giovedì 30 settembre 2021

L'ITALIA SOTTO ATTACCO DIABOLICO


Perché l'Italia è così bersagliata e perseguitata rispetto a tutte le altre Nazioni?

Perché l'Italia e la Chiesa Cattolica per volontà di Dio sono una specie di binomio indissolubile a tal punto che se una va male, l’altra va peggio. 

Infatti, siccome al posto della vera Chiesa cattolica e del vero Papa Benedetto XVI è stata piazzata dalla cosiddetta “mafia del Sangallo” una SETTA satanica legata ai poteri forti e un antipapa che è Bergoglio, ne deriva come conseguenza che la povera nostra amata PATRIA ITALIA si trova con un’enorme palla al piede di acciaio che la sprofonda sempre di più negli abissi, nonostante tutti i suoi encomiabili sforzi per risalire, sforzi del popolo più che altro, tartassato e perseguitato da questi poteri forti, civili ed ecclesiastici, tutti d’accordo nel far convogliare l’Italia, e in pratica la Chiesa verso il Nuovo Ordine Mondiale satanico.

Che cosa ci trovino costoro di affascinante dall’appoggiare Satana non si capisce! Forse soldi, successo e sesso libero, ma quale gioia può dare tutto questo, anche dal punto di vista umano, se il prezzo da pagare è quello di passare alla storia non come eroi ma come criminali che hanno distrutto e portato alla morte intere popolazioni con i sistemi più barbari ed efferati come quelli usati in questi ultimi anni? Però sta di fatto che nella città di Roma è stata collocata una specie di “triade satanica”: la cosiddetta madre terra Pachamama a San Pietro, il dio Moloch davanti al Colosseo e dal 15 ottobre la cosiddetta “porta dell’inferno” al Quirinale, iniziative che hanno visto non solo il tacito consenso della chiesa ma addirittura il coinvolgimento in prima persona dello stesso Begoglio soprattutto nella intronizzazione idolatrica della statuetta pagana dentro la basilica di San Pietro.

 

Da questo quadro inquietante si può capire quanto sia difficile arrestare tanta perversione idolatrica, non nelle terre sperdute dell’Amazzonia, ma nel cuore della civiltà cristiana, della stessa città santa. Eppure ce la dobbiamo fare perché noi abbiamo lo stesso Dio dalla nostra parte che aspetta solo che noi ci comportiamo da veri soldati di Gesù Cristo che combattono per la difesa della fede e della libertà. Mai arrendersi. L’Italia comincerà la sua lenta risalita solo quando saremo riusciti a spostare l’attenzione e la battaglia dal Parlamento al Vaticano, sede di questa setta in sostituzione momentanea della vera Chiesa cattolica per tagliare la testa al vero dragone infernale che ci tiene soggiogati e ci vuole portare al Nuovo Ordine Mondiale satanico.

 

SOLO QUANDO AVREMO FATTO GIUSTIZIA DAVANTI A DIO E AGLI UOMINI RIMETTENDO SUL SOGLIO PONTIFICIO L’UNICO VERO SANTO PAPA CHE È BENEDETTO XVI potremo sperare in una dura, ma sicura risalita. Se Papa Benedetto è stato costretto a dare le dimissioni, lo ringraziamo di cuore per questo suo coraggio perché, così facendo, ci ha tolto la benda dagli occhi che ci impediva di vedere la sporcizia infernale che era tenuta nascosta da troppo tempo sotto una parvenza di buonismo pacifista, e che è emersa, anzi scoppiata come un fiume in piena dalla sua dipartita permettendoci in tal modo di cominciare a capire con CHI DOBBIAMO SCHIERARCI perché la vera battaglia è di origine preternaturale: la Luce di Dio contro il potere delle tenebre.

 Perché i Cristiani ancora non sono consapevoli che l'essere stati battezzati e cresimati, li pone in una mirabile condizione di “soldati della Fede cristiana”, purchè vogliano essere combattenti fedeli e non passivi spettatori. Perché il dono della fede e della fortezza è reciproco, vale a dire che il Signore Gesù lo dona a tutti i cristiani, in particolare attraverso i sette Sacramenti e i Sette doni dello Spirito Santo, ma sta poi a ciascuno di noi accogliere questo dono e farne tesoro, oppure rifiutarlo e ignorarlo, come per i talenti, perché Dio offre, stimola, invita ma non condiziona nessuno né tantomeno costringe, tanto è grande il rispetto che ha della nostra libertà.

 Adesso questa battaglia preternaturale sta arrivando al suo culmine perché mai nella storia si è vista la nostra patria così aggredita al suo interno dagli stessi italiani che vogliono annientare Stato e Chiesa sottomettendoli al Nuovo Ordine Mondiale, ma non ci riescono così facilmente come pensavano, a motivo delle molte preghiere che si innalzano a Dio da ogni parte, ma soprattutto perché si trovano davanti a un baluardo di una potenza indistruttibile che è la Santissima Eucaristia.

IMPORTANZA DEI SACERDOTI. In effetti noi cattolici, soprattutto in caso di calamità o di guerre, non abbiamo bisogno di alti prelati e di gerarchie che ci diano il loro parere, spesso arbitrario e falso, su tutto, ma solo di semplici SACERDOTI che ogni giorno ci garantiscano la S MESSA, LA CONFESSIONE DEI NOSTRI PECCATI E LA SANTISSIMA EUCARISTIA, quella Ostia Santa che riceviamo nella Comunione al termine della Messa e che poi viene deposta nel Tabernacolo sull'altare maggiore al centro della navata principale o in altri altari laterali. Lì dentro, che ci crediamo o no, c’è L’Onnipotente Dio che si umilia per amor nostro e si fa Pane di Vita per la nostra Vita soprannaturale, dandoci molte prove di questa Sua Presenza divina con miracoli strepitosi, come, ad esempio, la Santa Particola di pane trasformata in carne viva del miocardio del cuore che pulsa e continua a pulsare come il cuore di un uomo vivente sin dall’anno 700! Esposta in una teca nella cittadina di Lanciano provincia di Chieti, uno dei tanti miracoli sparsi nel mondo. Cose strabilianti davanti alle quali dovremmo cadere prostrati in ginocchio a ringraziare e adorare questo nostro Dio meraviglioso che si è fatto Uomo in Gesù Cristo per impedirci di andare a finire in quell’inferno di fuoco e di zolfo dove vivono per tutta l’eternità coloro che, assieme ai diavoli, si sono ribellati a Dio. La Santa Eucaristia ha quindi il potere di bloccare tutti i progetti di tutti i diavoli e gli assatanati più potenti del mondo. Per questo è così attaccata dai satanisti massoni che liberamente e stupidamente scelgono di adorare Satana anziché Gesù Cristo. Ma chi ci offre più gioia e serenità di nostro Signore Gesù Cristo, qui sulla terra e poi in cielo?

IGNORANZA SULLA SANTA EUCARISTIA. Ma che cos’è la Santa Eucaristia? Come si ottiene? Che cosa possiede di tanto “miracoloso e onnipotente” da riuscire a bloccare e far indietreggiare perfino i diavoli? Purtroppo, di tutti gli argomenti religiosi, questo relativo ai Sacramenti e all’Eucaristia è circondato da molta ignoranza, a iniziare dagli stessi preti che da molti anni hanno rinunciato a studiare e a dare dottrina con questi risultati di ignoranza generale. Da alcune inchieste realizzate anni fa dal rapporto “Pew Research Center” risulta che almeno il 69% dei cattolici statunitensi ritiene che il pane e il vino sull’altare della Messa siano solo simboli, e sono convinti che questo è l’insegnamento della Chiesa. In Italia da uno studio effettuato nel 2007 da Famiglia Cristiana, risulta che la percentuale italiana non è certo molto diversa da quella americana, anzi da quando è stato insediato Bergoglio, c’è stato un tracollo generale in merito alla conoscenza e pratica dei sacramenti, dove la maggioranza dei cattolici ritiene che sia prioritario (secondo l’insegnamento Bergogliano appunto) il compito di dedicarsi alle opere buone piuttosto che alla preghiera o allo studio della filosofia o teologia, insomma della nostra bella fede cristiana.

Per quanto riguarda la Santa Eucaristia, Bergoglio afferma che non è riservata ai perfetti ma ai peccatori e pertanto lui non la nega mai a nessuno, nemmeno ai non cristiani, buddisti, ebrei e musulmani! Ma queste affermazioni sono gravemente sacrileghe, ammesso che uno sia cosciente della gravità e dell’errore. Il Magistero perenne della Chiesa ha sempre affermato che per ricevere la Santa Eucarestia bisogna essere battezzati, innanzitutto, quindi solo cristiani e in grazia di Dio, cioè purificati da tutti i peccati, almeno mortali, attraverso il sacramento della Confessione. Infatti la Santa Eucarestia non è certo un premio per nessuno, ma un aiuto nelle nostre difficoltà per quei “peccatori” che hanno chiesto umilmente perdono dei loro peccati e hanno ricevuto l’assoluzione. Tutti gli altri “peccatori” che stanno ben coccolati nei loro peccati senza alcun pentimento, non possono ricevere la Santa Comunione altrimenti commettono sacrilegio, ammesso che conoscano che cos’è dal momento che neppure conoscono sé stessi e perché sono al mondo.

D’altra parte i nostri pastori dovrebbero farsi un serio esame di coscienza su come hanno tramandato la fede in Gesù Cristo alle nuove generazioni, basando l’insegnamento del catechismo più su questioni “sentimentali” o di virtù umane, sia pure condivisibili, quali l’amore, il rispetto, la tolleranza, l’accoglienza ma tralasciando quasi del tutto la dottrina, lo studio, tanto che neppure si fa riferimento ad alcun testo valido su cui di solito l’attenzione degli studenti si focalizza maggiormente, ma si dà sfogo alla libera interpretazione dei bambini attraverso disegnini stupidi, senza preoccuparsi di insegnare loro nemmeno le preghiere e le norme di vita cristiana più terra terra. Non devono fare nessuno sforzo questi poveri bambini secondo le ultime teorie pedagogiche demenziali perché si devono solo divertire, anche nello studio, soprattutto del catechismo o della religione per rendere l’argomento, dicono, assai più attraente. E infatti è riscontrato che siccome si divertono di più al parco giochi, preferiscono quello al catechismo, mentre invece è altresì dimostrato che i bambini sono più esigenti di noi e sia a scuola che al catechismo vogliono studiare cose nuove e belle e concrete e non perdere tempo. Se dal punto di vista scientifico è impossibile poter costruire una casa, una diga, un grattacielo senza basarsi su studi di fisica, chimica, ingegneria ecc, come si può pensare di costruire l’anima, la base della nostra fede cristiana senza conoscere chi è Gesù Cristo e che cosa ci ha insegnato e portato come novità di vita? Allora buttiamo via tutta la filosofia, la teologia, la metafisica, la dottrina? E in nome di CHI andiamo ad aiutare i poveri e i sofferenti? In nome di chi siamo disposti a dare perfino la vita?

La Santa Eucaristia celebrata all’interno della Messa con la quale, in un certo senso, si identifica, prevede un rito specifico le cui finalità sono essenzialmente quattro: 1) onorare Dio, 2) ringraziarlo, 3) riparare i peccati, 4) chiedere grazie e aiuti necessari. Tutto questo si realizza solo attraverso il sacerdote regolarmente ordinato con l’Ordine Sacro dal Vescovo che celebra in nome di Gesù Cristo, che è il principale offerente ed è per questo che la Santa Eucaristia acquista un valore immenso, perché c’è di mezzo lo stesso Gesù Cristo che, attraverso il sacerdote e in determinate condizioni legate ai gesti e alle parole di Gesù nell’Ultima Cena, “scende” nel Pane e nel Vino e si fa nutrimento per la nostra vita spirituale. Dopo tante diatribe durante il Concilio Vaticano II, sono stati permessi da papa Benedetto XVI due riti, il Novus e il Vetus, entrambi validi anche se le contestazioni pro o contro sono diventate perfino assurde e ridicole.   Da qualche mese Bergoglio ha voluto eliminare il Vetus Ordo, ma non ce l’ha fatta perché tale celebrazione continua lo stesso, magari privatamente. E così potrebbe essere fra non molto anche della Santa Messa del Novus Ordo, che potrebbe venire soppressa o modificata nelle parti essenziali (Consacrazione) a tal punto da renderla invalida o sacrilega, pur celebrandola in chiesa apparentemente come sempre. Leggiamo il catechismo.

IMPORTANZA DELLA SANTA EUCARISTIA. Se la massoneria ha sferrato il suo attacco iniziando dall’interno della chiesa, penetrando nelle sacrestie, nei seminari, nelle associazioni cattoliche, nella cultura cristiana che è stata stravolta, arrivando addirittura fino al soglio di Pietro spodestando il vero papa per intronizzare quello falso, adesso si trova davanti l’ultimo baluardo da abbattere che è appunto la SANTA EUCARISTIA che fa ancora da muro di protezione dei cristiani contro l’imperversare dell’ondata di morte e di distruzione dei satanisti.

Non è facile questa battaglia, che si sta svolgendo sotto i nostri occhi, forse senza la nostra piena consapevolezza, perché l'Eucaristia è il Kathecon, cioè il baluardo, la Forza, l'Onnipotenza di DIO che RESPINGE il male. Fin quando ci sarà una sola Eucaristia su questo mondo l'avversario non potrà fare quello che vorrebbe della nostra povera Umanità. L'Eucaristia è la Pietra Angolare, mitica, famosa, insostituibile che Nostro Signore ha posto a difesa di tutta l'Umanità, non solo della Chiesa. Per questo dobbiamo usare mezzi spirituali fin dove è possibile. Al resto ci penserà Nostro Signore Gesù Cristo se lo imploriamo perché è LUI il primo interessato a ripristinare la Giustizia e la Verità così oltraggiate, ma lo farà solo se il suo popolo fedele prende coscienza di tutto questo e torna a Lui pentito e deciso a rinnegare tutti gli idoli seminati dal falso papa e dai suoi devoti. Per questo siamo tutti obbligati a schierarci.: O CON BERGOGLIO E LA SUA SETTA, O CON GESÙ CRISTO E LA SUA VERA CHIESA CHE HA COME PAPA BENEDETTO XVI

Torniamo a Gesù Cristo con Messe di riparazione e di espiazione, con rosari, suppliche, adorazioni, offriamo a Dio ogni giorno, oltre alle nostre preghiere, anche la nostra povera vita, le nostre azioni, lavoro, tribolazioni, opere buone, sacrifici, in modo da vivere la “Comunione dei Santi”, che ci permette di aiutarci anche da un capo all’altro del mondo attraverso la preghiera, nella certezza che il dragone infernale alla fine verrà vinto e cacciato nell’inferno dalla spada di S. Michele Arcangelo.

 Cari italiani, per volontà di Dio, la nostra patria è il faro della civiltà cristiana per il mondo intero, oltre che la Sede del Papato. Pensate che privilegio e che responsabilità abbiamo. Difendiamola con coraggio, fede e amore sostenendo il nostro vero e unico Papa Benedetto XVI, al quale auguriamo lunga vita e che possa manifestare al più presto la “Verità” su questa vicenda.

La Regina delle Vittorie è con noi, con le nostre famiglie e con la nostra patria amata.

        Gesù Giuseppe e Maria salvate Chiesa e Italia.  Così sia.

                                           Patrizia Stella




Nessun commento:

Posta un commento