mercoledì 12 dicembre 2018



DISASTRO DISCOTECA DI ANCONA 

Potete addossare ai responsabili tutte le colpe che volete e fate bene perché giustizia sia fatta.    PERÒ.... 
mi domando come è possibile che permettano a bambini e adolescenti, peggio ancora se accompagnati da genitori incoscienti a dir poco, di entrare in quegli ambienti infernali dove spadroneggia droga, alcool, sesso facile, stupidità e pericoli per corpo e anima! Lo stesso ragazzo addetto alla sicurezza, a sua volta ferito, ha chiaramente esposto la preoccupante realtà di questi fatti che accadono in questa discoteca e molto probabilmente in tutte le altre. 


Cosa possono imparare questi giovani, a maggior ragione se si tratta di bambini e adolescenti, cosa possono godere in un ambiente  saturo fino alla nausea di carne umana ammassata e maleodorante che inneggia a Satana con parole italo-americane di cui spesso neppure si avverte la gravità? Avete invocato e inneggiato a Satana , anche se inconsapevolmente? Ebbene, Satana risponde sempre coi suoi sistemi: distruzione, terrore e morte. 

Care mamme... Perché non portate i vostri figli a fare passeggiate o sport o giochi  divertenti al mare o sui monti o comunque all'aperto, a contatto con le bellezze della natura?? Mi spiace molto per la disgrazia, ovviamente, prego per tutti, vivi e defunti,  però per favore che adesso non vadano anche ad applaudire i morti dopo la Messa funebre come se fossero degli eroi.  MAL CHE SI VUOLE... 
Che Dio abbia pietà della loro povera anima. 

Patrizia Stella - Verona


domenica 2 dicembre 2018

REGISTRAZIONE OMELIE DI DON FERDINANDO RANCAN, SACERDOTE DIOCESANO VERONESE.
ANNO C.1. AVVENTO E IMMACOLATA
Sono registrate come link in gruppi di 4 omelie alla volta in ordine per tempo liturgico.
Iniziamo con la prima domenica di Avvento anno C. (2 dicembre 2018) e poi a seguire le altre. Talvolta la lettura del Vangelo è fatta dal sacerdote collaboratore, ma le omelie sono tutte di d. Ferdinando registrate quando era parroco ai Santi Apostoli intorno agli anni 85/90.
Con l'augurio che possano farci innamorare di Gesù e della Santa Chiesa Cattolica come lo è stato lui, "servitore buono e fedele".
--     

venerdì 23 novembre 2018


Verona, 23 novembre 2018

 Cari amici,
in questo tempo di confusione e incertezza dove sembra che i valori non contino più nulla, e ancor meno gli atti eroici e la santità personale, volutamente offuscati da quei media potenti che evidenziano solo quello che a loro fa comodo, RITENGO DOVEROSO E GIUSTO DOCUMENTARSI ALMENO CON QUESTI DUE STRUMENTI CHE VADO SEGNALANDO:
1) dal punto di vista della fede, religione e chiesa, questo libro di ANTONIO SOCCI di cui alla descrizione qui sotto "IL SEGRETO DI BENEDETTO XVI" che risolve molti enigmi da quel famoso 11 febbraio e poi 13 marzo 2013!!!   DA LEGGERE ACCURATAMENTE!
2) dal punto di vista della storia, politica, società, DOVEROSO LEGGERE ATTENTAMENTE IL LIBRO DI GIANFRANCO STELLA "COMPAGNO MITRA. SAGGIO STORICO SULLE ATROCITA' PARTIGIANE" che fa una analisi dettagliata ma viva

lunedì 12 novembre 2018


20.   S.O.S.  L’ITALIA SOTTO ATTACCO.

“ESPERIMENTI PER CAMBIARE IL CLIMA DELL’ITALIA.”


La sera di martedì 6 novembre 2018 sulla rete nazionale, alla trasmissione di Bruno Vespa “Porta a Porta” venne chiamato a parlare il direttore dell’Istituto di biometeorologia CNR di Firenze, Antonio Raschi il quale, commentando gli eventi catastrofici piombati sull’Italia soprattutto dal 29 ottobre al 4 novembre, uscì con queste parole: “Noi siamo estremamente più esposti agli eventi climatici. Un evento catastrofico come questo ci danneggia molto. Siamo al centro di un esperimento planetario, esperimento del cambiamento del clima, del quale non sappiamo ancora quali saranno gli effetti a lungo periodo!”

          Ci rendiamo conto della gravità di questa affermazione? “SIAMO AL CENTRO DI UN ESPERIMENTO PLANETARIO” voluto, studiato e pilotato, nella migliore delle ipotesi, per compiere esperimenti terrificanti di cui neppure si conosce la portata e le conseguenze, usando l’Italia come cavia! Ancor peggio se intenzionalmente per danneggiarla dando la colpa alle calamità naturali o alle solite costruzioni abusive. Che

giovedì 1 novembre 2018



18  LE FOLLIE ECOLOGISTE


Vi ricordate quando anni addietro gli ecologisti fanatici si incatenavano agli alberi perché non fossero abbattuti?  Ebbene i nostri signori politici, spaventati dalle loro urla, anziché cacciarli o per lo meno ignorarli nella loro follia e proseguire con i loro progetti, li hanno tenuti in tale considerazione da sottostare come imbecilli al loro diktat, tanto che anche nella nostra Verona ci sono alberi che sporgono sulla strada con grave pericolo per le macchine e i passanti, ma non devono essere toccati. Anzi, qualche albero è stato addirittura recintato costringendo le macchine a pericolose gincane pur di non abbatterlo!  Quanta idiozia!  Ma se muoiono anche gli uomini, forse che gli alberi sono destinati a vivere in eterno? E infatti adesso vediamo che, a seguito di forti intemperie, ad ammazzare gli uomini sono proprio vecchi alberi senza più radici che non sono stati abbattuti. Senza dire che ogni albero eliminato per vari motivi può essere tranquillamente sostituito da alberi nuovi, freschi e sani un po’ più all’interno in luoghi comunque non di passaggio o di traffico.

Da notare inoltre che moltissime delle nostre strade statali o provinciali sono alberate proprio ai bordi estremi della carreggiata, tanto da sporgere su di essa in molti casi e questo perché decenni o secoli addietro quando non esistevano le macchine con l’aria condizionata o quando si viaggiava con le carrozze, gli alberi erano indispensabili per procurare l’ombra sui viaggiatori durante le calure estive. Ma adesso questa funzione non la devono svolgere più e allora per favore un consiglio prezioso: siccome moltissimi di questi alberi sono plurisecolari, malati, spelacchiati e pieni di parassiti e non si sa bene quali siano marci e quali no, prudenza vuole che si abbattano tutti un po’ alla volta e si provveda nel contempo a piantarne altri in zone circostanti, e magari approfittare dello spazio lasciato da questi alberi vecchi per allargare la carreggiata ricavando anche marciapiedi o piste ciclabili. Bisogna adeguarsi alle esigenze dei tempi! E se qualche maniaco si incatenasse di nuovo in loro difesa, per favore slegatelo e portatelo al manicomio perché quello è il suo posto.

Grazie se qualche saggio politico responsabile vorrà tenerne conto.

patrizia@patriziastella.com



17. ASIA BIBI E IL VERO VOLTO DELL’ISLAM


Troppo in fretta si è gridato di gioia per la liberazione di Asia Bibi, accusata di blasfemia e rinchiusa da quasi 10 anni nelle dure carceri di massima sicurezza di Multan, nel Punjab pakistano, nell’attesa di essere impiccata, come prevede la legge islamica, solo per non aver voluto rinnegare in pubblico la sua fede cristiana. La sollevazione del popolo islamico sceso in piazza a migliaia urlando contro questo provvedimento è stata così violenta che hanno minacciato di morte anche i giudici come è avvenuto già in passato per altri due suoi difensori mentre i loro assassini sono stati osannati per aver reso gloria al loro dio Allah!
Quello stesso “dio” che è terribile anche con i suoi adoratori perché ordina di lapidare le donne infedeli o presunte tali, di mutilare ladri o coloro che commettono qualche colpa, certa o presunta. Senza dire di quella pratica raccapricciante della


 16. BIMBI TRANSGENDER. IDIOZIA PERICOLOSA

  
A proposito di bambini cosiddetti transgender, la verità è che, tranne pochi casi patologici degni purtroppo, del Cottolengo, perché la nostra povera natura è imperfetta e solo in cielo potremo godere della pienezza della perfezione, per tutte le altre diciamo “insicurezze” circa il proprio sesso, gioca molto la pubblicità col lavaggio del cervello che fanno perfino ai genitori i quali, anziché aiutare il figlio ad amare e assecondare il proprio sesso biologico come è in natura, dove perfino il DNA È CHIARAMENTE SESSUATO, lo lasciano libero di scegliere!!! Come se si dovesse scegliere fra una maglietta e un giaccone... Follia pura spesso