lunedì 24 dicembre 2018

IL VERO NATALE DI GESÙ.



Cari amici,

nonostante la buona novella della nascita di Gesù nostro  Salvatore, non ci arrivano belle notizie sul fronte della CHIESA o degli uomini di chiesa in grave crisi di fede e di morale, purtroppo. Occorre da parte nostra, come laici cattolici,  molta fede e coraggio per non farsi travolgere dallo sconforto, dalla indifferenza se non avversione  verso tutto ciò  che sa di sacro.
Attenzione a non cadere nelle trappole del diavolo che, come leone ruggente, va in giro cercando chi divorare.

Restiamo uniti anzi ben ancorati al nostro Gesù Bambino, a Santa Maria e a S. Giuseppe, la Trinità della Terra in attesa di godere della visione beatifica della Trinità  del Cielo: Dio Padre, Dio Figlio e Dio Spirito Santo. Non tre dei ma un solo Dio in tre Persone. Solo nel cielo ci sarà  svelato questo mistero sublime.
Noi crediamo a Gesù Cristo  fattosi uomo per salvarci e comunicarci la Sua Vita divina che ci permette di entrare con lui nel Regno dei cieli oppure, per chi lo rifiuta, la dannazione eterna. Non ci sono alternative: o con Gesù o contro di Lui. Sta a noi decidere e vedere che cosa ci guadagniamo a rinnegarlo caparbiamente o al massimo mettendolo sullo stesso piano di altri sedicenti profeti o guru, come vorrebbe farci credere la moda interreligiosa che ci stanno proponendo anche  certi ecclesiastici  traditori di Gesù  Cristo.

Solo Gesù è  vero Dio! Solo Gesù  si è  proclamato VIA VERITÀ  E VITA comandandoci di girare il mondo portando il suo Battesimo, il sigillo della nostra appartenenza a Dio Padre e alla Chiesa cattolica, e ci darà  presto le prove lampanti della sua vera identità di Figlio di Dio. Solo davanti a Gesù, dice San Pietro: "ogni ginocchio si pieghi nei cieli, sulla terra e sotto terra e ogni lingua proclami che solo in Gesù  c'è  salvezza."

MA SALVEZZA  DA COSA? ci si chiede. Dalla malattia? Dal terremoto? Dalla disoccupazione? Si, anche da tutto questo perché  Gesù  vuole il nostro bene anche su questa terra e ci vuole felici.
MA SALVEZZA IN PARTICOLARE DAL PERICOLO DELL'INFERNO, DALLA DANNAZIONE ETERNA DI CUI NON SI VUOL PARLARE PIÙ!! Come se non esistesse un al di là mentre questa nostra vita è  di passaggio PER TUTTI RICCHI E POVERI e poi c'è  il GIUDIZIO DI DIO SU CIASCUNO DI NOI. Teniamolo sempre presente.... sempre.
Che Gesù  Bambino nella sua Onnipotente umiltà , ci protegga e custodisca dalla tentazione di cercare fuori di Lui la nostra realizzazione e felicità e salvezza. Riconciliamoci con Dio attraverso il sacramento della Confessione finché  troveremo ancora sacerdoti cattolici disposti a farlo.   

AUGURO UN SANTO NATALE A TUTTI. CHRISTUS VINCIT. 

Nessun commento:

Posta un commento