venerdì 24 settembre 2021

GREEN PASS ILLEGITTIMO E ANTICOSTITUZIONALE.

Cari amici,

      non dobbiamo cedere alle intimidazioni di decreti o normative che, pur sottoscritte dal Presidente della Repubblica, non sono state varate dal Parlamento e pertanto sono anticostituzionali. Cerchiamo almeno di non cedere supinamente alle prime costrizioni, ma per lo  meno di difenderci, sapendo che la Legge è dalla parte nostra, come da elenco qui sotto che potete portare con voi in borsa ed estrarre al bisogno perchè inconfutabili.

Molto importante è citare la risoluzione del Consiglio europeo n. 953/2021 che vieta la discriminazione tra vaccinati e coloro che, per vari motivi, hanno scelto di non essere vaccinati. Al contrario di ciò che vuole imporre con la forza il nostro governo.

Ricordiamoci che la risoluzione del Consiglio d'Europa, vale molto di più di tutti i decreti del governo italiano e dobbiamo fare leva anche su questo.


                           Il prof. Beniamino Deidda 

         direttore della Scuola Superiore di Magistratura:

   In questo Paese tutti ignorano la legge. "O ti vaccinano o ti licenziano" è un reato di estorsione ai sensi dell'articolo 629 CODICE PENALE.

Il corpo umano e la Salute Personale NON SONO SACRIFICABILI per la Tutela della Salute PUBBLICA.

1.    La risoluzione del Consiglio d’Europa 2361/2021 e il regolamento e statuto dell'Unione Europea n. 953/2021, n. 36, vietano la discriminazione fra i vaccinati e coloro che, per vari motivi, hanno scelto di non essere vaccinati.

Corte Costituzionale - Sentenza 308/1990: “Non è ammesso il sacrificio della salute individuale a vantaggio della collettività". Ciò significa che il diritto individuale alla salute è sempre salvo, anche a fronte dell’interesse collettivo GENERALE. 

2.    Norimberga 1945:  "La somministrazione di farmaci (i vaccini sono) contro la volontà del soggetto è un crimine contro l'umanità". 

3.    Oviedo 2000:  "Un trattamento sanitario (come il vaccino) può essere praticato solo se l'interessato ha dato il suo consenso libero e informato". 

4.    Art. 32 della Costituzione, "Nessuno può essere obbligato a un determinato trattamento medico se non per disposizione di legge. La legge non può violare i limiti imposti dal rispetto della persona umana".

5.    Tribunale di Roma, sez. 6 civile, con ordinanza n. 45986/2020 R.G. del 16 dicembre 2020 dichiara:  ILLEGITIMI TUTTI I DPCM dal 31-01-2020 e pertanto sono dichiarati

                 nulli TUTTI gli atti da essi derivanti!

 nullo Il green PASS in Gazzetta ufficiale n.171 

del 19 luglio 2021 e del 13 settembre 2021

6.    Il decreto legge del 18 maggio 2021 n.65, istitutivo del green pass per le cerimonie civili, non è stato convertito in legge nei termini previsti. In questi casi il decreto legge decade con efficacia retroattiva.

7.    la Legge 400/88 proibisce che vengano rinnovate le norme di un DL non convertito in legge.

8.         LA LEGGE PER IMPORRE IL GREEN PASS NON ESISTE

E             NON POSSONO ATTUARE  NESSUNA SANZIONE

Chi insiste nel pretendere norme anticostituzionali come il green pass, è passibile di denuncia penale ai sensi dell’art. 610

Qualora zelanti forze dell'Ordine ci spaventassero con minaccia di sanzioni o multe o quant'altro, che facciano pure, noi non dobbiamo firmare  nulla e non dobbiamo pagare nulla. Andrà a finire tutto in Procura e finirà in prescrizione.  

Coraggio cari italiani. E' il momento di combattere anche in forza della Legge che è dalla nostra parte.

 

 

 

 


mercoledì 22 settembre 2021

LA PORTA DEGLI INFERI AL QUIRINALE

 

15 OTTOBRE: INTRODUZIONE PORTA INFERNALE AL QUIRINALE, OVVERO IL PASSAGGIO DAL GREEN PASS AL GREEN TRAPASS         😈👿😈👹👹

                         https://youtu.be/_kk2eLFUfuM

 

Nel link qui sopra allegato troverete un esperto di demonologia, più che altro di esoterismo, certo signor o dott. Giorgio Rossi, che offre una spiegazione scientifica abbastanza attendibile, del significato davvero inquietante che rappresenta questo evento che non si deve assolutamente vedere con occhio benevolo come a dire, “Che bello, Dante ha parlato dell’inferno ed ecco che qui a Roma lo vogliono ricordare addirittura portando una massiccia porta da Parigi a Roma scolpita con simboli infernali da Rodin”. In realtà questo evento inquietante della “Porta dell’Inferno” racchiude tutto un significato esoterico preternaturale che è quello di tributare una specie di onorificenza al diavolo o ai vari diavoli.

 

L’esperto parla di un rituale satanico che inneggia alla cosiddetta “triade diabolica”, dove il capo di questa triade è addirittura innominabile tanto è perverso, perché, come sapete, il diavolo, che è la scimmia di Dio, per odio contro di lui, vuole proprio “scimmiottarlo” cioè copiarlo al contrario, nel male, anche nella sua “essenza divina” come può essere la Santissima Trinità. Tant’è vero che si è voluto accaparrare perfino la celebrazione della Messa, satanica, ovviamente, detta per l’appunto “Messa nera” dove si onora Satana anziché Gesù Cristo e gli si offrono anche sacrifici umani. In pratica le celebrazioni cristiane al rovescio, come accade anche per i rituali della settimana santa, tutti celebrati ma profanati dagli adoratori di satana.

E pertanto dove c’è Amore, bontà, pazienza, ecc.  lui porta odio con tutti i derivati: vendetta, rancore, omicidi, torture, menzogne ecc. ecc.  Pertanto, come ben chiarisce il presentatore, si illudono coloro che, adorando Satana, credono di avere da lui dei benefici perenni, perché saranno i primi ad essere da lui tormentati nel fuoco eterno, dopo che li ha illusi su questa terra con onori, successo e denaro.

 

Dalla dottrina cattolica sappiamo che Dio non ha creato i diavoli, perché essendo bontà infinita, ha creato solo cose belle e buone, cioè ha creato gli Angeli con i nove Cori angelici, a seconda delle loro mansioni divine: Angeli, Arcangeli, Troni, Dominazioni, Potestà, Virtù, Principati, Cherubini, Serafini.  

Dio ha creato gli Angeli come Puri Spiriti intelligenti perché lo adorassero e lo servissero liberamente, cioè ha chiesto a ciascuno di loro, come poi farà anche con l’uomo, non una sudditanza cieca, condizionata e assoluta alla sua maestà divina, ma una libera adesione della loro volontà e intelligenza di riconoscere e adorare Dio quale loro Creatore e Signore.

 

Pertanto ha chiesto agli Angeli un’adorazione libera alla sua maestà divina, con la differenza che, mentre per l’uomo Dio ha previsto il tempo, con la possibilità del perdono, la revisione, la caduta, il pentimento anche più volte nell’arco della sua vita, in quanto essere composto di anima e di corpo, di fragilità e di eroismo, per gli Angeli invece, essendo Puri Spiriti, con una intelligenza decisionale immediata, è stata istantanea la scelta: o con Dio o contro Dio.

 

Famosa è la frase dell’arcangelo San Michele “Quis ut Deus?” Chi come Dio?. Infatti il loro peccato è stato essenzialmente di orgoglio, cioè di voler essere superiori a Dio che li ha creati. Un po’ come accade anche agli uomini, i quali però hanno tutto il tempo della loro vita per riflettere e alla fine, decidere se stare con Dio o contro di Lui, cioè col diavolo. 

E talmente grande è stato l’amore di Dio per l’uomo, creato “a sua immagine e somiglianza” che, per riparare al suo peccato di superbia nella vicenda del tradimento dei nostri progenitori, ha inviato nientemeno che Suo Figlio Gesù Cristo sulla terra, incarnatosi nel grembo della Vergine Maria, per opera dello Spirito Santo.

 Questo in poche parole il riassunto della Storia della Salvezza, ma noi ci dobbiamo fermare sulla figura terribile del diavolo e di tutto ciò che lui sta realizzando di perverso nel mondo, attraverso l’alleanza con i suoi adoratori, i quali poi, come spiega chiaramente il dott. Rossi, stavolta in sintonia con la fede cattolica, faranno una fine terrificante nello stagno di zolfo e di fuoco, perché chi sta con Satana, non può fare che del male a tutta l’umanità perché satana odia e distrugge, per poi stare ancora peggio dopo la morte, sempre con lui nel fuoco eterno.

 

Tutto ciò detto brevemente, ho il dovere di segnalare che la lezione di questo signor Rossi, pur essendo vera nel contenuto storico scientifico di ciò che è il satanismo come indicato anche dalla Rivelazione cristiana, per tutto il resto è completamente sganciata dall’aspetto spirituale cristiano e dalla dottrina cattolica, perché si nota in questo signore non il credente, (può darsi che lo sia ma a modo suo), ma soprattutto l’esperto di esoterismo che offre dei consigli per opporsi al diavolo, quali la fermezza, il restare fermi e risoluti ai suoi richiami, però senza un minimo aggancio con l’unico, vero rimedio che abbiamo in nostro possesso per far fronte a tanto inganno e disastro e che è l’invocazione e il ricorso a Gesù Cristo e alla Vergine Maria.

 Il cristiano credente è pienamente consapevole che solo Gesù Cristo può sconfiggere il diavolo perché da soli, con le nostre povere forze umane è impossibile, tanto grandi e  subdoli sono gli inganni che lui ci presenta come cose buone e nelle quali si cade come babbei, spesso per ignoranza ma dai quali poi è assai difficile uscire se non con le armi della preghiera e dei sacramenti.

 Grande comunque è la potenza di nostro Signore Gesù Cristo e adesso, con Bergoglio al potere satanico, siamo tutti chiamati a una scelta decisionale definitiva. O STIAMO CON GESU’ O STIAMO CON BERGOGLIO, perché Bergoglio si oppone a Gesù e si inchina davanti a Satana.

Chiediamo luce allo Spirito Santo per non cadere, magari dopo una vita di fedeltà al Signore, nelle reti dell’inferno a motivo di un antipapa che, come altri, è anche un “Anticristo”. Con Dio non si scherza e ci si gioca l’anima per l’Eternità.  ATTENZIONE!


martedì 7 settembre 2021

LA CHIESA E IL VACCINO

  





Al di là del giudizio positivo o negativo che uno può dare su un argomento così complesso e dibattuto come il vaccino, a meno che non gli si voglia attribuire una valenza magica che preservi da ogni malattia fino alla morte, saggezza vuole che non si creino pericolose partigianerie allo scopo di punire arbitrariamente coloro che reclamano solo la libertà di scelta, il cosiddetto FREE-VAX, mentre fino ad ora stiamo assistendo da parte del governo a comportamenti da vero regime con repressioni, imposizioni, obblighi, ricatti, costrizioni, ritorsioni, minacce, addirittura licenziamenti dal lavoro o espulsioni dallo studio, offese, malvagità, ecc. tutto fuori legge ma imposto con una velocità e caparbietà che potrebbe far pensare che la controparte sia in difficoltà a stare agli ordini dei poteri diabolici del Nuovo Ordine Mondiale.

 I DIRITTI DEL POPOLO. Ignorare questa lotta del popolo contro i soprusi dei potenti, queste punizioni da regime solo per difendere un diritto di scelta, una “obiezione di coscienza” doverosa, oggi chiamata “vaccini” e domani forse diritto alla casa, al lavoro, alla famiglia, ai figli ecc. rappresenta un grave motivo di ingiustizia e un miserabile segno di asservimento ai potenti, alle multinazionali del farmaco e della finanza che contrastano con i fondamenti della nostra democrazia e Costituzione, come da art. 32: “La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti.  Nessuno può essere obbligato a un determinato trattamento sanitario se non per disposizione di legge. La legge non può in nessun caso violare i diritti imposti dal rispetto della persona umana”.

 CURE CONTRO IL COVID19.     Dopo quasi due anni dall’inizio di questa specie di strana pandemia che ha creato morti perché all’inizio del tutto sconosciuta, si sono attivati molti illustri medici e scienziati a livello mondiale, ricordiamo il prof. Luc Montagnier, premio nobel per la fisica, il dott. Stefano Montanari, il dott. Massimo Citro, il prof. Giulio Tarro, la dott.ssa Loretta Bolgan, gli specialisti dottor Robert Young e la dottoressa Karen Kingston, il dott. Vernon Coleman e moltissimi altri sparsi nel mondo (vedasi link in calce all’articolo) fornendoci perfino nei dettagli la spiegazione del contenuto del covid19, malattia che causa trombi nel sangue e che pertanto non va guarita con la classica e ingannevole ricetta di “tachipirina e vigile attesa” bensì andava affrontata da subito a base di antiinfiammatori e anticoagulanti che si sono rivelati fondamentali perché nessun loro paziente è morto, quali: nimesulide, cortisone, eparina, idrossiclorochina, lactoferrina, azitromicina, ivermectina, quercitina, vitamina C, D nei casi normali, e nei casi più acuti e avanzati, con l’uso del “plasma” da ex malati covid, soluzione eccezionale proposta dal dott. Dedonno che ci ha rimesso la vita per aver difeso la validità di questo suo brevetto decisamente in contrasto con tutte le tipologie di vaccini imposti dalle case farmaceutiche attraverso i governi.

 DANNO DA MASCHERINA. Senza dire del danno che provocano le cosiddette “mascherine” che altro non sono che museruole a indicare la nostra sottomissione ai potenti di questo mondo, le quali ci privano del giusto ossigeno e ci fanno respirare la nostra anidride carbonica già riciclata e putrefatta con grave danno per i polmoni. Non ha senso portarla in chiesa, luogo di salvezza da qualsivoglia pestilenza, e non di contagio, ma la gente, ormai terrorizzata dai media, ha perso la fede in Dio e con essa anche l’uso della ragione e il ben dell’intelletto.             

I VACCINI ANTI COVID. In effetti il progetto delle multinazionali e dei poteri forti per la “cura” di questa specie di pandemia che sembra procurata “ad hoc”, è sempre stato unicamente uno “IL VACCINO” tanto che sono rimasti sordi a qualunque altra proposta fatta da medici illustri che sono stati invece boicottati, emarginati e qualcuno perfino misteriosamente “sparito” o suicidato, come il dott. Dedonno.

In effetti questa proposta dei vaccini come unico rimedio a una specie di influenza tra le tante che, una volta conosciuta, diventa curabilissima mentre il vaccino nulla può contro di essa, ha destato da subito molta perplessità nel vero mondo scientifico in quanto, sapendo che occorrono decenni prima di poter convalidare un vaccino senza perdita di vite umane, i veri scienziati, dopo un approfondito studio e sperimentazione, hanno potuto dimostrare che i cosiddetti vaccini non sono vaccini e non guariscono affatto alcuna forma di COVID, ma si tratta invece di SIERI GENICI mRNA assai pericolosi perché formati da nanoparticelle altamente tossiche che contengono ossido di grafene e una composizione di “parassiti letali” con l’aggiunta di elementi di acciaio inossidabile, ferro, nikel come una specie di “zuppa chimica” e radioattiva all’interno del nostro corpo che, passando attraverso il sangue e i sistemi linfatici, arriva a modificare il nostro DNA, raggiunge il cervello e poi, interagendo con strumenti elettronici sofisticati ci rendono trans-umani, trans-genici, trans-bestiali, ci privano della nostra individualità, libertà e responsabilità di figli di Dio per renderci come “ibridi” senz’anima e senza identità. 

 E di questo hanno avuto la massima certezza anche a seguito di esperimenti fatti su migliaia di scimmie “i macachi”, tutti morti a causa dello stesso vaccino entro due anni dalla prima inoculazione, dopo aver perso il contatto con la realtà del loro normale vivere secondo natura. 

Ma i veri “macachi” siamo ormai noi uomini, diventati indifferenti, ciechi, sordi e muti davanti alla realtà di morti e malati gravi causati dai vaccini che non sono vaccini, ma sieri genici, perché interferiscono con il nostro codice genetico, come detto, e oltretutto possono condurre alla morte, come da ultimo rapporto di Eudravilance che denuncia oltre 23 mila decessi per vaccino solo nei 27 Stati dell’Unione europea, e oltre  2.200.000 reazioni avverse di malattie gravi e irreversibili a causa di ictus, trombosi, paralisi facciale e degli arti, cancro, flebiti, AIDS ecc.

 VACCINI DA TESSUTI EMBRIONALI UMANI. Come se queste composizioni pestifere e spacciate per miracolose non bastassero, è stata riscontrato negli stessi vaccini, o terapie geniche, una composizione di tessuti embrionali di cellule fetali derivanti da bambini concepiti e abortiti all’età di non più di 3, 4 mesi dall’utero delle madri che rendono ancora più pericoloso, oltre che immorale l’utilizzo di questi pseudo falsi vaccini.

Innanzitutto perché, a differenza dell’aborto dove i piccoli feti di bambini muoiono subito perché vengono come risucchiati immediatamente per vie naturali attraverso pompe aspiratrici come fossero “poltiglia di sangue e tessuti” (chiedo scusa della brutalità vomitevole ma non possiamo più parlare  di aborto come fosse l’estrazione dell’appendicite), per quanto riguarda invece l’intervento per l’utilizzo dei tessuti degli organi dai feti abortiti per farne poi vaccini, si fa pressione su povere donne per metterle incinta con remunerazione, si estrae poi anzitempo con il “taglio cesareo” questi corpicini minuscoli di 3, 4 mesi, integri e vivi, che stanno nel palmo di una mano e da questi si estraggono minuscole particelle di organi e tessuti fra tormenti atroci di questi poveri innocenti buttati poi nel sacco dei rifiuti. Se questo non è sacrificio in onore a Satana che cos’è? Desta orrore solo a doverlo descrivere.

 LA LEGGE DEL CONTRAPPASSO. Questo fatto terribile dei vaccini ottenuti da cellule di feti umani abortiti, oltre al fatto gravemente immorale in sé perché si calcola che ogni giorno vengano “sacrificati” in onore a satana migliaia di esserini nei primi 4/5 mesi di vita, comporta un danno enorme anche per tutti coloro che ricevono questo SIERO GENICO RNA umano,

Perché è un fatto talmente contro natura che l’uomo “si nutra dell’uomo” in un certo senso, che diventa una forma di “cannibalismo horror” perché, non attraverso la bocca e la digestione, ma attraverso sangue e tessuti ci si nutre comunque di cellule umane, che spesso vengono rigettate dall’organismo, a tal punto che questo subisce una lenta, ma progressiva “devastazione interna generale” che non tutti percepiscono nell’immediato, ma prima o poi, certamente sì e in modo irreversibile. Come una specie di “legge del contrappasso” di dantesca memoria per cui il male che tu compi, soprattutto contro innocenti indifesi come i bambini, ti si riversa addosso decuplicato. Ne è l’esempio il fenomeno della cosiddetta “mucca pazza” la quale, costretta per convenienza qualche decenni fa da uomini stolti a nutrirsi “contro natura” di un trito di resti animali anziché di paglia e fieno, si è ammalata gravemente proprio a partire dal cervello, dove sono andate a confluire queste proteine velenose per i mammiferi, perché così ha deciso Dio imprimendo la sua volontà nelle leggi della natura. Perché, come dice il proverbio, “Dio perdona sempre, l’uomo qualche volta, la natura MAI!”.

 IL MICROCHIP. In pratica l’uso di questi vaccini ricchi di sostanze tossiche anche a base di minerali radioattivi, rappresenta l’anticamera, diciamo così, della prossima “conquista” del Nuovo Ordine Mondiale che è il  “MICROCHIP”, il famoso “marchio della bestia” di cui parla l’Apocalisse e dal quale bisogna stare alla larga perché diabolico. Pur essendo piccolo come uno spillo, una volta inserito dentro la tua pelle, non lo puoi togliere più, e ti rende schiavo dei poteri forti satanici, a tal punto che sei controllato a vista, al perenne guinzaglio dei potenti di questo mondo che possono fare di te quello che vogliono, telecomandando a distanza il tuo cervello attraverso il microchip, intervenire sul tuo conto corrente arricchendoti o mandarti sul lastrico, farti star bene come inviarti un ictus, oppure in silenzio “sorella morte”. MALORE?! Certo! Colto da malore!! Defunxit! Nessuna indagine, portalo via e brucialo, anzi poi disperdi le ceneri nei fiumi con la dimostrazione lampante del disprezzo che si ha del corpo, fatto a immagine e somiglianza di Dio e destinato, alla fine del mondo, a risorgere e ricomporsi con l’anima.

I carrarmati e i fucili sono cosa ormai obsoleta, davanti a queste nuove tecnologie diaboliche che ci rendono proprietà dello Stato senza che ce ne rendiamo conto, che ci tolgono la paternità umana e divina per farci schiavi di satana non solo sulla terra ma per tutta l’eternità.

Ma questa distruzione e perfino annullamento dei resti del corpo nelle acque, segno di sfida contro il Creatore, nulla toglie all’onnipotenza di Dio di “chiamare in vita” quel corpo al momento glorioso e trionfante della resurrezione quando i reprobi saranno cacciati definitivamente nello stagno di zolfo e di fuoco, e i benedetti saranno chiamati a godere del Premio Eterno in Paradiso.

 CON CHI STA LA CHIESA?  A condividere, e forse anche promuovere progetti e benefici di questo progetto massonico satanico c’è di mezzo anche la Chiesa, purtroppo, non la cattolica, per ora nascosta nelle catacombe e speriamo prossima alla sua risurrezione, ma la falsa chiesa bergogliana insediatasi abusivamente sul soglio di Pietro che non fa che elogiare e propagandare i vaccini a tal punto da proporli, se potesse, anche a pranzo e a cena con la pastasciutta!  E mentre il Salmo recita “E’ meglio servire Dio piuttosto che gli uomini; è meglio servire il Signore piuttosto che i potenti”, gli illustri Prelati che hanno elogiato i vaccini ufficialmente e scandalosamente anche attraverso la CEI, sulle orme ovviamente di Bergoglio che è uno degli sponsor più quotati di questo progetto diabolico, vanno a braccetto con i potenti di questo mondo di tenebre, di lusso e di corruzione, mentre decantano ipocritamente l’amore per i poveri, per gli ultimi, per gli scarti.

 Le conseguenze disastrose dei vaccini, comunque si manifesteranno nella loro drammaticità col passare dei mesi e anni, grazie all’influenza mediatica della TV sui nostri cervelli, ma grazie anche alla colpevole insistenza dell’antipapa Bergoglio, che ha indotto la gente ad attribuire al vaccino dei poteri quasi divini, in perfetta copia con la “dea Pachamama” intronizzata in San Pietro in ottobre 2019, dalla quale è uscito quel veleno mortifero del virus a livello mondiale, come da un diabolico “vaso di pandora” che ancora non è stato chiuso e sigillato.

LA CHIESA SI PREOCCUPA DEL BENE DELLE PERSONE!?. Il fatto è che sia Bergoglio che i Prelati, anziché ribellarsi a tanti crimini denunciandoli pubblicamente, continuano ad affermare che “vaccinarsi è un gesto d’amore” e che “la Chiesa è interessata al bene globale delle persone, sia spirituale che corporale”. A questo punto viene spontaneo chiedere di quale “bene” si tratta, dal momento che, se vogliamo essere sinceri davanti a Dio e agli uomini, il bene spirituale supremo che la Chiesa avrebbe il dovere di difendere, è principalmente quello della vita eterna!

Ma siccome corpo e anima, materia e spirito sono strettamente collegati, anche il corpo partecipa degli affanni dell’anima soprattutto davanti a certe scelte di carattere morale che è giusto vengano segnalate dalla Chiesa, quali la medicina o la terapia per l’aborto e la contraccezione che sono direttamente collegate alla vita di un essere umano indifeso, oltre che a quella della donna che spesso ci lascia la vita. In tutti i casi, la questione “vaccini” nella sua complessità scientifica ancora in parte sconosciuta non dovrebbe essere di pertinenza diretta della Chiesa, o dei Vescovi o del Papa, ma dei medici e scienziati.

Tuttavia, dal momento che è stato confermato che i vaccini contengono anche cellule umane ricavate dall’estrazione di feti umani nei primi mesi di vita attraverso il consenso obbligato di povere donne prese per fame e sottoposte a simili torture, la Chiesa tutta, Papa, Vescovi, Cardinali e Congregazioni varie dovrebbero alzarsi indignati e proibire categoricamente questa sorta di macellazione umana che dovrebbe fare inorridire un mostro, quand’anche fosse miracoloso per la salute l’effetto del vaccino.

 CONSEGUENZE DEI NOSTRI PECCATI. Per chi non si sofferma sugli eventi di superficie ma vuole scandagliare il perché di certe cose, sembra che stiamo raccogliendo a livello planetario i frutti della nostra infedeltà, tradimento, idolatria, per aver estromesso, magari ipocritamente o inconsciamente, il nostro Dio dalla nostra vita perché abbiamo scoperto che ce la possiamo cavare benissimo da soli, a tal punto che gli abbiamo detto “lasciami in pace, mi arrangio da solo. Che me ne faccio di un Dio, padre sì, ma così esigente da pretendere da me onestà, lealtà, castità, fedeltà, impegno, generosità ecc. quando tutto questo costa fatica e rischi l’emarginazione e talvolta perfino la morte? Chi è corrotto invece, la spunta sempre e gli va tutto bene".

Con tutta la scienza e la tecnologia siamo in grado di creare l’uomo “in vitro”, cambiandogli sesso a piacere, modificandogli perfino il cervello con certi vaccini o sieri che lo riducono a uomo trans-genico, trans-umano, trans-sessuale….  Insomma un robot a nostro servizio e piacimento, un ibrido satanico senza più né cervello nè anima, un essere che non è più “fatto a immagine e somiglianza di Dio” ma schiavo di Satana. Perfino Dio si è piegato al nostro potere perché lo abbiamo vinto noi, uomini-demoni del “Nuovo Grand Reset”, del “Nuovo Ordine mondiale”, della “Nuova Chiesa dei finti poveri”! Ci siamo impadroniti perfino della “Creatura” più preziosa al cuore di Dio che è la Chiesa cattolica. Perfino i Papi, Vescovi, Cardinali e tutti sono al nostro servizio, al servizio del Principe di questo mondo, al servizio di Satana”.

E così il nostro buon Dio, da gran Signore quale egli è, si è fatto da parte, ha lasciato all’uomo le redini del comando, il timone della nave della sua vita, e adesso l’uomo si sta accorgendo, a sue spese, che, senza il vero “Timoniere” questa povera navicella sta ripetutamente sbattendo contro gli scogli finchè andrà in frantumi e lui si perderà in mezzo ai flutti con tutto l’equipaggio.

 QUANTO PUO’ ESSERE VINCOLANTE LA PAROLA DEL PAPA? Bisogna chiarire comunque che certe azioni o dichiarazioni o interviste pubbliche del Papa, dei Vescovi o Prelati non sono per nulla vincolanti della coscienza o della morale perché non rientrano nel Magistero della Chiesa ma nei pareri personali opinabili su argomenti che, oltretutto, esulano completamente dalle competenze degli ecclesiastici perché riguardano piuttosto medici, scienziati ecc. Ma anche se in qualche intervista concessa per strada, in macchina, in aereo, si affrontassero argomenti di fede o di morale, anche in tal caso, vista la sede e il momento inopportuni e per nulla ufficiali ma lasciato al “caso”, queste affermazioni spesso improvvisate non hanno alcun vincolo morale per la coscienza del credente, a maggior ragione se non sono conformi al perenne Magistero della Chiesa.

Purtroppo, però, dal punto di vista pratico e a motivo dell’ignoranza della gente, essendo pronunciate da un’autorità della chiesa, pur non avendo nessun valore ufficiale, hanno il potere mediatico di influire sulla fede e sulla psiche dei fedeli, perché è vero che esiste l’assistenza dello Spirito Santo per il Vicario di Gesù Cristo e per la Chiesa, ma per il Papa vero, per i Prelati veri, non per quelli usciti dal complotto del Sangallo, tutti scomunicati, che hanno spodestato il vero unico Papa Benedetto XVI che ci auguriamo possa essere al più presto riportato sul suo soglio petrino perché il Signore ce lo sta tenendo miracolosamente in vita per qualche suo progetto che vedremo a breve scadenza e che potrebbe dividere i veri credenti da quelli falsi, salvezza o dannazione.

           SOVRAPPOPOLAMENTO?. Ormai i potenti di questo mondo di lacrime e di inferno, i cosiddetti poteri forti del Nuovo Ordine Mondiale, i vari Soros, Bill Gates, Rotchild, Rockefeller, attraverso i vari governi mondiali consenzienti e ben retribuiti, non fanno più mistero del fatto che vogliono sterminarci quasi tutti, portando la popolazione alla morte fino al 90, 95% perché considerata troppo numerosa per le risorse del pianeta e inquinante per l’ECO sistema da loro voluto e inventato, dietro dettatura del dragone infernale. E il fatto è che molti ci credono e pertanto ritengono che, tutto sommato, una bella “pulizia” ecologica sia pur necessaria. Stolti!

Come fossero i padroni del mondo, immortali e più potenti di Dio, il quale invece, quando ha creato il primo uomo e la prima donna, ha detto “CRESCETE E MOLTIPLICATEVI” senza mettere un limite a questa moltiplicazione, senza fissare dei paletti, delle cifre oltre le quali l’umanità si sarebbe dovuta autosuicidare per eccesso di anidride carbonica dannosa per l’eco sistema. Tutti gli uomini siamo sotto il suo occhio paterno, di Padre buono che veglia sulle sue creature e ci ha dato risorse incommensurabili allo scopo di sfamare e mantenere e far felici decine e decine di miliardi di uomini sulla terra ma la colpa è dell’uomo che le usa male, le utilizza per l’interesse di pochi potenti assatanati che vogliono ridurre in schiavitù il resto dell’umanità. Ma sarà ancora per poco tempo.

 E’ una balla colossale quella del sovrappopolamento, frutto della nefasta teoria atea Malthusiana che ha fatto volutamente male i suoi conti seminando angoscia e panico ovunque a tal punto da giustificare, quasi, l’utilizzo di armi o veleni come il vaccino, per “riequilibrare” uomini e risorse. 

MA E’ UNA FALSITA’ ENORME, UNA IDIOZIA ANTISCIENTIFICA E ANTIREALISTICA. E SE E’ VERO CHE ALCUNE (POCHE) PARTI DEL MONDO SONO SOVRAPPOPOLATE, PENSIAMO SUBITO ALLA CINA, E’ ALTRETTANTO VERO CHE PER IL RESTO DEL PIANETA CI SONO LANDE ENORME SPOPOLATE: luoghi deserti e paludosi da bonificare, sterminate campagne incolte, steppe immense da coltivare e mettere a disposizione dell’uomo senza per questo dover sacrificare gli alberi dell’Ammazzonia, per esempio.  E’ Dio stesso che apre le strade al momento giusto, così come ha saputo sfamare un esercito di 600.000 ebrei nel deserto per 40 anni, che non avevano portato con sé né aratri, né semi, né piante, né pozzi e ancor meno cisterne d’acqua. Ma Dio li ha sfamati e dissetati tutti, ma li ha anche puniti quando mettevano in dubbio la sua onnipotenza. Come sta facendo adesso con noi, figli ribelli e dalla dura cervice, che pretendiamo di insegnare a Dio come deve "rifare" il mondo a nostro gusto e piacere.

 VALORE IMMENSO DELLA LODE A DIO. Dopo aver messo da parte nostra tutto il nostro impegno umano, bisogna inginocchiarci ogni giorno e ogni sera davanti a Dio per dirgli con il Salmo n. 8: “Signore nostro Dio, quanto è grande il tuo nome su tutta la terra, sopra i cieli si innalza la tua magnificenza (…)  se guardo il tuo cielo, opera delle tue dita, la luna e le stelle che tu hai fissato, che cosa è l’uomo perche’ te ne curi, il figlio dell’uomo perche’ te ne dia pensiero? eppure l’hai fatto poco meno degli Angeli, di gloria e di onore lo hai coronato. tutto hai posto sotto i suoi piedi, tutti i greggi e gli armenti, gli uccelli del cielo e i pesci del mare…  Signore nostro Dio, quanto è grande il tuo nome su tutta la terra…”

 

Tutto ciò premesso

Passiamo adesso all’aspetto soprannaturale, ecclesiale

almeno per sommi capi essenziali

 

1.    Il catechismo della Chiesa cattolica nei punti 2268, 2270  considera i vaccini derivati da linee cellulari fetali abortite moralmente inaccettabili:

2.    Giovanni Paolo II nell’esortazione “Christifideles laici, n. 38 scrive “… E’ del tutto falso e irrisorio il comune discorso sui diritti umani, salute, casa, lavoro, famiglia, cultura ecc. se non si difende con la massima risolutezza il diritto alla vita, quale diritto primo e fontale, condizione per tutti gli altri diritti della persona (…) L’uso di vaccini prodotti dalle cellule di bambini non nati assassinati contraddice il dovere assoluto di difendere la vita non ancora nata.”

“la salute fisica non è un valore assoluto”, parole di cinque Vescovi che il 13 dicembre 2020 ribadiscono l’illiceità dei vaccini realizzati con feti abortiti che aprono la strada a una industria dell’orrore senza fine.   Essi sono:

Card. Janis Pujats, arcivescovo metropolita emerito di Riga (Lettonia)

Tomash Oeta, arcivescovo metropolita dell’arcidiocesi di Maria Santissima in Kazakistan

Athanasius Schneider, vescovo ausiliare  stessa arcidiocesi.             

Jan Pawel Lenga, arcivescovo emerito di Karaganda (Kazakistan)

Joseph E. Strickland, vescovo di Tyler  (USA)

 

FRATEL ALEXIS BUGNOLO. Fra le voci di illustri Prelati in difesa del diritto alla vita sin dal concepimento e sul gravissimo pericolo dei vaccini per la nostra anima oltre che per il corpo, si è alzata con forza quella di Fratel Alexis Bugnolo, uomo di vasta cultura, pruliraureato, ex militare graduato dell’esercito americano e alla fine “conquistato” dal Signore al punto da mollare tutto e farsi frate francescano eremita che ogni tanto fa sentire la sua “parola di fuoco”. Riporto:

PRENDERE UN VACCINO A RNA

E’ L’ULTIMO ATTO DI RIBELLIONE CONTRO DIO.

 “Non possiamo essere salvati se neghiamola la verità rivelata, la prima della quali è che Dio non è solo il creatore di tutti, ma il nostro Creatore, che ci ha dato la vita al momento del nostro concepimento. QUINDI DIO È L’AUTORE DEL NOSTRO CODICE GENETICO, tanto quanto è l’autore delle nostre anime.

Prendere, quindi, un vaccino a RNA che altera il nostro codice genetico e gli aggiunge qualcosa che è artificiale, è quindi L’ATTO ULTIMO DI RIBELLIONE CONTRO DIO. Perché, dice il ribelle, non voglio e non mi serve la natura che tu Dio, mi hai dato! Ma voglio creare me stesso, o gli altri, a mio piacimento e sfidare la tua onnipotenza.

 Questo è il motivo principale per cui il Nuovo Ordine Mondiale (NWO) vuole vaccinare tutti!  Non si tratta di denaro o di potere, ma riguarda il loro credo satanico che odia i figli di Dio, li vuole modificare TUTTI nella loro struttura interna, per togliere la loro libertà e la loro anima riducendoli, da figli di Dio a schiavi di Satana, telecomandati dai moderni strumenti elettronici “trans-genici, trans-umani”, in modo che tutti diventino ribelli contro il Creatore e si dannino l’anima all’Inferno.(…)

 E’ questo forse il motivo per cui San Giovanni Apostolo nel libro dell’Apocalisse dice che quando Cristo tornerà, distruggerà gli uomini e le donne malvagi che trova. Poiché non sono più veri uomini, (come ai tempi del diluvio che uomini veri si erano uniti con una sorta di scimmioni, detti ominidi, ottenendo un ibrido con l’animale, poi distrutti nel diluvio), ma gli uomini “ibridati” di adesso con i moderni vaccini si chiamato “esseri trans-genici”, non più metà bestia e metà uomo, bensì misto tra uomo e tecnologia, una sorta di “robot umanizzato”, o di “uomo robotizzato”, terrificante, diabolico, angosciante ma vero, non fantascientifico, un vero ibrido, purtroppo! E il “malcapitato” non se ne rende nemmeno conto di aver subito questa specie di “diabolica operazione chirurgica”.

 La condizione essenziale di tutto questo discorso è la seguente: possiamo essere salvati solo perchè Dio è diventato uno di noi, ha meritato la salvezza per la nostra razza umana, per i discendenti di Adamo e non per gli ibridi, i transgenici...  pertanto, se alteriamo o permettiamo di alterare il nostro DNA, allora non siamo più figli di Adamo, non siamo più razza umana, e quindi non possiamo più ottenere la salvezza in Cristo Gesù”.

 

                         PER FINIRE IN CONSOLAZIONE

      IL POTERE INFINITO DI DIO ANCHE SUL MALE

Ma non dobbiamo scoraggiarci, anche perché la maggior parte delle persone vaccinate, centinaia di milioni ormai in tutto il mondo, non è affatto consapevole, o per sommi capi, di questo piano diabolico che si nasconde dietro ai vaccini e alla loro composizione, mentre i veri responsabili ne renderanno conto a Dio. 

Pertanto dove termina la sapienza umana, arriva la misericordia e l’onnipotenza di Dio per salvare il salvabile di questa sua creatura meravigliosa, fatta a “Sua immagine e somiglianza”, e pertanto Dio salverà anche i vaccinati diciamo imprudenti o ingenui, se lo vogliono; e come? Guardando a Gesù, alzando lo sguardo al cielo per implorare la sua misericordia e guarigione, pregando affinchè il suo Preziosissimo Sangue purifichi tutte le sporcizie della nostra vita, sia quelle fisiche dovute a vaccini e malattie che quelle spirituali, morali ecc.

Perché come Mosè nel deserto, per ordine di Dio, piantò su un’asta un serpente e tutti coloro che lo guardavano erano guariti dai morsi dei serpenti velenosi dentro gli accampamenti, così anche noi, dopo aver assunto il veleno del vaccino mortale, se preghiamo, se ci pentiamo, se guardiamo a Gesù chiedendogli pietà e misericordia, saremo certamente guariti sia nel corpo che nell’anima perché il Signore, così come ha creato dal nulla, sa benissimo anche “ricreare” la natura dell’uomo riportandola alla sua prima origine, dopo averla ripulita dal peccato, dalla superbia e dall’orgoglio.

Perciò l’unico rimedio per tutti i mali derivanti sia dal vaccino che da altre brutalità è sempre e solo uno: TORNARE A DIO PADRE, FIGLIO E SPIRITO SANTO, TORNARE A GESU’ E ALLA VERGINE MARIA CON UMILTA’ E CON LA FIDUCIA DI ESSERE PERDONATI E RECUPERATI NELLA BELLEZZA BATTESIMALE DELLA NOSTRA ANIMA IN GRAZIA, PERCHE’ DIO NON SI LASCIA VINCERE DAL MALIGNO. CHRISTUS VINCIT, CHRISTUS REGNAT

                                 Patrizia Stella – Verona


https://www.studiolegaleangius.it/2017/05/art-32-costituzione-vaccini/

 https://www.facebook.com/100048626364234/videos/296979138599629/

 https://www.repubblica.it/cronaca/2021/02/19/news/vaticano_feti_abortiti_vaccini-288312963/

 https://www.lanuovabq.it/it/no-ai-vaccini-da-feti-abortiti-un-appello-eroico-ai-cristiani

 Robert F. Kennedy Jr. NON FATE IL VACCINO PER NESSUNA RAGIONE! - Database Italia

https://www.databaseitalia.it/robert-f-kennedy-jr-avviso-non-fatelo-per-nessuna-ragione/#.YTdfnbSuADs.whatsapp

 https://www.renovatio21.com/vaccini-e-obiezione-di-coscienza-come-producono-le-linee-cellulari-da-feto-abortito/

 



lunedì 23 agosto 2021

DELLA SERIE: CURARE CORPO E ANIMA

      

Come abbiamo potuto constatare da molti post che ci mettono in guardia da certi effetti collaterali gravissimi dei vaccini, penso di fare cosa utile e gradita suggerendo alcuni integratori mirati per combattere tali negatività, almeno contrastarle, diciamo così, se non vanificarle del tutto, cosa pressocchè impossibile per ora anche per i farmaci più potenti di ordinaria amministrazione. 

 

Anche in vista di una prossima alimentazione probabilmente carente e povera, come ci stanno ventilando fondate notizie affatto rassicuranti, credo sia opportuno pensare già ad un completamento valido per il proprio sostentamento e quello dei nostri figli, sapendo che comunque questi prodotti sono validi come integratori perenni anche nella vita normale di tutti i giorni.

 

A tale scopo vorrei segnalare i prodotti di una ditta validissima, molto seria che ha da poco festeggiato i suoi 60 anni di vita, nata dal genio del dott. Artur Furst, ricercatore, tossicologo e farmacologo, che ha fondato il “Comitato di Consulenza scientifica” (SAB), internazionalmente riconosciuto nel settore della tossicologia e della ricerca sul cancro.  Dal 2005 ha poi affidato questo compito a una equipe di medici biochimici e nutrizionisti che tuttora la controllano e ne aggiornano i prodotti a seconda delle necessità del momento storico nella convinzione che, da una sana ed equilibrata alimentazione, dipende la nostra salute sia fisica che psichica.

SI TRATTA DELLA DITTA NEOLIFE.

Con sede a Roma

 che usa materie prime naturali di origine soprattutto vegetale, frutti, piante, alghe, estratti di vitamine, senza OGM, senza assolutamente l’uso di cellule di alcun tipo, tutti elementi preparati, selezionati e combinati in modo da permettere un perfetto assorbimento e facilitare anche il processo digestivo.

 

Perciò cari amici, visti i tempi che ci aspettano, conviene rinunciare a qualche capriccio, a qualche pizza in più ma E’ INDISPENSABILE FARSI UNA PICCOLA SCORTA DI INTEGRATORI CHE SUPPLISCANO A UNA PROSSIMA PROBABILE ALIMENTAZIONE POVERA MANTENENDO CORPO E MENTE POSSIBILMENTE SANI.

 

*******************

 Poi, come credenti, sappiamo che la nostra vita è nelle mani di Dio, nella buona e nella cattiva sorte, nella salute e nella malattia, e perciò noi accettiamo la volontà di Dio sempre, ma questo non ci dispensa dal dovere che abbiamo di curarci, anche per poter dare testimonianza di vita cristiana, tutta e sempre e solo A.M.D.G., per la maggior gloria di Dio e per il bene delle anime.  

Anche nella preghiera del “Padre Nostro” infatti, è Gesù stesso che ci ricorda il dovere di chiedere “Il pane quotidiano”, cioè il giusto sostentamento per poter vivere dignitosamente noi e i nostri figli, la nostra famiglia.

 

Chi lo desidera può cliccare sul LINK che allego, scrivere il suo nome per accedere, scegliere ciò che più lo soddisfa, ordinare i prodotti alla ditta seguendo la prassi indicata e alla fine pagare con carta di credito. L’azienda provvederà a spedire il pacco con i prodotti desiderati al domicilio da voi segnalato, al prezzo indicato sul listino con una piccola maggiorazione mi pare di 6 euro per spese postali.

                       http://www.neolifeshop.it/patriziastella/

 

Da consigliare soprattutto

BETAGUARD carico di vitamine ACE, B2, B3, B6  zinco, cromo, iodio.... con effetto antiossidante euro 32. Caps. 90

 COQ10 rinforza le cellule soprattutto dopo i 50 anni, riducendo l effetto negativo delle statine e di minerali nocivi.  Euro 51 caps. 60.

 KAL MAG   calcio e magnesio con aggiunta vitamina D3,  per RAFFORZAMENTO MUSCOLI, OSSA, RIDUCE STANCHEZZA E AFFATICAMENTO.   EURO 20.  caps.180

 OMEGA3, FAVORISCE TUTTI I PROCESSI ANTIINFIAMMATORI,

Contribuisce al mantenimento della buona funzione celebrale, vista, olfatto, udito. Controlla i trigliceridi nel sangue, la buona funzione cardiaca con relativa pressione. Euro 38, caps. 90.

 IL FAMOSO ALOE, sia da bere che in tubetti di crema per il viso. 

 Si possono assumere una o due capsule per volta, a seconda delle necessità, ogni giorno, meglio se DURANTE I PASTI per una più facile assimilazione con il cibo, per cui ogni barattolino può durare anche due e più mesi.


 IO HO FATTO LA MIA PARTE. 

ADESSO PENSATECI VOI CON PIENA LIBERTÀ.      GRAZIE.

                                           Patrizia

 

domenica 15 agosto 2021

15 AGOSTO FESTA DI MARIA ASSUNTA IN CIELO

      Il giorno 1 novembre 1950, Papa Pio XII, sulla tradizione della Chiesa che risaliva già ai primi del quinto secolo d.C., proclamò solennemente in piazza San Pietro, gremita da una moltitudine di fedeli, il dogma della “ASSUNZIONE DI MARIA IN CIELO” sancito dalla Costituzione apostolica “Munificentissimus Deus” e con le seguenti, sintetiche parole: “La Vergine Maria, completato il corso della sua vita terrena, fu assunta alla gloria celeste in anima e corpo”.

 Già dal 1947 la Madonna si era rivelata in una apparizione privata nella zona detta “Tre Fontane” di Roma a un semplice ferroviere, BRUNO CORNACCHIOLA, accanito avversario della chiesa cattolica, tanto che aveva in programma di ammazzare il Papa, il quale, dopo quella apparizione, cambiò totalmente vita, si fece apostolo di Maria e ricevette da Lei la conferma di essere stata assunta anima e corpo in cielo, senza passare dalla corruzione del sepolcro, a tal punto che la Madonna stessa si proclamò al Cornacchiola “MADONNA DELLA RIVELAZIONE”, quasi a confermare il Papa, attraverso un umilissimo convertito, la verità soprannaturale del dogma che avrebbe poi proclamato tre anni dopo, nel 1950.

 Crediamo opportuno, a tale proposito, proporre la lettura di un brano del libro intitolato “LA MADONNA RACCONTA. Confidenze della Vergine Maria ai suoi figli” di don Ferdinando Rancan, ed. Fede & Cultura, con la prefazione del Vescovo emerito di Ferrara, Mons. Luigi Negri, libro molto particolare e forse anche unico nel suo genere, perché è la Madonna stessa che parla di sé e della sua vita accanto a Gesù e alla Famiglia di Nazareth, come una specie di “autobiografia della Madonna”.

 

Il susseguirsi di vicende narrate nel libro, sono così fedeli al Vangelo e talmente vive, commoventi e realistiche da aver convinto un’autorità della Chiesa come mons. Luigi Negri, non solo a dare il suo benestare, ma ad invogliare la lettura di questo libro perché è uno dei modi più efficaci per conoscere il Vangelo e la vita di Gesù, in stretta unione con quella di Sua Madre dove emerge, non solo l’aspetto dottrinale e teologico in piena fedeltà con il Magistero della Chiesa cattolica, ma soprattutto un rapporto affettivo, di vero amore e devozione che coinvolge nell’intimo il cuore del lettore.  Riportiamo un brano della prefazione di mons. Negri: “… Inizialmente ho provato un certo disagio, avvertendo su di me la legittima domanda dei lettori: è davvero soprannaturale la provenienza di queste confidenza? Oltre a verificare che in queste confidenze non c’è altro se non il puro dogma cattolico, e mai una frase di esagerazione o di esorbitanza, mi sono tranquillizzato – appunto perché non tocca a me formulare un giudizio sulla natura di questa confidenza – quando ho capito un aspetto che io reputo essenziale e che ritengo l’apporto più significativo di questo libro: che sia una grande testimonianza di affezione alla Madonna, a Cristo e alla Chiesa (…)  Mi sembra che, attraverso il dialogo fra il cuore di Maria e il cuore di quest’anima appassionata di Lei, sia significativamente raccolta la verità dell’espressione “La Chiesa è la famiglia di Dio”.

 

LA DORMIZIONE DI MARIA

             Figlio mio, dopo l’incontro che vide quasi tutti gli Apostoli riuniti a Gerusalemme, la mia gioia andò crescendo enormemente al vedere la Chiesa appena nata che stava ormai prendendo piena consapevolezza di se stessa, della sua identità, e che doveva ormai rompere gli orizzonti ristretti della storia d’Israele e lanciarsi in tutte le direzioni.    Gli Apostoli avevano capito che la Chiesa era per tutto il mondo per tutti i popoli della terra, che la Chiesa doveva evangelizzare, cioè portare Gesù a tutte le nazioni del mondo. Questa consapevolezza degli Apostoli era per me un motivo molto vivo per constatare che la mia missione sulla terra era finita. Ormai era vicina la mia ora, l’ora in cui dovevo consegnare me stessa, tutta la mia vita, nelle mani di Dio, della Trinità Santissima, attraverso le mani di Gesù mio figlio. Questa consapevolezza non riguardava soltanto il compimento della missione che il Signore mi aveva affidato, ma era accompagnata da un grande desiderio di vedere finalmente il volto di Dio, e la gloria del mio figlio Gesù.  Il volto di Dio! I miei occhi ormai stavano chiudendosi agli orizzonti terreni e cercavano l’orizzonte della gloria, l’orizzonte di Dio nella sua Trinità Beata. 

            Nell’abitazione di Giovanni, il discepolo più caro che mi aveva affidato Gesù stesso dalla croce, venivo assistita da Salome, Giovanna, la Maddalena e dalle altre donne che avevano seguito Gesù. Si celebrava frequentemente l’Eucaristia che io ricevevo con la fede e l’umiltà di essere, nonostante tutto, una povera creatura: io ricevevo Gesù, ma ogni volta cresceva ancora di più il desiderio di vederlo trasfigurato nella gloria in Cielo. 

Poiché le mie forze andavano progressivamente diminuendo, volli salutare le donne e gli Apostoli, soprattutto Pietro e Giovanni. I sensi si affievolivano, finché un profondo sopore mi avvolse come in un’estasi. Il mondo stava sparendo intorno a me e mi trovai improvvisamente sola con me stessa, una solitudine abitata da una pace immensa nella quale sentivo riecheggiare le parole di Gesù sulla croce: “Padre, nelle tue mani affido il mio spirito”. Fu la mia ultima preghiera, non seppi dire altro. Dopo questo, tutto disparve intorno a me per trovarmi in una condizione interiore simile a un abbraccio, l’abbraccio paterno di Dio. Da quel momento disparvi totalmente anche a me stessa.

Non so dire quanto tempo sia passato in quello stato. Un fremito aveva percorso il mio corpo e mi ritrovai in una condizione che non aveva più nulla in comune con quella di prima. Mi ritrovai immersa in un oceano di luce e dentro a quell’oceano sentii riecheggiare la voce ben nota da sempre: era quella di Gesù. Mi diceva “Vieni, Madre mia, prendi posto accanto a me, il posto che il Padre ha preparato per te perché io ponga il tuo nemico a sgabello dei tuoi piedi. Le stelle del cielo ti circonderanno. E continuerai a invitare gli uomini a incontrare il loro Creatore e ad accogliere il figlio suo che egli ha inviato nel mondo per liberare l’umanità dal peccato”.

Dio ha voluto che io fossi Madre dell’Amore bello, dell’Amore che salva, dell’Amore che si fa dono, un dono totale, pieno, un dono che fa fiorire di bellezza anche la croce. Figlio mio, sono tua Madre che ora è in cielo, corpo e anima, accanto a suo figlio Gesù, ma sono anche una Madre che attende, una Madre che ancora non ha completato la sua maternità, una Madre che vuole vedere la redenzione completata in quello che manca alla passione di suo figlio Gesù. Una Madre che ancora sta partorendo te, e tanti, tanti, tanti figli suoi che ancora non conoscono Gesù. Non lasciarmi sola! Aiutami a far conoscere Gesù agli uomini di questo mondo. Tu puoi aiutarmi perché sono stata io a farti conoscere Gesù. Le cose che io ti ho detto sono l’apertura del mio cuore materno, a te perché tu conosca più profondamente quel Gesù che ci ha chiamato, e quindi che tu come discepolo senta il bisogno di avere tanti fratelli che assomiglino al mio primogenito, quel Gesù che ha dato sé stesso per amore tuo. Anzi, in me, nella mia maternità è tutto l’universo che sta soffrendo le doglie del parto perché non è ancora portata a compimento l’opera di Dio.

 

Dal libro “La Madonna racconta” 

di Ferdinando Rancan

 

sabato 7 agosto 2021

MAI ABBANDONARE LA CHIESA CATTOLICA, MA ATTENTI AI FALSI PASTORI.


Non c’è da stupirsi che, soprattutto dopo la presenza di due Papi contemporaneamente viventi, e con l’avanzare di molte contraddizioni, confusioni e celebrazioni pagane da parte di chi ha occupato il soglio pontificio, molti cattolici siano entrati in una specie di crisi esistenziale e spirituale profonda e stiano gradualmente ma progressivamente abbandonando la chiesa cattolica, almeno di fatto, se non per vera convinzione, vale a dire che si nota soprattutto dal calo delle presenze a quella celebrazione fondamentale per il cattolico che è la Santa Messa domenicale, oltre che da uno stile di vita non più cristiano, ma pagano, immorale o agnostico.

 A questo si aggiunge la rinuncia, da parte di molti sacerdoti, per motivi anche pretestuosi, al loro compito primordiale che è appunto quello di essere sempre presenti come “cuore propulsore” della Chiesa, se non altro perché sono gli unici, per volontà di Dio, a poter amministrare i Sacramenti più importanti del cristiano che sono: Battesimo, Confessione, Eucaristia, Cresima.  Ci sono sacerdoti anche bravi che, presi comprensibilmente da una sorta di crisi interiore, stanno scantonando qua e la', anche loro poveretti come pecore sbandate senza pastore: chi si ritira dagli incarichi ufficiali di sacerdote con scuse assurde per dedicarsi ai propri hobby o lavori preferiti; chi celebra privatamente e spesso solo la domenica perché non vuole nominare papa Francesco nel canone della Messa e invece nomina papa Benedetto; chi invece rifiuta di nominare l’uno e l’altro e manca solo che vadano a nominare un ecclesiastico di loro gusto auspicando che diventi magari il terzo Papa che metta in riga tutti.

 E così noi fedeli ne vediamo di tutti i colori soprattutto durante la celebrazione liturgica della Santa Messa: canti e balli di gruppo sull’altare sullo stile della dea pagana Pachamama o le solite esortazioni nauseanti sulle norme anticovid come fossero Vangelo; uso del gel sulle mani da parte del celebrante perfino sette, otto volte durante la celebrazione di una Messa come se le sacre particole fossero contagiose; copertura dell’Ostia Santa con un telo di lino per impedire che qualche virus “furbetto” si infili dentro per rosicchiarla;  uso immotivato di “museruole” durante la celebrazione liturgica che sembrano burka a significare il terrore che ha il clero soprattutto di questo ipotetico e assurdo contagio; mancanza di doverosa genuflessione doppia al momento della consacrazione del Pane e del Vino, sull’esempio di Bergoglio che mai si inginocchia in chiesa ma solo fuori con gli estranei a baciare perfino i loro i piedi quasi in segno di sottomissione, LUI!, nientemeno che il Vicario di Cristo!. Infatti ne è talmente convinto che ha tolto quel titolo perfino dall’Annuario Pontificio, e mentre lui continua a proclamarsi solo Vescovo di Roma, noi cattolici praticanti, più idioti dei ritardati psichici, continuiamo a chiamarlo “Sua Santità!”.


Altri preti rifiutano di confessare i fedeli¸ nemmeno a distanza prevista, per paura di essere contagiati; altri richiedono il green pass per andare a Messa oppure l’obbligo di passare attraverso una specie di “gendarmeria improvvisata” che ti blocca davanti all’ingresso della chiesa, controlla che tutto sia in regola, ti raccomanda questo e quest’altro e ti invita a sederti a un posto prestabilito. Norme assurde che ogni singolo parroco esige per essere “in regola” col mondo, e che infastidiscono molto parrocchiani e fedeli occasionali, a tal punto che è calato in maniera esponenziale non solo la presenza dei fedeli alla Messa domenicale ma anche l’otto per mille alla Chiesa cattolica e le stesse offerte che di solito i bravi parrocchiani versano come contributo durante l’anno, anche come suffragio per i loro defunti.


Se da una parte possiamo ancora contare, grazie a Dio, su un discreto numero di sacerdoti diciamo almeno saggi, equilibrati, di fede, molti altri sembrano, per la verità, presi da una certa follia o terrorizzati anche dal pensiero delle terribili “purghe Bergogliane” che passeranno alla storia come la peggior infamia della chiesa purtroppo. Ma di che cosa si deve aver paura? Anche lui fra non molto sarà polvere e cenere e Dio lo giudicherà assieme a tutti i suoi devoti demolitori della vera Chiesa di Gesù, e anche a tutti coloro che, mentre avevano l’obbligo di parlare e di urlare questa apostasia dai tetti, se ne sono stati zitti, con un silenzio gravemente colpevole agli occhi del Signore e che non resterà impunito. Preghiamo per tutti costoro.


Nel frattempo è emersa dal silenzio la voce di un ecclesiastico, mons. Carlo Maria Viganò, il quale era partito con coraggio denunciando nel 2018 l’operato demolitore della fede e dei valori cristiani di Bergoglio ma poi, col tempo, attraverso frequenti esortazioni, denunce, video, proclami, convegni ecc. ha finito col creare più confusione di prima perché, assumendo l’aria di grande riformatore, sta mettendo sotto accusa non solo “l’usurpatore” del trono pontificio anzidetto, ma anche i Papi precedenti, compreso il Vaticano II, tutti ugualmente responsabili, secondo lui, di tanta deplorevole disfatta, quando invece, come vedremo più avanti, non c’è stata assolutamente alcuna correlazione o continuità tra il pontificato di Papa Benedetto e diciamo così, quello presunto di Bergoglio. Questa supposizione non solo è falsa, ma soprattutto pericolosa perché molti fedeli, delusi e amareggiati dalle vicende bergogliane, trovano ancora sostegno negli scritti e nella memoria dei grandi Papi precedenti: Benedetto, Giovanni Paolo II e anche Paolo VI e continuare a picconarli, oltre che commettere un gravissimo peccato di calunnia, si rischia di demolire anche la poca fede che resta nei cattolici i quali sono sempre più scandalizzati da tante “lotte fratricide” tra i Prelati più ragguardevoli. Chi ci autorizza a giudicare sempre il passato con occhio maligno oltretutto? Perché non ci fermiamo invece a guardare dentro il nostro cuore se per caso non ci sia un covo di serpenti velenosi che ci impediscono di vivere la carità e la lealtà tra di noi?


In mezzo a tanto scandalo e quando i “lupi” che lo circondano sono distratti, risuona ogni tanto la voce flebile ma sicura dell’unico vero Papa emarginato e detronizzato che è Benedetto XVI ad affermare che “IL PAPA E’ UNO SOLO” nella speranza che qualche voce autorevole tra i Cardinali colga l’occasione per chiarire le cose, raccogliendo le folle dei fedeli devoti allo scopo di ripristinare quella giustizia che è stata gravemente offesa dal complotto della ormai ben nota “mafia di Sangallo” di cui Bergoglio era uno dei responsabili, come attestano testimonianze ormai inconfutabili.


Certo, la notizia della soppressione da parte di Bergoglio, della possibilità di celebrare la Messa secondo il “Vetus Ordo”, ripristinato con coraggio da Papa Benedetto XVI, ha creato ulteriore amarezza e sconcerto, però cosa potevamo aspettarci dopo tutte le “picconate” demolitrici che abbiamo dovuto subire in questi otto anni di falso pontificato? Di vedere Bergoglio inginocchiato davanti al Santissimo a chiedere perdono? E’ quello che ci auguriamo con tutto il cuore e per cui preghiamo, tuttavia bisogna anche essere realisti e aspettarci anche di peggio, e cioè che Bergoglio e “gruppo picconatore”, arrivino ABUSIVAMENTE a mettere mano anche al “Novus Ordo” o con la totale soppressione, o con delle modifiche “basilari” (non secondarie, come quelle avute finora), tali da rendere invalida anche questa Santa Messa.  Anche se tutto l’operato di Bergoglio come antipapa o peggio verrà per forza prima o poi considerato INVALIDO non solo da Dio ma anche dalla storia e dagli uomini preposti a questo compito, purtroppo al momento presente possiamo correre anche questo rischio perché non esiste ancora una tale consapevolezza pubblica da riuscire a bloccare questa situazione e ci toccherà ricorrere, come molti prevedono, a celebrazioni clandestine di sacerdoti rimasti fedeli e coraggiosi. Gli altri potrebbero correre il rischio di celebrare per essi stessi una Messa sacrilega, e per i fedeli una Messa invalida, secondo il c.d.c.


Allora si realizzerebbe alla lettera quell’evento preconizzato dal profeta Daniele laddove parla di “abominio della desolazione” cioè una situazione così grave di lotta tra il potere delle tenebre che vuole l’instaurazione del Nuovo Ordine Mondiale con la soppressione del cristianesimo per asservirci a Satana, contro il potere della Luce, Gesù Cristo, vivo e vero, presente nella Santa Messa cattolica che è il motore propulsore della nostra Fede, della nostra libertà e condizione di veri Figli di Dio attraverso il Battesimo.. 


D’altra parte non ne fanno più mistero quelli del cosiddetto “Grande Reset”, di cui fa parte anche il Vaticano e Bergoglio, purtroppo, perché lo hanno dichiarato pubblicamente mettendo anche una data ben precisa al “funerale” del cristianesimo che, secondo loro, sarà entro il 2030.  Ma a Dio non la si fa, anche se, per la nostra infedeltà e tradimenti su tutti i fronti dei valori cristiani anche da parte di noi laici che abbiamo emarginato Dio puntando solo sulle nostre “straordinarie” capacità tecnologiche, dovremo passare per una grande purificazione, ma lo sapevamo, lo sappiamo. Molte profezie ce lo hanno detto, a iniziare da Fatima, perfino il catechismo della Chiesa cattolica al n. 675, oltre alle raccomandazioni di Gesù nel Vangelo e a quelle del nostro vero unico Papa che è sua Santità Papa Benedetto XVI che più volte ha parlato di una chiesa povera e umile che dovrà riemergere dalle tribolazioni per rifiorire secondo il disegno di Dio. 

Perciò siamo chiamati a prepararci a questo scontro preternaturale almeno con la preghiera e la consapevolezza che quelli non indietreggiano, anche se sembrano perdenti, perché questa è la loro ultima possibilità di instaurare il regno di Satana per il quale stanno lavorando non da anni ma da secoli con l’obiettivo di dare l’assalto definitivo alla Chiesa cattolica colpendola al cuore attraverso il baluardo più importante che è la Santa Messa.

Ovviamente la Santa Messa rimane una “fortezza” di per sé inespugnabile senza la conquista del soglio pontificio. E quelli non mollano, ma noi dobbiamo almeno esserne consapevoli per usare le giuste contromisure soprannaturali della preghiera e penitenza, perché non vinceremo con le elezioni democratiche di cui se ne fanno un baffo, e nemmeno con la lotta fratricida o la bomba atomica, anche se non è esclusa del tutto, MA NOI CRISTIANI VINCEREMO SOLO, COME COSTANTINO ALLA BATTAGLIA DEL PONTE MILVIO, INNALZANDO LO STENDARDO DI GESU’ CRISTO CON IL SEGNO VINCENTE DELLA SANTA CROCE. “IN HOC SIGNO VINCES! E CON LA CONVERSIONE DEL NOSTRO CUORE A DIO, COME LA MADONNA SEMPRE CI INVITA A FARE NEI SUOI MESSAGGI.

 

SCISMA D’OCCIDENTE.  Come ai tempi dello scisma di Occidente, tra il 1370 e il 1410 circa con la presenza di ben 3 e talvolta anche 4 Papi viventi, noi abbiamo il dovere di non vivere rassegnati a tanto sfacelo spirituale, tirando in ballo la frase rassicurante “NON PRAEVALEBUNT” quasi per tacitare la nostra coscienza lasciando che se la sbrighi nostro Signore Gesù Cristo, ma abbiamo il sacrosanto dovere morale di individuare il vero Papa e seguire solo Lui, come fece Santa Caterina da Siena che individuò nella figura di Papa Urbano VI, IL PAPA GIUSTO, QUELLO VOLUTO DALLO SPIRITO SANTO E NON DA MISERABILI COMPLOTTI DIABOLICI NEI QUALI I SINGOLI RESPONSABILI RISCHIANO LA SCOMUNICA.

 

BREVE CRONISTORIA DEI FATTI.  

Novembre, dicembre 1996. Un gruppo di cardinali capitanati dal massone card. Carlo Maria Martini decide di prepararsi alla successione di papa Wojtyla, ed inizia in forma più ufficiale e rigorosa alcune riunioni segrete da essi chiamate “mafia del Sangallo” perché tenute in una cittadina della Svizzera, detta appunto Sangallo, ospiti di un centro monastico. Questa decina o poco più di cardinali cosiddetti del Sangallo: Bergoglio, Silvestrini, Daneels, Kasper, Martini, Lehman (Germania), Backis (Lituania), O’Connor (Londra) Van Luyn dei Paesi Bassi… tutti accomunati dall’essere fieramente avversi a Joseph Ratzinger perché contrari al programma del suo pontificato, in quanto non volevano una continuità con la Chiesa e i Papi precedenti, bensì una “Una drastica riforma della Chiesa per renderla più moderna, sullo stile Luterano, con il card. Bergoglio alla sua testa”, vale a dire una Chiesa senza sacerdozio, senza magistero, senza dogmi, senza una interpretazione ufficiale della Sacra Scrittura”.

            Il fatto sarà rivelato da uno dei partecipanti più convinti, il card, Daneels, nella sua “Autobiografhie” scritta in fiammingo con sottotitoli in inglese, e preceduta da una intervista rilasciata il 24 settembre 2015, due anni e mezzo dopo l’elezione di Bergoglio, come gesto diciamo “riparatorio” dopo che la malattia del cancro gli aveva scosso la coscienza. Morì infatti quattro anni dopo, nel 2019, proprio di cancro. Questa sua intervista-autobiografia, andata a ruba in Belgio, mai tradotta in italiano, anzi affossata dai media, non è mai stata smentita dal Vaticano e viene impugnata continuamente da chi sostiene l’invalidità della elezione di Bergoglio, purtroppo senza successo, a quanto pare, se siamo arrivati al 2021 senza che nessun prelato di spicco battesse ciglio con vera forza, davanti a un fatto che mette in gioco non solo la fede cattolica ma la nostra salvezza eterna.


Infatti durante questi otto anni di pontificato bergogliano abbiamo potuto toccare con mano il terribile ma vero riscontro a queste sue testimonianze, secondo cui emerge con chiarezza che non c’è stata assolutamente alcuna continuazione tra il pontificato di Papa Benedetto XVI e papa Begoglio, ma addirittura una drastica rottura perché i vertici della Chiesa sono stati occupati da una setta eretica all’interno della stessa Chiesa, impadronitasi del potere mediante un vero colpo di Stato.

            2 aprile 2005, Papa Giovanni Paolo II muore. Nel conclave del 18-19 aprile il piano degli eretici fallisce, viene eletto Ratzinger e non Bergoglio. Allora i cardinali massoni ordiscono una congiura ancora più tenace contro il povero papa Benedetto, umiliandolo e diffamandolo pubblicamente per costringerlo a ritirarsi e mettere al potere il loro candidato prescelto Bergoglio. Impiegheranno otto anni e ci riusciranno alla fine con l’aiuto dei banchieri massoni attraverso il cosiddetto “SWIFT”, cioè il blocco totale del movimento finanziario per tutto il Vaticano, comprese le varie Nunziature sparse nel mono. Almeno uno dei motivi principali ed eclatanti sembra sia stato proprio questo, oltre ad altri sistemi che meno si conoscono.

            28 febbraio 2013. Papa Benedetto si dimette, perché costretto. Infatti nell’omelia della sua ultima messa fa allusione alle sue dimissioni forzate e col passare del tempo, rileggendo la formula delle sue dimissioni, si scopre che usa espressioni inusuete, spesso errate nella formulazione latina, quasi a voler significare che queste dimissioni sono forzate, perciò false, perché prive di una vera formula canonica che le renda valide, come in effetti hanno denunciato recentemente anche Giuristi di tutto rispetto come il giudice Giorgianni e l’avv. Taormina i quali, dal punto di vista giuridico, hanno con forza affermato che il Papa è sempre stato e non può essere che Papa Benedetto XVI.

13 marzo 2013. Il conclave elegge papa Bergoglio. E’ stata una elezione valida quella di Bergoglio, ottenuta a seguito di un complotto durato ben otto anni?

Il Diritto canonico all’articolo 81 stabilisce:

a)    vietato qualunque accordo previo fuori dal conclave;

b)    vietato a qualsiasi persona di perseguirlo;

c)    chi vi partecipa è colpito da scomunica “latae sententiae” (automatica, ipso facto ed eo ipso, cioè senza la necessità di una dichiarazione di difesa da parte di nessuno)

 

Inoltre, nella costituzione apostolica “Universi dominici gregis” del 1996, Giovanni Paolo II, forse presagendo aria di complotto, scrive con determinazione nell’articolo 79: “Confermando le prescrizioni dei miei predecessori, proibisco a chiunque, anche se è un cardinale, durante la vita del Papa e senza averlo consultato, di fare piani riguardanti l’elezione del suo successore, o di promettere voti, o prendere decisioni al riguardo in incontri privati, ricordando che l’articolo 81 del c.d.c. prevede che questi accordi siano puniti con la scomunica “latae sententiae”.

        

Pertanto i cardinali elettori che hanno partecipato alla congiura di San Gallo, Bergoglio compreso, sono colpiti da scomunica automatica, per cui il loro voto in conclave è nullo. Per il diritto canonico Bergoglio è scomunicato e non può essere Papa. Non solo, in conclave ha partecipato all’elezione come cardinale elettore WALTER KASPER, un sacerdote colpito da una raffica di scomuniche per eresia. Walter Kasper non è cardinale e non ha alcun diritto di voto in conclave. Questo è un fatto senza precedenti che, da solo, è sufficiente a rendere nulla l’elezione.  Eppure tutti tacciono con silenzio gravemente colpevole, perché nemmeno cercano di studiare palesemente i fatti, ma fingono che tutto sia regolare e normale mentre è tutto fuori regola e fuori norma, contro la legge canonica e soprattutto contro la legge di Dio. Nostro Signore Gesù Cristo sembra sia assente perché lascia fare gli uomini, ma attenzione! Perché Dio lascia fare ma non strafare, e al momento in cui il demonio e la sua setta credono di aver vinto, se la dovranno vedere con l’Onnipotenza di Gesù, vero Dio e vero Uomo. Ma intanto col suo silenzio mette alla prova la nostra fede che deve per forza diventare più forte, consapevole ed eroica, fino al martirio, se necessario.


TUTTO CIO’ DETTO E CHIARITO

Il Papa legittimo quindi continua ad essere Papa Benedetto XVI, che il Signore tiene ancora in vita, oltretutto lucido, alla bellezza dei suoi 94 anni. Ne deriva che il popolo cristiano è tenuto a scegliere da che parte stare, o con il vero Papa Benedetto XVI, o con l’usurpatore Bergoglio assumendosi tutte le responsabilità davanti a Dio e davanti agli uomini di una scelta così impegnativa che vede coinvolta la nostra anima e il nostro destino nella Vita Eterna, soprattutto per coloro che hanno la responsabilità di Istituti religiosi, Congregazioni, Prelature, Parrocchie ecc. ecc.

            Gesù ha dato le “chiavi del regno dei Cieli” a uno solo, a Pietro, che lo rappresenta sulla terra, come suo “Vicario” fino alla sua morte, solo a lui ha dato la “grazia di Stato” per essere all’altezza di questo compito diciamo pure soprannaturale perché riguarda non tanto l’organizzazione di uno Stato (anche di questo ma come fatto secondario), bensì la salvezza della nostra anima, e non ha stabilito alcuna eccezione a questa sua chiara regola o comando. Pertanto, la presenza di due Papi viventi e per così lungo tempo, con il cambio delle “regole” divine perché ogni tanto si sentono voci che parlano addirittura di dimissioni di Bergoglio e nomina di un nuovo ipotetico papa che sarebbe addirittura il terzo, fa rizzare i capelli e gridar allo scandalo perché non è affatto quello che ha voluto Gesù Cristo e chi fa così lo sta tradendo gravemente.

 

Con tutta la comprensione per le difficoltà presenti e future, per le insidie, debolezze o tentazioni di cercare qualcosa di più sicuro, come quando ci si trova aggrappati a una zattera in mezzo all’oceano, sta di fatto che nessuno può arrogarsi il diritto, per nessun motivo, di abbandonare la Chiesa Cattolica e ancor meno, per i sacerdoti, di abbandonare per viltà il gregge affidatogli e ritirarsi a vita privata, tranne il caso di palese persecuzione che forse sta per arrivare e che, solo allora, ci permette di trovare eventuali rifugi per avere salva la vita, se Dio vuole, altrimenti offriamola già da subito al volere di Dio, purchè salviamo la cosa più importante al mondo che è la NOSTRA ANIMA.

 

In questo frangente di grave apostasia, resta comunque sempre valida la Messa tuttora in atto, celebrata dai nostri sacerdoti, per il fatto che, piaccia o no, i sacerdoti cattolici sono gli unici al mondo che, per volontà di Dio, nonostante le loro debolezze personali o la loro palese approvazione di Bergoglio come papa, hanno sempre e comunque il potere di portarci Gesù qui sulla terra realizzando quelle sue parole "coraggio! Io sono con voi tutti i giorni fino alla fine del mondo"

 

Nessuno deve sentirsi in dovere di abbandonare la chiesa cattolica perché sarebbe come se abbandonassimo il nostro Salvatore Gesù Cristo. Stiamo con la Santa Messa di sempre che è validissima, nonostante le “rugiade”, le parole modificate del Gloria e del Padre nostro, nonostante si nomini "una cum papa Francesco" (ciascuno in cuor suo può sempre unirsi in silenzio e umiltà a papa Benedetto come molti fanno) ma tutto questo non rende invalida la messa. Assolutamente. Ma se Gesù si è umiliato a tal punto da accettare di scendere nella Santa Ostia consacrata col suo vero Corpo anche se il sacerdote fosse il peggior peccatore, pensate che rinunci a questa sua volontà per il peccato o l’indegnità o l’eresia del Papa del momento nominato nel canone della Messa? Figuriamoci!

  Questo è quello che va blaterando don Minutella che per tutta risposta ha avuto la sua cappellina bruciata in modo strano. E gli conviene ravvedersi finché è in tempo, anche se afferma anche cose giuste, ma questo non basta. Restiamo con umiltà nella barca di Pietro che è guidata dall’unico papa vivente e silente che è Benedetto XVI per volontà di Dio. Non abbandoniamo questa barca per salire su pericolose scialuppe di salvataggio che andranno a sbattere contro gli scogli, e lasciamo che gli antipapa o gli eretici o gli anticristo o gli scomunicati vengano alla luce con chiarezza inconfutabile, come la zizzania nel grano. Al momento della mietitura saranno le schiere angeliche a separare la zizzania dal grano per buttarla nel fuoco dell’inferno, salvo sincero pentimento. Dovremmo invece pensare spesso a nostra sorella morte, sull’esempio di San Francesco e chiedere al Signore di essere sempre preparati a questo grande passaggio per non perdere la nostra anima nell’inferno, facendo magari scelte sbagliate, sia pure in buona fede.

 

CONDIZIONI PER LA VALIDITA’ DELLA SANTA MESSA.

Pertanto, la Messa diventerebbe invalida solo nel caso venisse modificata la formula della consacrazione o si usassero altri elementi al posto di pane e vino. O se un uomo non consacrato sacerdote col l’Ordine Sacro dal Vescovo pretendesse di dire Messa magari in forza del fatto che è diacono o dopo una semplice benedizione. Perché la Messa sia dichiarata invalida per il popolo (e sacrilega per il celebrante) bisogna che venga “manomessa” almeno una delle tre condizioni essenziali per avere il sacramento: la materia, la forma e il ministro.

            Per questo dobbiamo saper fare dei “distinguo” e se il diavolo ci mette la coda noi non possiamo buttare via tutto come eresia e privarci di uno dei sacramenti più sublimi che esistano sulla faccia della terra senza fondati e gravi motivi. Ci potrà essere più o meno devozione in certi Canoni eucaristici, più o meno preghiere consone al mistero che si celebra, che sono sempre legate anche alla fede del celebrante ecc. tuttavia se non vengono meno le tre condizioni elencate, la Messa rimane valida, per volontà di Dio e del Magistero perenne della Chiesa.

 

Dobbiamo aiutarci a non perdere la fede e conservare anche la vita, nel caso di persecuzione. Gesù confido in te. Sei tu Gesù l’unico mio Bene. Gesù pensaci tu.".                                                                  

                                             patrizia@patriziastella.com