale settore nel personale dello Stato già pagato dai cittadini.

c)       di chiarire alla cittadinanza, in vista di come affrontare il prossimo semestre sulla base anche delle dichiarazioni rilasciate da medici nel presente allegato, SE E’ VERO CHE IL VIRUS SPARISCE DEL TUTTO CON L’ESTATE, O SE INVECE PROSEGUE ALL’INFINITO, come sembra essere orientato a credere il governo, perchè da questa risposta scaturisce ovviamente una diversa impostazione della vita personale e sociale di tutti nei confronti della ripresa del dopovirus, con l’auspicio che non vengano assolutamente toccati gli articoli 16, 17, 19, 20 della Costituzione.
    
  Distinti saluti.           
                                                 Patrizia Stella 
                              (a nome di gruppi, associazioni, famiglie)
                                                                                                                                                   patrizia@patriziastella.com



(ALL. 1 )    ELENCO MEDICI E VIROLOGI  ESPERTI
                    DI CORONAVIRUS   E LORO DIAGNOSI

Offriamo un elenco di illustri medici e specialisti con allegati i link di riferimento, che danno il loro parere in merito alla questione “coronavirus” al di là delle dichiarazioni formulate dai cosiddetti “esperti” nominati dal presidente Conte, tra cui il noto “duo televisivo” Burioni-Ricciardi,  dei quali non si conoscono bene i titoli accademici, ma le cui dichiarazioni pare siano ritenute dal governo fortemente vincolanti e decisive per la nostra vita, libertà, salute, lavoro, futuro ecc. Ci auguriamo di poter giungere a una definitiva conclusione, basata sulla verità scientifica dei fatti che potrebbe essere destinata a passare alla storia, soprattutto in merito al periodo di “sopravvivenza” del virus, punto di partenza fondamentale per poter decidere poi le modalità di ripartenza del “dopovirus”, sempre nel rispetto del nostro diritto alla libertà, secondo gli art. 16, 17, 19, 20, 32 della Costituzione.  Per ora segnaliamo questi nominativi:

"Leggendo i vari articoli di questi due ultimi mesi si apprende che:
- MONTAGNIER (virologo, Premio Nobel): il virus, fatto in laboratorio, sparirà a breve.
- TARRO (virologo, due volte candidato al Premio Nobel): il virus sparirà in estate. Molta gente ha già sviluppato gli anticorpi.
- LE FOCHE (immunologo): il virus tende a spegnersi da solo. Il ritorno alla normalità già in estate.
- BORGHETTI (radiologo): il virus sta perdendo forza. Pian piano va spegnendosi.
- BEN-ISRAEL (scienziato militare): l’arco temporale in cui si sviluppa il virus Sars Cov2 non va oltre le 8-9 settimane. E questo a prescindere dalle misure prese.
- BASSETTI (infettivologo): il virus sta perdendo forza.

*************************************

L’AMPAS (Associazione medici per un’alimentazione di segnale) con 735 iscritti, nasce per scuotere qualche coscienza dormiente e per discutere “a voce alta” quanto siano cambiati negli ultimi 15 anni i concetti di base della dietologia e deontologia. I soci fondatori sono 12: internisti, immunologi, gastroenterologi, specialisti in malattie polmonari, ortopedici, medici di base, psichiatri, odontoiatri, chirurghi estetici, anestesisti, ecc. ogni giorno in prima linea per i loro pazienti. Nella loro dettagliata esposizione, parlano di gravi lesioni alle libertà costituzionalmente garantite:



DOTT. RASHID A. BUTTAR - CHIAREZZA DI UN MEDICO AMERICANO  Milioni di visioni


DOTT. STEFANO MANERA. OSPEDALE DI BERGAMOhttps://youtu.be/vnV3gIsprpQ
Adesso la cura iniziale c’è (idrossiclorochina, zitromax, eparina ecc.) ma la si mette a tacere.
DOTT. MAURIZIO VIECCA.  OSPEDALE SACCO DI MILANO.  https://youtu.be/Cxe_hf-CKzM  Si è scoperto che alla base del covid19 non c’era la polmonite ma la trombosi che è curabile ma non ci credono.

DOTT. GIUSEPPE DE DONNO. OSPEDALE POMA DI MANTOVA. TERAPIA COL PLASMA OTTIMI RISULTATI AL 99% DEI MALATI. Ieri 4 maggio, i Nas sono piombati all’ospedale contro il Primario dott.De Donno che ha azzerato tutti i decessi grazie alle trasfusioni di plasma da ex malati!   https://www.corriere.it/cronache/20_maggio_04/coronavirus-de-donno-la-terapia-il-plasma-funziona-55983f4a-8dcd-11ea-b08e-d2743999949b.shtml


*DR. VINCENZO PURO, OSPEDALE SPALLANZANI: "gli asintomatici non contagiano. Il virus non è letale." Se siete asintomatici, non contagiate nessuno. Le mascherine, il distanziamento sociale e la quarantena non servono a nulla. È la più grande truffa della storia dell'umanità. Non vi sono evidenze scientifiche su una ripresa del covid19.