venerdì 5 ottobre 2018


15. LA CHIESA INUTILE, ANZI PERICOLOSA

Che la Chiesa cattolica stia passando per un periodo di gravissima crisi, peraltro lungo e finora senza intravvederne la fine, è sotto gli occhi di tutti, e chi oserebbe dire che tutto va bene rischierebbe di vedere perfino le pietre alzarsi e protestare.

C’è chi sostiene che tale crisi è iniziata col famoso dopo Concilio, dal 1963 in avanti, chi invece, con la massoneria nel ben lontano 1717, data della sua fondazione a Londra, con un avanzare lento ma progressivo, fino alla esplosione di tutte le perversioni anticristiane proprio in questo ultimo decennio. Chi ancora vede il massimo del decadimento, non solo della civiltà cristiana in genere, ma della stessa Chiesa cattolica, proprio dal momento dell’insediamento di papa Bergoglio sul soglio pontificio.

Si, perché anche se si vuole affermare, con fare ottimista, che certe malvagità, peccati, abomini, omosessualità, imbrogli, omicidi, perversioni, tradimenti, ecc. sono sempre esistiti, sta di fatto che
prima c’era almeno la consapevolezza che tutto questo era male e si cercava comunque il pentimento, e si trovavano ancora santi sacerdoti che ti assolvevano solo dopo determinate e ben precise condizioni.  Adesso invece, con l’avvento al soglio pontificio di questo papa Bergoglio, vero o falso che sia, non solo stiamo assistendo al crollo di tutti i baluardi di protezione contro l’avanzata del male per farci stupidamente sommergere da una valanga di malvagità, ma vediamo che l’iniquità, l’impudicizia, l’omosessualità è considerata normale, anzi auspicabile. Ormai l’abominio della desolazione è entrato nel Tempio Santo di Dio soprattutto da quando vediamo una chiesa rammollita e inutile che si inginocchia e obbedisce ai poteri forti di questo mondo, con i quali sottoscrive false alleanze di pace che altro non sono che vili tradimenti e rinnegamenti della propria fede, alla faccia di quelle migliaia di santi martiri che hanno dato la vita per gli stessi ideali adesso “sdoganati” con tanta superficialità da Bergoglio. Allora viene da chiedersi “A che serve la Chiesa se è diventata inutile?

E se la Chiesa diventa inutile, ipso facto diventa anche pericolosa perché anziché offrire ai fedeli acqua fresca di sorgente proveniente dalla volontà di Dio, dai Sacramenti e dalla Liturgia, offre acqua putrida, anche se presentata in vasi di cristallo per ingannare ancora di più coloro che si abbeverano come idioti a queste falsità.

  • Come non rendersi conto della graduale demolizione che papa Bergoglio e la sua staff sta compiendo di tutti gli organismi della Chiesa, dai Sacramenti, in primis la Santa Messa, ai Comandamenti, alle virtù, per scendere sempre più in basso verso la demolizione del sacerdozio, della vita consacrata, perfino dei monasteri che saranno assoggettati a nuovi regolamenti che li distruggeranno da dentro per lasciare i poveri consacrati/e alla mercè del mondo mentre i loro beni verranno incamerati dal Vaticano?
  • Come non rendersi conto che gli stessi uomini della gerarchia ecclesiastica stanno picconando inesorabilmente tutta la struttura della Chiesa cattolica, non solo per gettarla nelle braccia di Lutero, ma peggio ancora, negli artigli del diavolo che molti di loro adorano con le messe nere giocandosi l’anima per tutta l’eternità?
  • Come non inorridire davanti all’incarico affidato da Bergoglio a quell’eretico di Enzo Bianchi (che si spaccia per consacrato mentre non lo è affatto, ma se lo fosse sarebbe ancora peggio) di dirigere UN RITIRO NIENTEMENO CHE MONDIALE PER SACERDOTI PROPRIO AD ARS, CITTÀ DEL SANTO CURATO IN QUESTI ULTIMI GIORNI DI SETTEMBRE 2018? Proprio quel santo Curato d’Ars, san Giovanni Maria Vianney fedelissimo alla Chiesa e soprattutto al sacramento della Confessione per il quale passava giorno e notte a disposizione delle anime! Se ci fossero ancora dubbi sul fatto che Enzo Bianchi è un eretico lampante e dichiarato, basta ascoltare le mirate contestazioni teologiche del prof. Mons. Antonio Livi su GloriaTV, e come prova inconfutabile, basta leggere l’ultimo suo libro “Gesù, il profeta che raccontava Dio agli uomini” per capire che considerazione abbia Enzo Bianchi di Gesù Cristo, vero Figlio di Dio!  Niente altro che uno dei tanti profeti che parlano di un Dio qualunque che piaccia a tutti e non scontenti nessuno.

La Chiesa inutile è pericolosa, molto pericolosa perché è una chiesa falsa, non è più la chiesa di Gesù ma di Satana, perché Gesù dice “Chi non è con me, è contro di me”. La vera Chiesa di Gesù sta soffrendo le pene del Sabato Santo, nel silenzio di un Dio che sembra non esistere, che sembra lasciare i suoi fedelissimi, i martiri che hanno dato la vita, la reputazione, la dignità per il Regno di Dio, alla mercé del potere delle tenebre. E’ QUESTA L’ORA DELLA PROVA MA DELLA GRANDE VITTORIA SE LA NOSTRA FEDE NON VACILLA, SE RIUSCIAMO A FARE ATTI DI FEDE E DI ABBANDONO IN GESU’ CRISTO, NELLA MADONNA, IN SAN GIUSEPPE, NEI NOSTRI SANTI AFFINCHE’ VENGANO IN NOSTRO SOCCORSO E NON CI LASCINO A LUNGO IN QUESTA TEMPESTA.

Si, perché di solito, ai credenti che vivono questa sofferenza dello spirito, neppure vengono risparmiate le altre tipologie di sofferenza in questa dura notte oscura dove sembra che la vittoria di satana sia ormai assicurata: malattie, lutti, dissesti economici, tradimenti degli amici e degli stessi parenti, perdita del lavoro, emarginazione, ecc. tanto da mettere a prova anche la fede: “Ma dove sei o Signore che non mi ascolti?” E’ davvero l’ora delle tenebre, di quella prova terribile che è l’abbandono che lo stesso Gesù, come uomo, ha provato sulla croce quando ha detto: “Dio mio! Dio mio! Perché mi hai abbandonato?” Ma è anche l’avvento luminoso che prelude alla vera Luce, alla vera Grazia, alla Risurrezione, al trionfo di Gesù Cristo e della sua vera Chiesa.

Quando la Chiesa va male, tutto il mondo va male! Come possiamo infatti constatare intorno a noi, dove colui che combatte per la giustizia umana e sociale, viene avversato da tutta una marea di gente iniqua che gli vuole sputare addosso per eliminarlo! D’altra parte, come può andare bene e secondo giustizia una società civile quando quella religiosa, la Chiesa cattolica, è diventa inutile e perfino pericolosa?  E’ impossibile!  Perché l’una segue l’andamento dell’altra come in una cordata di montagna.

E come possiamo fare allora noi, piccolo gregge, davanti al dilagare di tanta iniquità e perversione? Semplice! Rimanere fedeli come una roccia, ancorati al cuore di Gesù supplicandolo di venire presto in nostro aiuto. e finché ci sarà data la possibilità della Messa, andare a Messa, anche tutti i giorni, se è valida, cioè se almeno la formula della Consacrazione non viene manipolata, col rischio che non avvenga la “Transustanziazione”. Altrimenti rifugiarsi nella preghiera del Santo Rosario quotidiano, come minimo i tre Santi Rosari che la Chiesa recita da secoli: “GAUDIOSI, DOLOROSI E GLORIOSI” che hanno salvato i cristiani da molte calamità, soprattutto dall’invasione islamica, come la battaglia di Lepanto nel 1571 di cui ricorre prossimamente l’anniversario il 7 ottobre, e quella di Vienna nel 1683.

Dalla fedeltà di pochi, saranno salvati molti, dice il Salmo, e pertanto chiediamo a Gesù il dono della Fede, di non perdere mai questo dono prezioso e meraviglioso che ci fa capire come solo attraverso la croce di Gesù abbiamo la possibilità di salvare noi stessi e una marea di gente che viene illuminata dalla Grazia di Dio per godere per sempre di Dio nella Vita Eterna.

patrizia@patriziastella.com


Nessun commento:

Posta un commento