lunedì 30 luglio 2018


LETTERA APERTA

SESSUALITA’ BIOLOGICA O IMMAGINARIA: SIAMO ALLA FOLLIA.

In un periodo di ferie come quello estivo dove la gente vorrebbe pensare solo positivo per potersi ritemprare dalle varie preoccupazioni, non è stata data sufficiente risonanza a uno dei provvedimenti più gravi e pericolosi voluti dal Comitato Nazionale per la Bioetica (CNB) riguardo la liberalizzazione dell’uso di un farmaco dagli effetti devastanti che è la triptorelina, ormone che ha la possibilità di bloccare la pubertà in preadolescenti cui è stata diagnosticata la cosiddetta “disforia di genere”, cioè l’incertezza riguardo alla propria sessualità, per metterli poi in grado di decidere “con cognizione di causa!” a quale sesso o categoria appartenere! (no comment!)
Ancor meno risonanza è stata data dai media alla voce del CENTRO STUDI LIVATINO, formato da illustri magistrati, docenti universitari, avvocati e notai che mettono in guarda dalle conseguenze devastanti che potrebbe avere l’uso di questo terribile farmaco come da loro dichiarazione rilasciata: “I pareri del CNB si sono sempre distinti per rigore scientifico e sono stati un riferimento autorevole per le tematiche bioetiche. In questo caso invece il CNB ha avallato un farmaco che non ha evidenze scientifiche a sostegno (l’astensione dei due rappresentanti dell’Istituto Superiore di Sanità e del Consiglio Superiore di Sanità è significativa al riguardo), e mostra una serie di gravi controindicazioni e potenziali pericoli per la salute fisica e psichica dei minori coinvolti. (…)

Tutto ciò premesso

venerdì 6 luglio 2018

Lettera al Vescovo Mons. Zenti

L’ABBRACCIO DEL VESCOVO AL PRETE GAY “SPOSATO” ALLE CANARIE.

A nome dei suoi fedeli di Verona diciamo normali vale a dire non incantati dalle sirene delle lobby gay, ho il dovere di manifestare tutta la nostra indignazione per la solidarietà da lei dimostrata nei confronti del sacerdote Giuliano Costalunga, incoraggiandolo a continuare ad essere prete, quando lui stesso lo scorso 8 febbraio aveva ufficialmente dichiarato, consapevole di non poter stare con un piedi su due staffe, di rinunciare al suo sacerdozio perché si voleva unire alle Canarie con un certo Pablo, suo compagno di letto

Preti gay o preti santi

PRETI GAY… Non è solo la diocesi di Verona a emergere in questi ultimi tempi per episodi di una gravità inaudita commessi da qualche sacerdote che non solo infanga il suo ministero sacerdotale con peccati contro natura che Dio ha sempre punito molto severamente sin dai tempi di Sodoma e Gomorra, ma addirittura se ne fa motivo di vanto, andando all’estero a esibire pubblicamente le sue miserie col suo compagno di letto, (la parola “matrimonio” neppure si deve

mercoledì 4 luglio 2018

Pontida

Cari amici,
Sono stata anche a Pontida domenica 1 luglio. Stavolta tra una marea di gente commossa ed entusiasta perché sembravamo, mi si perdoni, tante brave pecore che finalmente, dopo molte dispersioni nella ricerca di qualche buon pascolo, avevano trovato il loro pastore che le guida per valli verdeggianti e sicure. D'altra parte in   mancanza di veri Pastori della Chiesa, il Signore ci provvede di altri pastori, laici ma comunque bravi credenti, ai quali sta a cuore

Ghiaie di Bonate

Cari amici
Sabato pomeriggio sono stata al santuario di Ghiaie di Bonate (Bergamo) per il pellegrinaggio organizzato da un paio di persone della Lega, tra cui l on. Fontana, ministro della Famiglia,  allo scopo di mettere le famiglie italiane sotto la protezione di Maria, Regina della famiglia, come  si era definita nella apparizione del 1944 alla piccola veggente Adelaide Roncalli.
Eravamo qualche centinaio di persone alla Santa Messa , poi Rosario e supplica. C'era anche l'on. Lorenzo Fontana con la