domenica 13 gennaio 2019

PRESENTAZIONE DEL LIBRO AUTOBIOGRAFICO 
"UN SOMARELLO E LA SUA STORIA" 
di Ferdinando Rancan

Venerdì 11 gennaio 2019


https://fedecultura.com/Un-somarello-e-la-sua-storia-p127519273
S. Ecc.za il Vescovo di Verona Mons. Giuseppe Zenti, nel bellissimo salone dentro la Curia chiamato “Sala dei Vescovi” perché sono rappresentate in alto come dentro a una balaustra perimetrale che fa da corona le figure degli oltre 300 Vescovi di Verona, al momento di iniziare la presentazione del libro autobiografico di don Ferdinando Rancan “UN SOMARELLO E LA SUA STORIA”, ha esordito dicendo che “Quel salone prestigioso affrescato prima del 1500 viene di solito riservato per eventi straordinari, e in effetti la vita di don Ferdinando Rancan è stata un evento straordinario per tutta la diocesi”.

Con questa premessa del Vescovo e con gli ulteriori interventi di Mons. Ezio Falavegna, Vicario generale, di don Ermanno Tubini, guida spirituale di don Ferdinando nell’ultimo decennio, e della signora Marisa Bommartini che invece ha potuto godere della guida spirituale di don Ferdinando per molti anni, in questa sala prestigiosa gremita di gente, è stato tracciato un breve profilo della sua vita eccezionale, non per aver compiuto imprese eroiche, ma perché ha saputo portare serenamente una pesante ma invisibile croce quotidiana dietro a un sorriso costante e ad una grande disponibilità e amabilità verso tutti.

A prova di quanto scritto, ci sembra doveroso riportare un brano del libro citato a pag. 226 che narra di un episodio particolare accadutogli durante la sua permanenza in Seminario, intorno agli anni 1948/49:

venerdì 28 dicembre 2018


“RIFLESSI DI CIELO”  N. 4

Brani tratti dal libro
L’amore umano, la famiglia e il matrimonio.
 di Ferdinando Rancan


INTRODUZIONE

Questo libro è stato ottenuto dalla registrazione di alcune lezioni che don Ferdinando aveva dato in occasione di corsi in preparazione al matrimonio per fidanzati e sposi. Sono state poi assemblate e completate dall’autore prima di accettarne la pubblicazione, che avvenne a più riprese, viste le numerose richieste, nei primi anni senza una vera casa editrice, ultimamente attraverso la Casa Editrice “Fede & Cultura” di Verona che ha in consegna la pubblicazione di quattro dei suoi libri e alla quale ci si può rivolgere per l’acquisto.

Il libro in oggetto, pur non affrontando le ultime problematiche emerse a seguito di questioni delicate e difficili come “coppie di fatto, matrimoni gay, gender…” e tutte le pericolose novità di quest’ultimo periodo storico che altri esperti della materia hanno ampiamente affrontato, rimane sempre e perennemente valido per “tutte le stagioni” perché presenta la famiglia e il matrimonio come è stato voluto da Dio sin dalla creazione del primo uomo e della prima donna, e quali sono da parte nostra le risposte che dobbiamo dare e i mezzi che dobbiamo mettere per vivere questo rapporto nell’amore e nella fedeltà reciproca.

Infatti tutto ciò che è contrario al progetto di Dio sull’uomo, visibile anche per i non credenti attraverso la Legge Naturale e la conformazione biologica dei due corpi, maschile e femminile, complementari l’uno all’altro nell’aspetto fisiologico-genitale oltre che psicologico confermato anche dal DNA, è assai dannoso anche per la salute, ma non per motivi di religione ma perché lo vuole la ragione, confermata dal senso comune e dalla legge naturale. Se
22. DISTINGUERE IL SACRO DAL PROFANO.

 Non possiamo tacere la nostra indignazione nel vedere che anche quest'anno le nostre più belle chiese e cattedrali dove milioni di fedeli cattolici hanno ricevuto i Sacramenti e dove migliaia di illustri operai e artisti hanno dato il meglio di sé per onorare la maestà di Dio, sono state profanate e trasformate in ristoranti per i poveri con annessi servizi culinari e igienici per ogni necessità!!! Siamo ormai così abituati a queste orrende novità che neppure le consideriamo vere profanazioni ma le accettiamo passivamente. Lo vuole il Papa? E così sia!!! Ma ci chiediamo qualche volta se lo vuole anche Gesù? Se Gesù ha cacciato con furia i venditori dal tempio che comunque stavano lavorando come commercianti e neppure gozzovigliando, quanto più sarà indignato adesso con questi suoi figli che stanno trasformando i luoghi di preghiera in musei o teatri o in miserabili ristoranti improvvisati alla buona dove si mangia, si suona e si balla come nelle sagre di paese.

Occuparsi dell’assistenza ai poveri è sempre stato uno dei compiti primordiali della Chiesa da oltre duemila anni e non è certo

lunedì 24 dicembre 2018

IL VERO NATALE DI GESÙ.



Cari amici,

nonostante la buona novella della nascita di Gesù nostro  Salvatore, non ci arrivano belle notizie sul fronte della CHIESA o degli uomini di chiesa in grave crisi di fede e di morale, purtroppo. Occorre da parte nostra, come laici cattolici,  molta fede e coraggio per non farsi travolgere dallo sconforto, dalla indifferenza se non avversione  verso tutto ciò  che sa di sacro.
Attenzione a non cadere nelle trappole del diavolo che, come leone ruggente, va in giro cercando chi divorare.

Restiamo uniti anzi ben ancorati al nostro Gesù Bambino, a Santa Maria e a S. Giuseppe, la Trinità della Terra in attesa di godere della visione beatifica della Trinità  del Cielo: Dio Padre, Dio Figlio e Dio Spirito Santo. Non tre dei ma un solo Dio in tre Persone. Solo nel cielo ci sarà  svelato questo mistero sublime.
Noi crediamo a Gesù Cristo  fattosi uomo per salvarci e comunicarci la Sua Vita divina che ci permette di entrare con lui nel Regno dei cieli oppure, per chi lo rifiuta, la dannazione eterna. Non ci sono alternative: o con Gesù o contro di Lui. Sta a noi decidere e vedere che cosa ci guadagniamo a rinnegarlo caparbiamente o al massimo mettendolo sullo stesso piano di altri sedicenti profeti o guru, come vorrebbe farci credere la moda interreligiosa che ci stanno proponendo anche  certi ecclesiastici  traditori di Gesù  Cristo.

Solo Gesù è  vero Dio! Solo Gesù  si è  proclamato VIA VERITÀ  E VITA comandandoci di girare il mondo portando il suo Battesimo, il sigillo della nostra appartenenza a Dio Padre e alla Chiesa cattolica, e ci darà  presto le prove lampanti della sua vera identità di Figlio di Dio. Solo davanti a Gesù, dice San Pietro: "ogni ginocchio si pieghi nei cieli, sulla terra e sotto terra e ogni lingua proclami che solo in Gesù  c'è  salvezza."

MA SALVEZZA  DA COSA? ci si chiede. Dalla malattia? Dal terremoto? Dalla disoccupazione? Si, anche da tutto questo perché  Gesù  vuole il nostro bene anche su questa terra e ci vuole felici.
MA SALVEZZA IN PARTICOLARE DAL PERICOLO DELL'INFERNO, DALLA DANNAZIONE ETERNA DI CUI NON SI VUOL PARLARE PIÙ!! Come se non esistesse un al di là mentre questa nostra vita è  di passaggio PER TUTTI RICCHI E POVERI e poi c'è  il GIUDIZIO DI DIO SU CIASCUNO DI NOI. Teniamolo sempre presente.... sempre.
Che Gesù  Bambino nella sua Onnipotente umiltà , ci protegga e custodisca dalla tentazione di cercare fuori di Lui la nostra realizzazione e felicità e salvezza. Riconciliamoci con Dio attraverso il sacramento della Confessione finché  troveremo ancora sacerdoti cattolici disposti a farlo.   

AUGURO UN SANTO NATALE A TUTTI. CHRISTUS VINCIT. 

mercoledì 12 dicembre 2018



DISASTRO DISCOTECA DI ANCONA 

Potete addossare ai responsabili tutte le colpe che volete e fate bene perché giustizia sia fatta.    PERÒ.... 
mi domando come è possibile che permettano a bambini e adolescenti, peggio ancora se accompagnati da genitori incoscienti a dir poco, di entrare in quegli ambienti infernali dove spadroneggia droga, alcool, sesso facile, stupidità e pericoli per corpo e anima! Lo stesso ragazzo addetto alla sicurezza, a sua volta ferito, ha chiaramente esposto la preoccupante realtà di questi fatti che accadono in questa discoteca e molto probabilmente in tutte le altre. 


Cosa possono imparare questi giovani, a maggior ragione se si tratta di bambini e adolescenti, cosa possono godere in un ambiente  saturo fino alla nausea di carne umana ammassata e maleodorante che inneggia a Satana con parole italo-americane di cui spesso neppure si avverte la gravità? Avete invocato e inneggiato a Satana , anche se inconsapevolmente? Ebbene, Satana risponde sempre coi suoi sistemi: distruzione, terrore e morte. 

Care mamme... Perché non portate i vostri figli a fare passeggiate o sport o giochi  divertenti al mare o sui monti o comunque all'aperto, a contatto con le bellezze della natura?? Mi spiace molto per la disgrazia, ovviamente, prego per tutti, vivi e defunti,  però per favore che adesso non vadano anche ad applaudire i morti dopo la Messa funebre come se fossero degli eroi.  MAL CHE SI VUOLE... 
Che Dio abbia pietà della loro povera anima. 

Patrizia Stella - Verona


venerdì 23 novembre 2018


Verona, 23 novembre 2018

 Cari amici,
in questo tempo di confusione e incertezza dove sembra che i valori non contino più nulla, e ancor meno gli atti eroici e la santità personale, volutamente offuscati da quei media potenti che evidenziano solo quello che a loro fa comodo, RITENGO DOVEROSO E GIUSTO DOCUMENTARSI ALMENO CON QUESTI DUE STRUMENTI CHE VADO SEGNALANDO:
1) dal punto di vista della fede, religione e chiesa, questo libro di ANTONIO SOCCI di cui alla descrizione qui sotto "IL SEGRETO DI BENEDETTO XVI" che risolve molti enigmi da quel famoso 11 febbraio e poi 13 marzo 2013!!!   DA LEGGERE ACCURATAMENTE!
2) dal punto di vista della storia, politica, società, DOVEROSO LEGGERE ATTENTAMENTE IL LIBRO DI GIANFRANCO STELLA "COMPAGNO MITRA. SAGGIO STORICO SULLE ATROCITA' PARTIGIANE" che fa una analisi dettagliata ma viva