giovedì 1 novembre 2018


17. ASIA BIBI E IL VERO VOLTO DELL’ISLAM


Troppo in fretta si è gridato di gioia per la liberazione di Asia Bibi, accusata di blasfemia e rinchiusa da quasi 10 anni nelle dure carceri di massima sicurezza di Multan, nel Punjab pakistano, nell’attesa di essere impiccata, come prevede la legge islamica, solo per non aver voluto rinnegare in pubblico la sua fede cristiana. La sollevazione del popolo islamico sceso in piazza a migliaia urlando contro questo provvedimento è stata così violenta che hanno minacciato di morte anche i giudici come è avvenuto già in passato per altri due suoi difensori mentre i loro assassini sono stati osannati per aver reso gloria al loro dio Allah!
Quello stesso “dio” che è terribile anche con i suoi adoratori perché ordina di lapidare le donne infedeli o presunte tali, di mutilare ladri o coloro che commettono qualche colpa, certa o presunta. Senza dire di quella pratica raccapricciante della
infibulazione praticata alle adolescenti che provoca sofferenze indicibili e per qualcuna anche la morte, accolta come normalità dalle loro leggi.
Quale esempio più lampante di questo per capire quale è il vero volto dell’Islam! Perché qui non siamo davanti a un gruppo di terroristi ribelli come si vede in televisione, con tanto di fucile e cappuccio pronti a decapitare il povero prigioniero in barba alla legge, ma ci troviamo davanti a un vero regime istituzionale legalizzato e approvato da una intera Nazione, il Pakistan, e anche dalla maggior parte degli stati islamici, perché questo è il vero volto dell’islam, come urlava anche Oriana Fallaci e come sta mettendo in guardia l’ex musulmano Magdi Cristiano Allam! Ma noi occidentali continuiamo a sostenere che non è vero, che quello è solo l’Islam terroristico, che invece c’è l’altro Islam moderato con cui si può dialogare ecc. ecc.  TUTTE BALLE!!  Recita infatti il Corano: “Vi è prescritta la guerra, anche se non vi piace” (Cor.2,216). “Uccidete gli idolatri ovunque li troviate” (Cor. 9,5).  “Profeta! Lotta contro gli infedeli e sii duro con loro” (Cor. 66,9).  Più chiaro di così.

Avere per lo meno la consapevolezza di che cosa è il “VERO VOLTO DELL’ISLAM!” per noi occidentali abituati ad accogliere tutti gli stranieri in nome di santa tolleranza, è doveroso e urgente. Ci rendiamo conto che a un cenno del gran califfo li potremmo avere tutti pronti per farci la guerra, e non dal lontano fronte ben schierato a battaglia, come nelle guerre di Lepanto e di Vienna, ma qui vicino, sotto casa, nei negozi, a scuola, per la strada, pronti ad ammazzarci se non ci prostriamo testa a terra accettando tutte le loro iniquità. Ci rendiamo conto che su quei barconi viaggiano, per buona parte di loro, i nostri potenziali assassini? NO???  Lo vedremo nel momento in cui tutto questo accadrà, e non mancherà molto perché costoro non fanno mistero di urlare ai quattro venti che vogliono sottomettere il mondo intero alla loro legge pagana e criminale, a iniziare da Roma e dal Vaticano che li abbraccia con tanto amore. E allora forse anche i più accaniti filoislamici, cattoislamici, clericoislamici ecc. al momento di vedere scintillare la lama del coltello sotto la loro gola, apriranno finalmente gli occhi.  Ma sarà troppo tardi perché li dovranno chiudere per sempre



Nessun commento:

Posta un commento