venerdì 8 marzo 2019

UNICO VIDEO DI DON FERDINANDO RANCAN CON OMELIA CORPUS DOMINI





https://youtu.be/rbVBWKY2MnQ

Unico video di don Ferdinando Rancan  registrato a sei mesi dal suo passaggio al cielo, giugno 2016, nella cappella dell'Istituto San Giovanni Calabria di Verona, per festeggiare con amici ed ex parrocchiani il suo 90.mo e ultimo compleanno.  
Dal respiro affannoso dovuto a varie complicazioni a seguito di asportazione di mezzo polmone all'età di 52 anni,  traspare tutto il suo desiderio di parlare di Dio ai presenti, come è sempre stato per tutta la sua vita.
È davvero commovente vedere questo sacerdote anziano e provato che sembra parlare direttamente con Dio come se fosse al suo cospetto. 
L'improvviso suono delle campane di sottofondo, più che disturbare sembra un richiamo alla gioia dell'eternità..
Se questa omelia non ci tocca il cuore e non ci fa innamorare di Gesù, chiediamo a Dio che ci faccia diventare piccoli e umili per poter capire quanto è grande il suo Amore per noi e quanti sacerdoti buoni e fedeli e umili esistono ancora che non suonano la grancassa mediatica degli scandali ma che offrono la loro vita a Dio nel silenzio della loro sofferenza interiore per la salvezza delle anime. 
Perchè alla fine di tutta la nostra vita e intraprendenza e iniziative e battaglie ecc. non dobbiamo mai perdere di vista il nostro destino di eternità, la vita eterna che ci attende nella Comunione con Dio, unico vero scopo della nostra vita sulla terra. 
Come ci ricordava spesso don Ferdinando anche nel suo libro "La Moneta del tempo", ricordando una frase di Sant'Agostino "il tempo che il Signore ci da su questa terra è una moneta con la quale ci dobbiamo comprare l'eternità. Bisogna usarla bene."
Buona Quaresima a tutti vicini al Grande Mistero della Passione, Morte e Risurrezione di  Gesù, nostro Redentore e nostro Amore.

Ricordo che quasi tutti i libri di don Ferdinando Rancan sono editi da "Fede & Cultura" e si possono trovare presso la libreria omonima, anche on line, o presso le varie librerie cattoliche.

Nessun commento:

Posta un commento